L’UNCONVENTIONAL SFILA IN PASSERELLA

Lug 12th, 2016 | Di Altri | Categoria: Editoriale


( vedi immagini all’interno) In questi giorni alcuni stilisti hanno scelto di presentare le loro nuove Collezioni in un modo innovativo, Unconventional.

Fendi ha fatto sfilare le sue modelle su di una passerella trasparente sopra le acque della Fontana di Trevi.

Ma nulla rispetto a quello che ha organizzato la Maison D&G. I due stilisti hanno letteralmente occupato e personalizzato tutta la città di Napoli. Tutti gli alberghi del lungomare occupati dallo staff, sfilate, cene di Gala, Eventi e tanto altro ancora organizzati ovunque in città.

Un modo innovativo ed emozionale per spostare la grande moda italiana al di fuori dei luoghi convenzionali, oltre le passerelle patinate di Milano, Parigi o New York. Portare le modelle tra la storia millenaria dei vicoli e delle piazze di una delle città più belle del mondo, è stata una scelta vincente di Unconventional Marketing per presentare al mondo le proprie ultime Collezioni.

I due stilsti hanno letteralmente abbracciato la città, si sono completamente immersi in essa sia con le loro creazioni ed i media pubblicitari realizzati ad-hoc, sia facendosi fotografare per le strade ed i vicoli, nel “ventre di Napoli”.

Per l’occasione sono stati creati dalla Maison anche tutta una serie di prodotti e gadget che esaltano l’Evento, creando nuovo Business e Collezioni da presentare al mondo.

L’immagine della città ne ha ovviamente beneficiato, ma anche la Maison ha tratto enorme forza comunicativa da essa e dalla particolarità dell’Evento. Un esempio eclatante di come l’Unconventional Marketing sta assumendo importanza nelle scelte strategiche comunicazionali delle aziende. In un mondo dove siamo sempre più bombardati da migliaia di messaggi al giorno, diventa indispensabile distinguersi per uscire dalla “marmellata pubblicitaria” attuale ed imporsi all’attenzione del pubblico e dei Media.

Originale anche la scelta di non “sparare nel mucchio”, ma concentrare geograficamente gli investimenti e di andare incontro al consumatore, anziché aspettare che sia lui che si avvicini alla griffe. Scendere per strada, tra la gente anziché restare chiusi nelle case davanti alla TV oppure in una location al coperto con una passarella al centro.

Ovviamente, l’Evento sta avendo un effetto virale sui Social a dir poco incredibile: migliaia di post, Tweet, video, commenti che non fanno altro che far rimbalzare la notizia ovunque nel mondo. Tutta pubblicità gratuita per i due stilisti che hanno indovinato la scelta e che hanno già dimostrato nel tempo la loro genialità e lungimiranza nelle scelte comunicazionali. Bravi, bravi, bravi…

In tanta magnificenza, consentitemi solo un ultimo piccolo commento: un plauso particolare va alle modelle che si sono districate con molta bravura ed eleganza tra i cubetti di porfido (i cosiddetti “cazzimbocchi” in napoletano). Abituate a sfilare sulle lisce e perfettamente piane passerelle internazionali, nonostante le loro caviglie di cristallo, hanno superato brillantemente questa difficile prova…

di Massimo Antinolfi (in foto)

PH CONSULTING S.r.L.
Massimo Antinolfi
Corso Milano, 30
20900 MONZA (MB)
Tel. +39 347 95 15 790
Email: mantinolfi@libero.it

Related posts:

  1. Twitter sfila alla #MFW. In prima fila per la settimana della moda
  2. i 5 principi fondamentali dell’unconventional marketing
  3. Solidea la calza fashion che procura benessere sfila a Milano