Scambi da 300 milioni tra Marocco e Lombardia

Feb 22nd, 2016 | Di Altri | Categoria: Primo Piano


Lombardia e Marocco, scambi per oltre 300 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015.

E a fronte di una diminuzione dell’export (-13%) cresce l’import (+31%). Il settore agroalimentare in particolare rappresenta da solo oltre un terzo delle importazioni (36,6%) e aumenta del 12,5% superando i 21 milioni di euro.

In particolare, i prodotti alimentari più importati sono pesci e crostacei lavorati e conservati (78% del totale del settore, +12,8% rispetto al 2014), ma anche carni e prodotti a base di carne (7,5%, +9,4%) e frutta e ortaggi (6,6%, +49%). Le esportazioni lombarde riguardano invece soprattutto macchinari (20% dell’export), ma anche prodotti chimici (18%, +13,6%) e tessili (12%, +2,3%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati Istat nei primi nove mesi del 2015 e del 2014.

Mantova è specializzata nell’import di carni, Como, Milano e Varese in quello di pesce e crostacei lavorati e conservati, Milano anche nelle importazioni di frutta e verdura, Sondrio nell’export di altri prodotti alimentari, tra cui zucchero, cioccolato, caffè, spezie e condimenti.

Aperte le iscrizioni per l’iniziativa della Camera di commercio di Milano con la sua azienda speciale Promos. La missione commerciale a Casablanca è in programma dal 7 al 9 marzo ed è rivolta ad aziende del settore agroalimentare. Prevista un’agenda personalizzata di incontri d’affari con operatori locali e controparti selezionate, B2B e visite a centri distributivi. Conclusa la missione è possibile richiedere un’attività di follow up sui contatti sviluppati. Per maggiori informazioni: www.promos-milano.it.

Related posts:

  1. Cina e Lombardia: scambi da 15 miliardi in un anno
  2. Oltre 200 milioni di euro, l’export lombardo in Nigeria
  3. Lombardia meno attrattiva per gli imprenditori svizzeri
  4. Lombardia, la mappa del design nel mondo +8% grazie a Stati Uniti, Cina, Emirati Arabi