Expo, come sarà il turismo nel 2015 a Milano

Nov 7th, 2014 | Di Altri | Categoria: Primo Piano


Al giro di boa del suo primo anno di attività Explora S.C.p.A. - la società creata e partecipata da Camera Commercio di Milano, Expo 2015 S.p.a., Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia - ha presentato i numeri del suo impegno di promozione e valorizzazione dell’evento Expo Milano 2015. In questo arco di tempo Explora - la Destination Management Organization (DMO) ufficiale di Expo 2015 - ha partecipato a 17 fiere turistiche totalizzando oltre 2000 contatti con operatori turistici distribuiti nei 22 mercati che rappresentano il mondo del turismo globale.

“La gestione innovativa dei flussi turistici sarà determinante per il successo di Expo – ha dichiarato Erica Corti, membro di giunta della Camera di commercio di Milano –. Per questo abbiamo costituito Explora, la società che unisce Camera di commercio di Milano e Unioncamere, Regione Lombardia ed Expo 2015. Una nuova strategia per rilanciare il turismo di Milano e dell’Italia rappresenta una straordinaria opportunità per la nostra economia e sarà una delle principali eredità dell’Esposizione Universale”.

Nell’incontro stampa, il Direttore Generale di Explora, Josep Ejarque, ha illustrato il cambio di passo che il sistema turistico lombardo sta compiendo con il contributo di Explora:
“Il nuovo turismo è caratterizzato dalla ricerca di esperienze e per promuovere l’offerta capace di corrispondervi abbiamo lanciato i Club di prodotto, che offrono al turista proposte capaci di interpretare le loro aspettative (dall’enogastronomia al wellness, dallo shopping del made in Italy allo sport). E che popolano il mondo digitale contribuendo a costruire ciò che oggi orienta la scelta della destinazione: la buona reputazione”.

Per Giuliano Noci, Presidente di Explora, “siamo di fronte ad una sfida nella sfida: quella di rappresentare una Best practice da imitare per l’intero sistema turistico italiano, promuovendo la nuova cultura del turismo digitale. Ma anche una sfida per il sistema turistico lombardo e delle destinazioni Expo perché dia vita ad una vera e propria rivoluzione dell’accoglienza turistica”.

Impatto di Expo, dieci miliardi e 84mila posti di lavoro nel turismo. Dal 2012 al 2020, in Italia, Expo porterà: 190mila unità di lavoro aggiuntive, una produzione aggiuntiva di 24 miliardi di euro. In particolare, per quanto riguarda il solo settore turistico ci sarà una produzione aggiuntiva di 10 miliardi e 84mila unità di lavoro aggiuntive.

Turismo, 18mila imprese e 123mila addetti a Milano. Sono oltre 18 mila le imprese del settore turismo a Milano e offrono lavoro a circa 123 mila persone. 5 mila attività sono gestite da donne e oltre 4 mila da stranieri. In particolare è il settore della ristorazione ad offrire le maggiori opportunità (16.116 attività e oltre 100 mila addetti). Seguono le agenzie di viaggio (1.115) e le attività di alloggio (981). In Italia per numero di attività nel settore Milano è seconda solo a Roma, che ne ha circa 30mila. Emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano su dati registro delle imprese.

Imprese del turismo in Lombardia, 55mila e 263mila addetti. Quasi 55 mila le imprese del settore. Dopo Milano, si posizionano Brescia e Bergamo rispettivamente con 8.380 e 5.830 imprese. In Lombardia il settore impiega circa 263 mila lavoratori.

Related posts:

  1. Design, vola l’indotto turismo, +7%: Vale 40 milioni per gli alberghi a Milano
  2. Milano nuova capitale italiana del turismo
  3. L’impatto dell’Expo sull’economia lombarda vale 12,6 miliardi
  4. Mantenere l’eredità di Expo:Milano capitale mondiale della nutrizione