Nobel 2016 per la Letteratura a Bob Dylan

Ott 13th, 2016 | Di Altri | Categoria: CATEGORIA B


Il Nobel per la Letteratura 2016 è andato a Bob Dylan, il grande cantautore di mitiche canzoni come Blowin’ in the wind, Hurricane, Mister Tamburine man, The Times They Are a-Changin
e Like a Rolling Stone.

La decisione è stato motivata dall’Accademia di Svezia con le seguenti parole: “per aver creato una nuova poetica espressiva all’interno della grande tradizione canora americana”.

Il 75enne cantautore statunitense è il primo musicista ad essere stato insignito del prestigioso premio, e succede alla scrittrice bielorussa Svetlana Alexievich

Nato in una famiglia di origini ebreo-lituane (vero nome Robert Allen Zimmerman), si avvicinò alla musica fin da giovanissimo, adattando lo pseudonimo Bob Dylan attorno ai diciott’anni, proprio in un tributo letterario al poeta Dylan Thomas.

Bob Dylan, sì, proprio lui. Perché i suoi testi, i suoi versi, l’immaginario poetico che prende vita nei suoi dischi sono coerenti con una lunga tradizione letteraria americana che passa attraverso John Steinbeck e Jack Kerouac, T. S. Eliot e i poeti beat come Ginsberg e Ferlinghetti, ma anche riferimenti d’oltreoceano, da Bertolt Brecht ad Arthur Rimbaud e Paul Verlaine.

E Dylan, menestrello certo, ma anche rock star ombrosa, a volte scostante, ma anch’egli icona di un’epoca, di un modo di fare musica, di proporre, in musica temi e riflessioni di grande attualità

Nel 2012 il presidente Barack Obama l’ha definito come “il più grande gigante della storia della musica americana“, ma sono infiniti gli artisti e gli studiosi che hanno sottolineato l’importanza della sua carriera nel forgiare le dinamiche culturali della musica rock e non solo.

Da anni si fa il suo nome appunto anche fra i candidati al Nobel, un fatto preso a volte con scetticismo e altre con grande entusiasmo soprattutto da parte di fan e critici.

Sara Danils, segretario permanente dell’Accademia di Svezia, ha dichiarato che quest’assegnazione non deve sorprendere: “Se andiamo indietro di 5mila anni, avevamo Omero e Saffo che scrivevano poesie per essere cantate, è la stessa cosa per Bob Dylan“.

Related posts:

  1. Addio a Dario Fo, giullare da Nobel, eccellente comunicatore