Crescita mondiale del settore meeting ed eventi. L’incentive si fa millenials

Giu 8th, 2016 | Di Altri | Categoria: Primo Piano


“Dalla ripresa, a un cauto ottimismo fino a una robusta crescita mondiale”.

In una riga la storia attraversata dalla meeting & event industry negli ultimi 5 anni nelle parole di Issa Jouaneh, General Manager di American Express Meetings & Events, pronunciate in occasione della presentazione del V Global Meeting & events Forecast 2016, la survey annuale condotta da AMEX e giunta quest’anno alla sua quinta pubblicazione.

Per la prima volta a livello globale si evidenziano punti di crescita per tutti gli indicatori esaminati.

Crescono a livello globale il numero di meeting organizzati, il numero delle persone invitate e la durata media degli eventi.

Cresce di conseguenza anche il budget destinato all’organizzazione: + 1,9% nel Nord America, + 1,8% in Europa, +1,4% nel centro e sud America, +2,1% in Asia.

Nel dettaglio a incidere maggiormente sull’incremento dei dati sono i corsi di formazione e meeting interni volti all’inserimento di nuovo personale nell’azienda. Forte e indiscutibile resta l’impatto dei trade show e dei congressi con una media partecipanti che varia dai 195 delegati in Europa ai 415 negli States.

Crescono anche gli investimenti nei programmi per la gestione degli eventi e le spese legate alla sicurezza.

Per gli hotel questo si traduce nella tendenza ad aumentare la propria capacità ricettiva e in investimenti per la costruzione di nuove strutture con una forte propensione verso l’innovazione e la tecnologia.

Gli incentive coinvolgeranno per la maggior parte la generazione millennial e alle sue esigenze si adatteranno con la creazione di esperienze sempre più personalizzate e coinvolgenti, con una forte attenzione al sociale che prevede attività di volontariato, ma anche esperienze di sport estremi e il sempre verde relax.

Nella ricerca di location verranno privilegiate quelle di design con un attenzione ai nuovi trend in campo culinario.

La personalizzazione riguarderà anche la creazione dei gadget.

Forte sviluppo anche per quanto concerne la realizzazione di app mobile per gli eventi create per informare e stringere relazioni con i partecipanti. L’utilizzo di app risulterà sempre più importante perché consentirà di misurare in diretta il coinvolgimento alle varie sessioni dell’evento consentendo di intervenire in caso di necessità.
Conclusioni

Sembra che nonostante vengano descritte come vecchi, obsolete e talvolta inutili, le fiere continuino a rappresentare un momento di incontro imprescindibile e, a livello di tipologia di eventi, quelle in grado di spostare i fatturati maggiori.

Jacopo Angri via http://www.qualitytravel.it

Related posts:

  1. 392mila eventi in Italia e 35,1 milioni di presenze, il settore è in crescita
  2. Eventi aziendali: mercato italiano in crescita nel 2015 e le parole chiave per il 2016
  3. Premium brands, settore in crescita: 4 trend da osservare
  4. Premium brands, settore in crescita: 4 trend da osservare