Al bando il bradipo

Lug 17th, 2017 | Di Altri | Categoria: Editoriale


Calma calma calma. Non voglio essere frainteso e quindi non partire in quarta. Non sono un animalista praticante ma non ho nulla contro gli animali. Ci mancherebbe. E ancor di più contro l’amico bradipo, che come puoi vedere dalla foto ispira simpatia a chiunque.

In questo post non parlo del bradipo animale. Ma ti voglio parlare del cliente bradipo, dell’azienda bradipo.

Poco tempo fa abbiamo parlato di clienti orsi o giaguari. E abbiamo usato gli animali come metafora per parlare non solo della facilità o meno di individuare e cacciare i clienti, ma anche del loro comportamento e caratteristiche. Se non lo hai letto trovi il post qui di seguito ==> http://marketingevenditeb2b.it/direct-marketing-b2b-orso-giaguaro/

Oggi utilizziamo un altro animale, il bradipo, come metafora per introdurre il concetto di lentezza.

Il bradipo, forse non lo sai, è l’animale più lento al mondo.

E oggi di aziende bradipo, in Italia, ce ne sono ancora troppe.

Molto spesso parliamo di strategie per lo sviluppo, tecniche di marketing, direzione commerciale, ecc. Il focus, massimo e costante, è sullo sviluppo. La verità è che se sei un bradipo non puoi farci nulla, non c’è alcun sviluppo a cui tu possa ambire.

Il marketing serve a poco se “il sistema azienda non risponde”.

Se l’azienda è un bradipo non c’è marketing che tenga.

Se l’azienda è fatta di persone che al lunedì fanno il conto alla rovescia per il venerdì, che non sono focalizzate sulla soluzione dei problemi, che non lavorano le une per le altre mantenendo al centro del tavolo l’obiettivo comune che è il risultato finale, ci troviamo con un BEL PROBLEMA.

Se l’impresa reagisce lentamente ed è bloccata da procedure o da persone il risultato ne risente.

Mi sto riferendo a tutti i possibili passaggi che caratterizzano un processo commerciale pre e post vendita.

In questi anni noi de L’Ippogrifo® abbiamo realizzato un vero e proprio libro nero delle non-performance delle aziende. Il libro, credimi, è fatto di moltissime pagine. Troppe. Abbiamo visto e sentito cose che è assurdo capitino al giorno d’oggi.

Ti faccio solo alcuni esempi:

Richieste di preventivo evase in sei (SEI) settimane;
Invio dei prodotti venduti con il 60% (sessanta) di non conformità;
Invio di conferma d’ordine con otto settimane di consegna quando nel preventivo le stesse erano quattro;
Riduzione delle garanzie sui prodotti venduti in corso di stipula dei contratti (senza che ci siano naturalmente cambiamenti da parte del cliente);
Impossibilità ad accettare ordini con tempi di consegna (relativamente) stretti in quanto in azienda non c’è nessuno che sia disposto a fare del lavoro straordinario.

Ora, come detto potrei continuare.

Il libro è veramente lungo e più passa il tempo più si popola di (dis)avventure.

Per fortuna ci sono anche i casi assolutamente contrari, presenti non solo nel nostro portafoglio clienti ma anche nell’universo delle imprese italiane.

Ma il post di oggi parla del bradipo. Dell’azienda lenta, macchinosa, non reattiva. E attenzione; non è bradipo perché grande, perché farcita di procedure o altro. Anzi. Spesso l’azienda bradipo è una PMI. Magari con i colli di bottiglia ma pur sempre una PMI. Dovrebbe essere veloce e scattante, reattiva, pronta al cambio repentino di direzione. Invece no. È un bradipo.

Lunga vita al bradipo, che in natura frequenta le foreste, in primis quelle della Costa Rica. Ma nel business no, il bradipo non ha senso di esistere e quindi va messo al bando.

Ora pensa un attimo alla tua impresa:

A che animale assomiglia?
È o no un bradipo?
È sul pezzo e riesce a stare nel mercato?

Anche perché un po’ tutti vogliono correre e mettere il turbo alle vendite ma quando poi si inizia a lavorare per farlo si vedono tutti i limiti dell’impresa.

E spesso l’imprenditore, purtroppo, non è nemmeno consapevole dei limiti che la sua azienda abbia.

Il marketing non è un reparto dell’impresa che vive di luce propria.

Il marketing fa parte del SISTEMA AZIENDA, è una delle gambe del tavolo. Ma l’azienda è una. E quindi necessita di avere un equilibrio in tutte le aree che la determinano.

Se funziona il marketing ma non funzionano le vendite abbiamo un problema (e siamo ancora all’interno dello stesso processo);
Se funziona il marketing ma non funziona l’area tecnica che deve “costruire” un preventivo abbiamo un problema;
Se funziona il marketing ma la produzione non rispetta le consegne abbiamo un problema.

La conclusione a cui voglio arrivare è molto semplice e si sintetizza in due punti:

L’azienda è un organismo che deve performare bene in tutte le aree che la compongono;
A morte il bradipo.
P.S. Non sei un bradipo ma le vendite non funzionano ugualmente? Allora ci sono gli estremi per cui una struttura come la nostra possa aiutarti. Chiamaci immediatamente all’800-123784. Oppure se ti piace scrivere riempi il form che trovi QUI. Abbiamo una struttura di consulenti in tutta Italia pronta a rispondere alle chiamate del mercato.

Andrea Zucca

Fondatore dell’Agenzia L’Ippogrifo, è da ormai vent’anni nel settore del marketing e della comunicazione.
Energia, creatività e leadership. Per Andrea non esiste la parola impossibile e ogni sfida è solo un nuovo traguardo da conseguire.

Related posts:

  1. Un milione di euro dalla Regione Lombardia per il rilancio di edicole e librerie. Parte il bando regionale Voltapagina