L’industria della cultura italiana vale 47 miliardi

Feb 18th, 2016 | Di Altri | Categoria: Primo Piano

ita-creativa
Italia Creativa è il primo studio che presenta l’industria della cultura e della creatività italiana realizzato da Ernst & Young (EY) con il supporto di tutte le principali associazioni di categoria, guidate da Mibact e Siae.

Alla base della ricerca c’è la volontà di dare un quadro d’insieme, articolato e di ampiezza senza precedenti, sui numeri e le potenzialità complessive di un’industria che raramente viene considerata nel suo totale.

Per il 2014 (anno di riferimento), il valore economico complessivo è pari a 47 miliardi di euro, il 2,9% del prodotto interno lordo nazionale. Sotto il profilo occupazionale l’incidenza è ancora più significativa: quasi un milione di addetti a livello complessivo. Inoltre, il 41% degli occupati nell’industria della cultura e della creatività in Italia sono giovani fra i 15 e i 39 anni, contro una media del circa 37% in tutti i settori dell’economia del paese.

La ricerca di EY ha misurato gli undici settori maggiormente rappresentativi dell’industria della cultura e della creatività: Architettura, Arti performative, Arti Visive, Cinema, Libri, Musica, Pubblicità, Quotidiani e Periodici, Radio, Televisione e Home Entertainment, Videogiochi. «Italia Creativa dimostra esattamente quanto i diversi settori dell’industria culturale italiana contribuiscano all’economia del paese in termini di occupazione e fatturato – spiega il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini. – È nostro preciso dovere adoperarci per favorire al massimo ogni espressione di questo settore, garantendo le corrette condizioni di mercato, contrastando pirateria e contraffazione e riconoscendo il giusto compenso a chi vi opera con il proprio talento. Questo vuol dire pensare al futuro del nostro paese e tornare a fare dell’Italia il paese delle arti e della bellezza».

Oltre sessanta personalità di primo piano dell’industria creativa e culturale del nostro paese hanno sostenuto Italia Creativa con le loro testimonianze, tra cui Rosario Fiorello, Fabio Fazio, Lorenzo Suraci, Dacia Maraini, Mogol e molti altri ancora.
via http://www.pubblicomnow-online.it/

Related posts:

  1. L’economia “grigia” vale 211 miliardi
  2. L’industria vola, top dal 2011
  3. L’impatto dell’Expo sull’economia lombarda vale 12,6 miliardi
  4. Cloud: ora si fa sul serio Il mercato cresce del 31% vale 1,18 miliardi di euro