Iper, la nuova frontiera della “Shopping Experience”

Giu 11th, 2016 | Di Altri | Categoria: Trade e distribuzione


“L’ipermercato del futuro, ovvero la piazza del mercato di 500 anni fa”. Non una contraddizione in termini, ma il frutto di un avveniristico progetto fortemente voluto da Marco Brunelli, patron del Gruppo Finiper, e firmato dell’architetto De Lucchi al quale va riconosciuta la paternità della cifra architettonica nella realizzazione della struttura de IL CENTRO.

Lì dove sorgeva lo storico stabilimento dell’Alfa Romeo, ora vive “Il Centro” di Arese: 92.000 mq e 250 unità, il più grande centro commerciale d’Italia e fra i più grandi d’Europa. Immensi spazi aperti e ariosi, massima trasparenza, luminosità, leggerezza e materiali naturali, come legno e vetro, sono gli elementi chiave di un’innovativa quanto imponente opera di riconversione architettonica, nel segno della biosostenibilità e del risparmio energetico, ispirata al sistema delle corti multiple delle antiche cascine lombarde.

Cuore pulsante del Centro, inaugurato lo scorso aprile, è “IPER MONTEBELLO”, sviluppato su una superficie di 9.000 mq che il direttore Marco Ruzza descrive come risultato della ricerca di nuove strade per valorizzare i tradizionali punti di forza del nostro Paese e, al contempo, per semplificare il momento della spesa trasformandolo in un’esperienza d’acquisto consapevole e condivisa che porta alla scoperta di uno straordinario mondo di sapori e saperi.

Un concept che si traduce in un layout tutto giocato su un sistema di isole tematiche dove scegliere, acquistare, ma anche assistere alla produzione e lavorazione del prodotto, e conoscerne i segreti.

Nessuna mensola o scaffale fino al soffitto a limitare l’accessibilità alla merce e ostacolare il percorso dello sguardo: tutto è aperto, trasparente, come diretto e immediato è il rapporto tra clienti e addetti di vendita, sempre a disposizione per raccontare i prodotti, le loro caratteristiche i loro possibili utilizzi.

In tale logica va compreso il significativo intervento d’arredo personalizzato operato da ARNEG - chiamata ancora una volta a collaborare ad un prestigioso progetto di reinterpretazione dello spazio d’acquisto della GDO - studiando innovative soluzioni su misura, personalizzazioni con materiali d’eccellenza e speciali finiture, in sintonia con la filosofia costruttiva.

Una filosofia che si traduce in uno sviluppo architettonico orizzontale, mobili espositivi aperti che riprendono la logica dei banchi del mercato, strutture basse (altezza massima di 2,05 m) per garantire massima accessibilità e visibilità e una spiccata sensibilità per l’elemento naturale tradotta in materiali come il legno e il vetro che esprimono leggerezza, vitalità e continuità con l’ambiente esterno.

via http://www.puntodivendita.info

Related posts:

  1. La Generazione Z, nuova frontiera del marketing
  2. ADHUNTER: LA NUOVA FRONTIERA DELL’ ADVERTISING
  3. L’iper di vicinato e di qualità anche per Auchan
  4. Ioma, la nuova rivoluzione della bellezza