L’E-COMMERCE CRESCE, I SITI AZIENDALI NO…

Mag 20th, 2016 | Di Altri | Categoria: Editoriale


La notizia ha dell’incredibile…
Secondo i dati presentati da dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano nel corso della XI edizione del Netcomm eCommerce Forum, nel 2016 il valore degli acquisti online degli italiani raggiungerà i 19,3 miliardi di euro con un incremento del 17% rispetto al 2015.

Come possiamo osservare dal grafico, i tassi di crescita del’E-Commerce, anno dopo anno, sono costantemente vicini a questo dato (da un minimo del 14% ad un massimo del 17%), segno che la crescita è robusta, importante e, soprattutto, di lungo periodo.

Ma il dato paradossale è che, mentre le Aziende che operano nell’E-Commerce in Italia, sono raddoppiate, passando da 9 a oltre 18 milioni, le singole imprese non si sono digitalizzate con la stessa velocità. In Italia sono appena 40mila le imprese che hanno deciso di aprire un proprio E-commerce sul proprio sito. In Europa il dato è di 800mila, di cui 200mila solo in Francia: 5 volte le nostre.

In altre parole, c’è un solo settore in Italia che tira alla grande nonostante la perdurante crisi, con tassi di sviluppo che superano anche quelli attuali della Cina, ma le aziende italiane non lo pongono nella giusta considerazione, guardano altrove… Eppure, le basi per fare in modo che quei 19 miliardi divengano almeno 30 miliardi ci sono tutte…

Tra i settori trainanti che contribuiscono a questo stupefacente +17%, ci saranno il Turismo (+11%), l’Informatica ed Elettronica (+22%) e l’Abbigliamento, che pesa per il 9% con 1,8 miliardi di euro, in crescita del 25 per cento.

Secondo quanto riportato dalla ricerca, nel settore moda “continuano a essere determinanti gli acquisti high fashion, con un contributo crescente di abbigliamento sportivo e mass market”.
In progresso anche i settori simbolo del made in Italy, pur considerati ancora emergenti per la vendita online: il Food&Grocery con un incremento del 29% (530 milioni di euro), mentre l’Arredamento&Home living crescerà del 39% sfiorando i 570 milioni di euro.

La penetrazione dell’e-commerce nel 2016 raggiungerà il 5% delle vendite retail. E questo è un dato significativo e molto importante se si tiene conto che solo pochi anni fa la stessa percentuale era del solo 1,4%.

Ci si augura allora che le aziende possano velocemente attrezzarsi per colmare questo enorme gap con il resto del mondo E-Commerce, dotandosi di adeguate strutture interne per creare, sviluppare e gestire dei siti di E-Commerce aziendali, oramai sempre più necessari ed in linea con l’andamento futuro del mercato.

di Massimo Antinolfi (in foto)

PH CONSULTING S.r.L.
Massimo Antinolfi
Corso Milano, 30
20900 MONZA (MB)
Tel. +39 347 95 15 790
Email: mantinolfi@libero.it

Related posts:

  1. + 74.8%: cresce in Italia l’utilizzo da smartphone di siti e app del retail rispetto allo scorso anno
  2. Digital export: l’e-commerce come chiave di volta per le imprese italiane
  3. Fipe, cresce la voglia di mangiare fuori casa. In un anno spesi 76 miliardi
  4. Meet Magento Italy 2016 grazie ai “community events” +16% per l’e-commerce italiano