Orticola 2014 ai Giardini Indro Montanelli di via Palestro a Milano

Apr 14th, 2014 | Di Altri | Categoria: Eventi


Da Venerdì 9 a Domenica 11 maggio, tanti eventi “dentro e fuori Orticola” in calendario nella “La Primavera di Milano”. Le giornate di studi, le conferenze, le esposizioni e le mostre nei musei.

Il giardino della rosa italiana, i giardini dei vivaisti, gli ingressi “verdi” un nuovo concept per l’allestimento, gli incontri con gli esperti e i servizi al pubblico….ai Giardini Indro Montanelli.

Una delle più affermate e qualificate manifestazioni florovivaistiche nazionali. Più di 150 espositori italiani e stranieri con specie, varietà e collezioni di piante rare o dimenticate, arredi e artigianato.
Nell’ultima edizione i visitatori sono stati molto numerosi (circa 28000). Una primavera tutta speciale per l’Associazione Orticola di Lombardia, invitata a partecipare dal Comune di Milano al nuovo circuito della “Primavera di Milano”, con i propri appuntamenti “dentro e fuori Orticola”. Le novità della mostra-mercato per il 2014 partono dalla nuova scenografia alla doppia Giornata di Studi, dal Giardino della rosa Italiana ai Giardini dei Vivaisti, e poi un interessante e nutrito “Fuori Orticola”, e ancora momenti di incontro con gli esperti, i servizi ai visitatori e, come ogni anno, l’impegno e la competenza degli espositori, la varietà e la rarità delle piante esposte, la qualità e la cultura verde che Orticola vuole sempre comunicare e diffondere!

Fin dal 1865, anno della sua fondazione, Orticola è stata una delle prime istituzioni italiane a promuovere la conoscenza delle piante, dell’arte dei giardini e del paesaggio vegetale spontaneo. Attenta a tutti coloro che si interessano al mondo della natura, Orticola ha organizzato, nel corso degli anni, molti eventi, mostre, conferenze e incontri con specialisti per far conoscere nuove varietà botaniche e approfondire speciali tecniche di giardinaggio.

Il Giardino della Rosa Italiana
Orticola 2014, grazie a Vogue-Eyewear, marchio di proprietà di Luxottica Group, dedica un grande spazio alle rose italiane e ai loro ibridatori per riscoprire, valorizzare e divulgare questo patrimonio di cultura e di bellezza ancora “troppo poco” conosciuto. Oscurate dalla fama delle rose inglesi, francesi e tedesche, ma amate da collezionisti esperti, le rose italiane meritano di essere riscoperte da un pubblico più vasto. La rosa italiana ha infatti origini antichissime, come la Rosa di Paestum, oggi classificata come Rosa damascena ‘Bifera’, già citata nelle Georgiche di Virgilio composte tra il 37 e il 30 a.C., ma all’inizio dell’ottocento che inizia la grande stagione delle rose italiane e dei loro famosi ibridatori, come la ‘Bella di Monza’, creata da Antonio Giovanni Luigi Villoresi, all’epoca direttore dei Giardini della Villa Reale di Monza, o la rosa ‘Strambio’ ibridata da Giovanni Casoretti nel 1824 e dedicata a Gaetano Strambio, medico fautore della lotta alla pellagra. E ancora le 38 rose diverse di Domenico Aicardi, quelle di Quinto Mansuino o dei sei fratelli Giacomasso che esportarono le loro produzioni in tutta Europa.

Alla mostra-mercato sono presenti 95 piante di rose per un totale di 59 varietà diverse ibridate da 16 ibridatori (alcuni rimasti sconosciuti nel corso degli anni) che sono state create, in più di 100 anni, tra il 1909 e il 2011/2013, vale a dire dalla ‘Variegata di Bologna’ di Bonfiglioli alle ultime di Barni e di Pantoli. I vivai presenti a Orticola con rose italiane sono 7 con una disponibilità media di 15 varietà ciascuno. Si tratta quindi di un considerevole numero di rose italiane che permette di presentare al pubblico milanese una bellissima e notevole selezione di queste piante, dove spicca un’ibridata prima del 1830, la rosa “Ruga”.

Il Giardino dei vivaisti
Ancora una volta Orticola si propone come divulgatore del settore botanico, allestendo 17 giardini grandi e piccoli con la collaborazione tra giovani paesaggisti e vivaisti specializzati che, con le piante di loro produzione, mostrano come realizzare un piccolo giardino e le buone associazioni tra le piante esposte, abbinando le peonie sia con le erbacee perenni sia posizionandole accanto agli aceri, e poi le succulente con le graminacee e le fucsie con le hoste. Capire come possono convivere le clematis con le rose e apprezzare il profumo della lavanda abbinato a quello degli agrumi, e ancora i salici intrecciati con i gerani e i rosmarini allestiti nei vasi pugliesi, sono solo alcuni degli esempi che si potranno ammirare in un percorso studiato che si delinea tra i viali della mostra.

Gli ingressi “verdi”
Novità 2014 sono gli allestimenti “verdi” e floreali ai tre ingressi della mostra-mercato affidati alle mani di vivaisti esperti e di paesaggisti creativi, per dare al pubblico la sensazione di entrare nel Giardino Fantastico di Orticola. Un’architettura con piante in forma e rose cinesi realizzata dai Fratelli Cappellini e ideata da Marco Bay, accoglie i visitatori alla porta di piazza Cavour, mentre un tunnel di profumati gelsomini disposti come siepi, realizzate dai Fratelli Ingegnoli, orna l’ingresso di via Palestro e invece, presenti al cancello di via Manin, si ammirano glicini e buxus in un disegno di Silvia Ghirelli, realizzato da Piergiorgio Minari grazie all’impegno di All’Origine.

I servizi per i visitatori
Anche per il 2014 sono attivati una serie di importanti e utili servizi per il pubblico, a partire dalla vendita online con lo sconto, mantenendo invariato il costo dei biglietti d’ingresso a 8.00€, anziché 9.00€, se acquistati online su www.orticola.org. Inoltre il deposito piante, per lasciare i propri acquisti in attesa del ritiro, la consegna a domicilio di fiori e piante grandi e ingombranti, il servizio carriole fai da te e il servizio di trasporto all’interno della mostra.

I partner di Orticola
I partner che accompagneranno l’Associazione Orticola di Lombardia nella realizzazione della Mostra Mercato Orticola 2014: accanto all’ormai storico, Ceresio Sim (dal 2011 e per il triennio 2014-2016) vi è la conferma della forte collaborazione con AssoBirra e della presenza di Eberhard & Co. che sostiene il blog e Fratelli Carli con un nuovo progetto. Terrazze di Liguria. Una linea di prodotti per il corpo che trae origine dal territorio ligure, con l’obiettivo di valorizzare la sapienza agricola e artigianale locale, attraverso la coltivazione e la lavorazione di materie prime autoctone, promuovere la filiera corta e sostenere l’ambiente. Tutta la coltivazione, il raccolto e la produzione avvengono nella provincia di Imperia, nella Riviera dei Fiori che ritorna così ad essere valorizzata nella sua vocazione agricola e botanica. Tra le referenze che segnano il debutto di “Terrazze di Liguria”: Olio idratante da bagno, Olio da massaggio tonificante, Olio antiaging corpo. Prodotti studiati per donare alla pelle un’intensa sensazione di benessere. Nella formulazione di ogni referenza si incontrano, sapientemente mixati, l’olio extra vergine DOP Riviera Ligure Riviera dei Fiori con gli oli essenziali di rosmarino, lavanda e borragine, dalle conclamate proprietà officinali per il corpo e per la mente. Ideale per tutte le fasce d’età, i prodotti “Terrazze di Liguria” saranno particolarmente amati da coloro che ricercano un prodotti autentico, con una maggiore consapevolezza nei confronti dell’ambiente, dei consumi e dello stile di vita.

Un ringraziamento speciale va al Comune di Milano e a tutti gli assessorati coinvolti nella nostra attività quotidiana nonché alla Provincia di Milano.

Mariella Belloni

No related posts.