Il consumatore italiano si affida alla multicanaltà

Mar 15th, 2016 | Di Altri | Categoria: Consumi e Consumatori


La ricerca di informazioni sui prodotti e gli acquisti differenziati per canali di vendita – nota come multicanalità – ha ormai cessato da tempo di essere una novità, tanto che 6 persone su 10 al di sopra dei 14 anni utilizzano diversi canali per i propri acquisti “informati”.

Per fare ciò il consumatore sfrutta ogni possibilità di contatto sia on sia off line per migliorare il personale modello di acquisto. L’Osservatorio Multicanalità – nato dalla collaborazione tra Nielsen, Connexia e School of management del Politecnico di Milano – suddivide il gruppo dei multicanali in social shoppers e hyper reloaded.
I primi, 8,7 milioni di individui, hanno un processo di acquisto molto strutturato e vi arrivano perfettamente informati. Nei loro obiettivi ci sono il miglior rapporto qualità/prezzo, sono fedeli alla marca ma sono disponibili anche a sperimentare marchi e prodotti nuovi, soprattutto nel momento in cui li trovano in promozione.

Gli hyper reloaded sono più numerosi – 12,5 milioni –, prediligono l’innovazione tecnologica, sono disposti a spendere per provare ogni novità, ma ricorrono a Internet per la ricerca del miglior acquisto in termini di unicità, particolarità del prodotto, convenienza, qualità. In appena tre anni sono cresciuti del 62 per cento.

In comune a tutti i gruppi c’è la “fame di informazioni”, la voglia di relazione e interazione. Il negozio deve cambiare pelle, deve essere rivisto come punto di contatto nella fase di pre-acquisto, finalizzandolo a un maggiore coinvolgimento con il consumatore. Perché nel futuro prossimo c’è sempre più e-commerce e sempre più in mobilità.

via http://www.repubblica.it/

Related posts:

  1. Il segreto per conquistare il consumatore digitale?
  2. POLICE affida a Young Digitals la comunicazione digitale globale