La parola dell’anno è ‘Post Verità’: non più fatti, ma emozioni !

Nov 21st, 2016 | Di Altri | Categoria: Breaking News

Insomma il pubblico ascolta quello che desidera o preferisce ascoltare e non quello che è in realtà: tutti oggi siamo più portati a credere a ciò che siti e persone a noi care ci raccontano piuttosto che ai fatti oggettivi

Frantumata la fede nel nesso verità-realtà ( come afferma Gianni Riotta su La Stampa) che si è ribaltato: “Ex falso sequitur quodlibet”, dal falso deriva ogni cosa indifferente. La massima medievale anticipa l’era della ‘Post verità’ nella quale un solo 1% di falkso basta a rendere incredibile il 99% di vero.

Mark Zuckemberg assicura che solo 1% di quel che gira su Facebook è falso contro un 99& di vero, ma questo 1% anzichè innocuo come vorrebbe il fondatore del libro delle facce, è comunque letale in quanto non sappiamo dove si nasconda e quindi finiamo con il dubitare di tutto l’insieme

Nell’immagine sottostante trovate il resto delle parole finaliste in lizza per il titolo di parola dell’anno 2016

Related posts:

  1. Associazione italiana ricerche di mercato: nello scorso anno il fatturato è cresciuto dell’1,9%
  2. Generali Italia vince il Cerchio d’Oro come “Compagnia di assicurazione innovativa dell’anno”
  3. Il social più bello e concreto è…
  4. General Electric Healthcare eletta “Azienda dell’Anno 2016″