Come finire in un quadro con “Dreaming in Paint” di Grant Woolard

Apr 28th, 2016 | Di Altri | Categoria: CATEGORIA B


Curiose incursioni nell’arte: ci si risveglia una mattina nella stanza di Van Gogh, con vista Vesuvio pop di Wharol, e, affacciandosi dalla finestra, si ammira la piazza dello Sposalizio della Vergine di Raffaello.

Poi ci si siede a tavola nell’Ultima cena vinciana, fino a ritrovarsi alla deriva come il Cristo nella tempesta di Rembrandt, dopo aver attraversato il ponte delle Ninfee blu di Monet. A tratti potrebbe sembra un incubo, come nell’Urlo di Munch, ma è solo il viaggio immaginario di un giovane creativo californiano, Grant Woolard, autore del cortometraggio: “Dreaming In Paint”.

E’ facile perdersi tra i capolavori della storia dell’arte mondiale, oggi, grazie ai potenti mezzi della tecnologia. Il video “Dreaming In Paint” di Grant Woolard sta riscuotendo grande successo sui social network ed è partita una gara collettiva a indovinare tutte le opere citate nel cortometraggio. Chi ne riconosce di più?

Related posts:

  1. Email marketing, “tecnologia e contenuto per non finire nello spam”