Facebook con Things in common ci segnalerà i punti di contatto con altre persone

Set 10th, 2018 | Di Altri | Categoria: Social Networking


Facebook vuole farci sapere cosa condividiamo con gli altri utenti: il progetto si chiama Things in common ed è una sorta di etichetta che segnalerà i punti di contatto con altre persone. Nel caso in cui ci si imbatta nel commento di un utente che non è tra gli amici, una scritta mostrerà se si è frequentata la stessa scuola o se si lavora nella stessa azienda ad esempio, oppure se si vive nella medesima città o se si è iscritti allo stesso gruppo sul social.

“Conoscere le cose in comune che si condividono aiuta le persone a connettersi” ha detto una portavoce di Facebook al sito CNET. “Stiamo testando l’aggiunta di un’etichetta che apparirà sopra i commenti delle persone con cui non si è amici ma con cui si può avere qualcosa in comune” ha aggiunto.

Al momento la funzione è in fase di test negli Usa, ma per evitare polemiche sulla privacy, Facebook ha già precisato che nell’etichetta saranno mostrate solo le informazioni che gli utenti condividono pubblicamente.

Nel secondo quadrimestre del 2018 la piattaforma social è cresciuta, dal punto di vista dei nuovi utenti, del +1,5%. Si tratta del dato più basso nella storia di Facebook. L’impressione che il gigante dei social media in questo momento sta dando è quella di un leader del settore che ha smarrito appeal sui propri utenti e sui nuovi e fatica soprattutto a generare interesse nelle nuove generazioni che non sono particolarmente interessate ad avere un profilo su Facebook.

Related posts:

  1. Aquila l’aereo di Facebook ha completato il primo test di volo per portare Internet a 1,6 miliardi di persone che vivono in località remote
  2. Facebook come LinkedIn: arriva il curriculum
  3. Video senza audio più efficaci, Facebook ci insegna
  4. La pubblicità arriva su Facebook Messenger