Consulente SEO: intervista ad Amin El Fadil

Mar 20th, 2016 | Di Altri | Categoria: Interviste


Cosa è per te la SEO ?

La seo per me è un’attività che ha lo scopo di portare clienti, prospects o perlomeno traffico qualificato dai motori di ricerca. Il suo scopo è generare un valore economico per se o i propri clienti creando un’esperienza di navigazione soddisfacente per gli utenti e dando vita facile a Mr. G nella sua attività di scansione, ordinamento e ranking.

Quando e come hai imparato ad occuparti di SEO ?

Ho imparato diversi anni fa, per tirare su i miei siti web. Sono sempre stato appassionato di community, blog informativi, forum, e tramite la seo ho trovato ai tempi un sistema per portare traffico ai miei progetti in modo continuativo.

Dal tuo punto di vista, come sta evolvendo la SEO oggi ?

A mio avviso nel 2016 aumenterà l’importanza delle relazioni. I link sono e restano la benzina della seo, ma il pozzo dei guest post a pagamento è profondamente usurato. Bisogna cominciare da ora a riflettere su fonti alternative di approvvigionamento, includere la classica Link Building in qualcosa di più vasto. Non parlo di stravolgere o cambiare tutto, ma aggiungere nell’attività classica di acquisizione link l’elemento relazionale e di “blogging outreach“, in modo da differenziare le fonti di acquisizione e in qualche modo “scalare”. La parola chiave del 2016 per me sarà *integrare*, non sostituire.

In base alla tua esperienza, mi sai dire almeno un pregio e un difetto del web “italiano” ?

Un pregio sicuramente sono le ridotte dimensioni: difficile perdersi qualcosa d’interessante in ambito Web Marketing, perchè ne parlerebbero tutti. Difetti, se vogliamo rimanere in ambito seo, pigrizia e ingenuità: vedo purtroppo in generale poca voglia di approfondire e mettere in discussione quanto si legge in libri, blog e gruppi. Questo porta le persone a prendere per buono tutto quello che leggono, soprattutto se proviene da una fonte che ritengono autorevole.
Per esperienza ho imparato che più sembra autorevole la fonte, più è bene dubitare e mettere in discussione quanto si è letto o sentito.

Quali software/tool SEO consigli maggiormente ?

Sicuramente Excel, per me con gli addon adeguati – Seo Tools for Excel in primis – è il mio centro di gravità permanente dove faccio analisi e stime sui dati dei siti che gestisco. Poi Seozoom, la rivelazione dell’ultimo anno, ottimo per avere un’idea precisa dell’andamento dei competitors e del proprio sito.

Cosa suggeriresti ad una persona che vorrebbe da ora iniziare ad occuparsi di SEO ?

Consiglierei innanzitutto di imparare bene l’inglese, seguire le community internazionali e crearsi lì un network di conoscenti con cui condividere idee ed esperienze. Poi di tenere in conto che imparare la seo richiede anni, è un’attività complessa e dalle mille sfaccettature, e questo si scopre solo quando si inizia a gestire progetti complessi. Stare attenti alle fonti e testare quanto più possibile: la fuffa è sempre in agguato.

Related posts:

  1. LA PROFESSIONE DEL MOMENTO: IL CONSULENTE DI MARKETING!…. di Andrea Zucca
  2. “Il dovere sociale di un’azienda è ciò in cui crediamo di più”, intervista a Filippo De Caterina, Direttore Comunicazione Corporate di L’Oréal Italia
  3. Perché la Realtà Aumentata è il medium del futuro – Intervista a Mirko Compagno
  4. Progetto Start City: intervista a Veronica Nicotra