Design, vola l’indotto turismo, +7%: Vale 40 milioni per gli alberghi a Milano

Apr 13th, 2016 | Di Altri | Categoria: Statistiche e Ricerche


Milano e il Salone del Mobile, l’indotto è di circa 40 milioni di euro in ricavi per le imprese del settore alberghiero di Milano, che si concentrano nelle giornate da ieri, martedì, fino a domani, giovedì. In queste tre giornate si registra la piena occupazione delle camere con circa il 98%, con oltre la metà dei ricavi totali della design week. Sono alcuni dei dati che emergono da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati RES STR Global.

Intanto vola l’indotto del turismo (+7%) grazie all’”effetto XX1° Triennale”, che ha fatto crescere afflussi e incassi . Un dato in linea con lo scorso anno e che conferma dunque, senza l’”effetto Expo” anche per il 2016 il trend positivo di crescita rispetto all’edizione 2014. In Lombardia ammonta a 220 milioni l’indotto tra alberghi, ristorazione e shopping. Circa tre quarti per dormire e un quarto tra mangiare e shopping. Emerge da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, su dati Ciset, Istat, Cosmit, Registro Imprese.

Milano, le zone più scelte, picco a Garibaldi – Centrale – Buenos Aires. Gli alberghi più scelti sono quelli intorno a Garibaldi, Stazione Centrale e Buenos Aires (93%), poi quelli nelle zone di Zara-Brianza (89 %), Centro e Fiera City (entrambe oltre 87%).

Preferiti gli alberghi di categoria business. Milano nella settimana attrae soprattutto operatori del settore che prediligono il lusso: 88% la percentuale di occupazione delle stanze d’albergo nelle categorie Luxurye upper Upscale nei giorni del Salone e Fuori Salone contro una media mensile che è di circa il 65%.

Mille alberghi a Milano, +8,5%. La ricettività milanese offre oltre 1000 alberghi tra sedi di impresa e unità locali in crescita del 8,5% in un anno. Milano è prima in Lombardia con il 32,6% del settore, seguita da Brescia (20,3%), Sondrio (11,8%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese relativi al settore turistico alberghiero al quarto trimestre 2015 e 2014.

Lombardia, 220 milioni di indotto tra alberghi e shopping. Il 90% dell’indotto, vale a dire poco meno di 200 milioni di Euro, è generato dagli stranieri, tra buyers e turisti, che visitano il Salone e gli eventi del FuoriSalone. Accanto all’alloggio, il cui indotto è di 170 milioni di euro, in aperitivi e cene del “dopo Salone” e del Fuori Salone si spenderanno circa 19 milioni di euro, poco meno dei 20,5 milioni che buyers e visitatori destineranno allo shopping. A livello territoriale a beneficiarne maggiormente sarà Milano, con circa 161 milioni di Euro. Monza e Brianza assorbe con il Salone del Mobile oltre 17 milioni di Euro. E’ quanto emerge da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, su dati Ciset, Istat, Cosmit, Registro Imprese.

Imprese del legno-arredo. Sono complessivamente 57.859 le imprese italiane attive nel legno-arredo in Italia nel 2015, di cui il 17% è concentrato in Lombardia, dove si trovano 10.126 imprese del mobile. Delle attività lombarde il 51,1% è attivo nell’industria del legno (5.172) e il 48,9% nella fabbricazione di mobili (4.954) . Monza e Brianza, con 2.161 imprese, detiene il primato italiano nella produzione di mobili e industria del legno, e in particolare, tra i prodotti realizzati in Italia, 1 divano italiano su 10 è Made in Brianza, vale a dire che su 3.017 imprese italiane di fabbricazione di poltrone e divani 284 sono concentrate in Brianza. È quanto emerge da una elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese.

Related posts:

  1. Carta, export da 1 miliardo, +2,5% La Lombardia vale un quarto d’Italia
  2. Pasqua da 40 milioni per i milanesi
  3. Expo, come sarà il turismo nel 2015 a Milano
  4. Milano alberghiera voto ottimo