eCommerce: un canale che cresce a doppia cifra

Dic 10th, 2016 | Di Altri | Categoria: Indagini e Sondaggi


Secondo Nielsen è un canale che cresce a doppia cifra quello dell’online, che ad oggi vale più di 500 milioni di Euro, in crescita del 30% rispetto all’anno scorso.

L’eGrocery Shopping ha ormai conquistato 4,8 milioni di famiglie, anch’esse in crescita a doppia cifra (+27%). Se queste già rappresentano ben il 19,6% delle famiglie italiane, si parla addirittutra del 40,7% di chi fa Shopping Online di qualsiasi categoria (11,8 milioni di famiglie secondo l’Osservatorio Multicanalità 2016). Nelle famiglie che già acquistano Grocery online inoltre, la quota dell’eCommerce ha già raggiunto il 4,3%, una quota paragonabile a quella dei negozi tradizionali in Italia.

Crescite importanti, che coincidono principalmente con un costante aumento dell’offerta che si sta verificando da un anno a questa parte. Sempre per un motivo di offerta, il 53% delle vendite derivano dall’Area 1, seguita da Area 2, 3 e 4, nonostante sia quest’ultima quella che cresce più velocemente.

Inoltre,a trainare la crescita sono soprattutto i Pure Players (retailer che vendono solo online) e gli Specializzati, che crescono del 44% e rubano quota ai Brick&Mortar (retailer fisici tradizionali che vendono anche online): se all’inizio del 2014 la maggior parte del fatturato online veniva sviluppato dai retailers tradizionali della GDO, questi oggi pesano meno della metà, il 45%. In alcune categorie il loro peso diventa addirittura marginale, come nel Pet Food dove il 93% delle vendite deriva da Pure Players o negozi specializzati.

Ed è proprio il Pet Food a diventare una delle categorie più interessanti, contribuendo al 20% delle vendite online e quadruplicando il proprio peso all’interno del carrello delle famiglie rispetto all’offline. Acquistano rilevanza anche il Personal Care e le Bevande, tutte a discapito del Food che per il momento vede diminuire la propria rilevanza nella spesa media online.

Infine, è interessante notare che se la spesa media annuale delle famiglie è ancora contenuta (104 €, +2,5%), lo scontrino medio risulta essere il doppio rispetto all’offline a dimostrazione che sfruttando la convenienza della consegna gli italiani tendono a rifornirsi. Infatti, secondo i dati dell’Osservatorio Multicanalità 2016, circa 1 italiano su 3 ritiene che i vantaggi principali di fare la spesa online siano il risparmio di tempo, l’accesso 24h su 24 e la comodità (niente code, meno stress, consegna direttamente a casa di oggetti pesanti).

D’altro canto esiste comunque una parte di italiani che rimangono legati al piacere di fare la spesa nel punto vendita, in quanto 1 italiano su 2 riconosce la possibilità di vedere, toccare, scegliere e provare la merce come punto di forza del negozio fisico e quindi come limite dell’online.

I retailer si stanno attrezzando per soddifare le nuove esigenze e aspettative dei consumatori, migliorando il servizio di consegna, sempre più rapido e conveniente e offrendo la possibilità di ordinare online integrando la spesa in negozio. Questo continuo miglioramento e soprattutto l’espansione dell’offerta porteranno a una continua crescita di questo canale nel prossimo futuro.

Related posts:

  1. Il 19°Interactive Key Award patrocinato da IAB Italia va in scena oggi Martedì 15 Maggio alle 18.30 all’Auditorium IULM di Milano e verrà trasmesso da Reteconomy sul canale 260 del digitale terrestre e sul canale 512 di SKY
  2. Fipe, cresce la voglia di mangiare fuori casa. In un anno spesi 76 miliardi
  3. IRI lancia il primo servizio di misurazione continuativa del canale on-line per il Largo Consumo
  4. Cresce il settore health & beauty nel commercio digitale