Accenture apre il negozio del futuro in Piazza Gae Aulenti 8 a Milano

Lug 23rd, 2017 | Di Altri | Categoria: CATEGORIA B, Punti Vendita


L’Accenture Customer Innovation Network sbarca nel cuore del quartiere tech di Milano. Lo spazio-prototipo della boutique del futuro è in Porta Nuova, Piazza Gae Aulenti 8. L’hub punta a sviluppare e condividere le frontiere dei nuovi servizi digitali.

E che il futuro sia già arrivato, lo dimostra appunto l’apertura di un nuovo centro dove tecnologia e innovazione sono al servizio dei consumatori

«Perché non è più il momento in cui il cliente deve capire l’hitech, ma è l’hitech che deve essere al servizio del cliente», come dice Angelo D’Imporzano, Senior Managing Director di Accenture, spiegando che “L’Acin di Milano è in grado di supportare le organizzazioni che cercano di guadagnare competitività, mettendole in connessione con il più ampio ecosistema digitale”, ha commentato Angelo D’Imporzano, senior managing director di Accenture, responsabile consumer goods e retail per Europa e America Latina.

“La rinomata conoscenza italiana dei settori moda e alimentare rende Milano lo scenario perfetto per guidare i nostri clienti a una migliore comprensione dei trend emergenti e dei consumatori, nonché per assicurare che idee originali si traducano in soluzioni innovative in grado di alimentare le performance aziendali”.

In pratica: nell’«hub» digitale di Accenture si possono trovare idee per sviluppare in maniera sempre più moderna il proprio business, con alcune aree dedicate alla casa, alla moda e all’esperienza di acquisto i negozi e supermarket alimentari, che mostrano come sia possibile integrare intelligenza artificiale e machine learning per la soddisfazione di chi compra e il successo di chi vende.

Il centro è articolato in diversi ambienti, tutti dall’alto tasso tecnologico. Tra questi, appunto, un prototipo del ‘fashion store del futuro’, uno spazio allestito come una digital fashion boutique in cui l’esperienza, viene modulata in funzione del consumatore che la vive, attraverso la raccolta sistematica delle informazioni. Informazioni gestite ed elaborate grazie ai sistemi di Crm (customer relatiobship management) di seconda generazione. Nella boutique il consumatore ha la possibilità di conoscere il processo di creazione dei capi e di personalizzarli grazie a sistemi di realtà virtuale. Le interazioni all’interno del negozio vengono raccolte e sommate a quelle raccolte online (attraverso Crm), così da profilare e soddisfare al meglio, attraverso un’esperienza sempre più personalizzata, il consumatore. In quest’ottica, Accenture Interactive, per esempio, ha realizzato la eBoutique per Larusmiami, inserendo nello spazio commerciale un ‘video commerce’, che consente di vivere l’heritage del brand ed interagire in tempo reale con i dettagli dei prodotti; la “eConcierge” che permette l’accesso a un mondo di servizi esclusivi firmati Larusmiani, come essere accompagnati nello shopping da un auto da collezione con chauffeur, avere una rifinitura sartoriale su misura.

Al negozio fashion del futuro si aggiunge uno spazio dedicato alla ‘casa connessa’, un ‘grocery store’, una sala ‘inspire’ a tecnologia immersiva dove vengono illustrate le trasformazioni in corso nel mondo del lavoro, una sala ‘envision’ dove le idee generate nei laboratori vengono concretizzate e mostrate sotto forma di soluzioni reali per le aziende.

Related posts:

  1. Lush apre il suo più grande store d’Italia in piazza Duomo a Milano
  2. Fabriano Boutique apre a Taormina, tra mare e cielo un nuovo negozio sbarca in Sicilia
  3. Sandro apre a Milano
  4. Raffaella Temporiti è la nuova responsabile delle Risorse Umane di Accenture per i mercati ICEG