10 regole per fare inbound marketing

Giu 30th, 2016 | Di Altri | Categoria: Marketing, Primo Piano


Perché inbound? Perché oggi un brand deve saper catturare l’interesse e la curiosità del pubblico per avvicinarlo e instaurare con lui un rapporto di fiducia.

Il marketing dell’interruzione lascia il posto al marketing dell’attenzione.

Content is the King. Lo disse Bill Gates e da allora la strada è segnata: proporre contenuti di qualità, personalizzati e originali, capaci di attirare solo chi è davvero interessato ai nostri prodotti e servizi, per coinvolgere attivamente il consumatore deve essere tra i primi obiettivi di ogni azienda che si rispetti.

Nell’era dei social e del web 2.0 dialogare con il pubblico è il modo migliore per raccontarsi e farsi conoscere. Chi non lo fa resta indietro.

Per questo abbiamo creato Redattiva, una redazione nata per dare voce su internet a tutti voi che avete tante cose da dire ma non sapete come fare. Produciamo contenuti testuali e visuali ad hoc, freschi e interessanti, capaci di trasformare il brand nel principale interlocutore di ogni singolo utente.

L’inbound marketing è un nuovo approccio strategico e comunicativo che vuole rispondere alle esigenze di un nuovo tipo di consumatore, sempre più attento e selettivo.

10 regole per fare inbound marketing:

1) Per farti sentire non serve gridare, ma avere qualcosa da dire.
2) Il consumatore medio non esiste.
3) Il consumatore è una persona come te: pensa, si informa, sceglie, agisce. Trattalo come tale.
4) Non parlare alla piazza da un balcone. Siediti al tavolino di un bar.
5) Non parlare del tuo brand, raccontalo.
6) L’acquisto non è il punto d’arrivo.
7) Essere autorevoli e competenti non significa essere superiori.
8) Viviamo nell’era della trasparenza. Lascia i segreti aziendali alle spy stories.
9) La comunicazione è cross-canale, ma il brand rimane uno.
10) Sperimenta, rischia, divertiti.

via http://www.redattiva.it/ e http://www.dmep.it/servizi/inbound-marketing/

nota di redazione:
Il termine Inbound marketing indica una modalità di marketing centrata sull’essere trovati da potenziali clienti (outside-in) in contrasto alla modalità tradizionale, detta anche outbound marketing (inside-out) che è imperniata su un messaggio direzionato unicamente verso il cliente.

Related posts:

  1. Il report del 2016 di HubSpot sulle prospettive dell’inbound marketing
  2. COS’E’ L’INBOUND MARKETING E PERCHE’ FUNZIONA ALLA GRANDE
  3. I Millennials amano Inbound e Visual Marketing
  4. Email marketing: come fare della newsletter uno strumento strategico