ITALIANI E STRANIERI PREFERISCONO IL MERCATO ONLINE

Mag 27th, 2009 | Di Altri | Categoria: Indagini e Sondaggi


Il viaggio o la vacanza si sceglie e acquista sempre più su internet. Lo rivelano i dati dell’Osservatorio sul turismo online dell’Università Bocconi di Milano in collaborazione con il portale Mobissimo.com.

Dal 2005, in Europa, sono aumentati del 38% i turisti che hanno comprato online biglietti aerei e prenotato alberghi. Gli stranieri che arrivano in Italia grazie alla rete sono soprattutto americani, francesi, tedeschi e inglesi.

Anche se, nei primi mesi del 2009, è stata registrata una flessione del mercato rispetto al 2008. La maggior parte dei turisti visita la penisola per i suoi beni artistici e culturali (70%), al secondo posto per la natura (10%) e per fare trekking (10%). Gli italiani sono più attenti e oculati. Di fronte allo stesso numero di transazioni si è triplicato, dal 2008, il volume delle ricerche online. Il 70% delle vacanze italiane su internet sono state acquistate attraverso siti stranieri. (ANSA).

Il web 2.0 è un’evoluzione di internet in senso interattivo e consente una maggiore partecipazione degli utenti.

Per i siti web turistici italiani l’utilizzo di tecnologie e modalità avanzate (Web2.0) è relativamente basso:

• riguarda prevalentemente alcune tipologie di operatori turistici
• resta abbastanza bassa la “qualità” generale dei siti turistici italiani per contenuti e servizi offerti online
• I mercati principali sono quelli tradizionali (USA, Francia, UK, Germania)
• in leggera diminuzione dal 2007: USA, Francia, Svizzera e Grecia
• La popolarità della destinazione Italia è molto maggiore in Europa che in Nord America
• Quando espresse, le motivazioni di scelta Italia riguardano soprattutto le risorse culturali, poi le attivita’ sportivo/ricreative e le risorse naturali

Per quanto riguarda l’e-commerce turistico gli Italiani acquistano online prevalentemente su siti stranieri:

• 85% scelgono un’agenzia, 15% un operatore diretto
• effetto più marcato per il settore dell’ospitalita’
• “popolari” soprattutto i siti americani
• L’e-commerce turistico italiano riportato di solito è sottostimato di almeno 3 volte (considera solo siti italiani)
• consumatori italiani più “evoluti” di quanto normalmente si crede
• operatori italiani rinunciano a una sostanziale fetta di mercato
• in buona parte per scarsa “convinzione” degli operatori italiani e scarso apprezzamento (contenuti e servizi) da parte degli utenti

Related posts:

  1. Tlc: gli italiani preferiscono il negozio
  2. Viaggi, 4 italiani su 5 prenotano online
  3. Italiani sempre più assidui sui siti di news online
  4. Per gli italiani accaniti giocatori in arrivo cash game e casinò online