Guerrilla marketing sulle mura del castello di Cardiff

Mar 30th, 2016 | Di Altri | Categoria: Unconvetional Marketing


Anche il “formale” mondo della palla ovale si sta aprendo alle incursioni e alle tecniche della cosiddette Guerrilla Marketing. Azioni istantanee, a costi relativamente contenuti ma con alta notiziabilità e dunque buon ROI, che mirano a creare emozione, shock , riflessione sugli utenti coinvolti nell’operazione.

E’ quello che è avvenuto in Galles a Cardiff (una delle sedi della Rugby World Cup), dove un enorme pallone è inserito all’interno delle mura del castello (come se fosse stato lanciato da un’enorme balestra medievale per fare breccia).

Un’operazione appunto di guerrilla marketing, per attirare l’attenzione dei media e non solo e per far parlare di Cardiff come sede del mondiale. Un elemento di gioco (il pallone ovale), quindi, e il simbolo della città gallese (il castello).

E il gioco è fatto. L’appeal pubblicitario scatenato da questa operazione virale, si è puntualmente diffuso in Rete in tutto il mondo.

Related posts:

  1. Top Marketing 2016 dal 15 al 16 Giugno al Castello di Casiglio (Erba)
  2. Il report del 2016 di HubSpot sulle prospettive dell’inbound marketing
  3. Partenopei contro il parcheggio abusivo con il guerrilla marketing
  4. Antonio Vella, editore e ideatore del premio letterario “Città di Castello”