Quando i consumatori apprezzano i Branded content

Mar 16th, 2016 | Di Altri | Categoria: Indagini e Sondaggi


Mentre il native advertising si prepara a conquistare l’Europa entro il 2020 e il content marketing si sviluppa, dando vita a emblematici casi di successo, è importante iniziare ad analizzare la reazione dei consumatori ai branded content. I contenuti di marca sponsorizzati, o usando un neologismo brandizzati, impattano infatti sulla percezione della persona più o meno positivamente in base ad alcune caratteristiche, aprendo a possibili grandi vantaggi.

Ecco i principali punti emersi dalla survey, che portano in luce tutto il potenziale di marketing della formula:

- Il mobile è più efficace del desktop quando si tratta di impattare e influire sulle intenzioni di spesa.
- Il gradimento nei confronti di un marchio è rafforzato grazie a tali contenuti, il cui maggior rischio può essere quello di apparire forzati e poco autentici.
- Una bella storia brandizzata è un passatempo piacevole al pari di un contenuto editoriale, con un investimento di tempo medio equivalente, pari a circa 2 minuti e mezzo.
- Anche i brand meno conosciuti ci guadagnano, con gli intervistati che dopo la fruizione del contenuto si dichiarano più propensi all’acquisto in egual misura rispetto ai brand più noti.
- Un contenuto di qualità darà il via al passaparola, anche se è di brand. L’81% del campione ha infatti apprezzato quanto visto e/o letto, dichiarandosi al 75% interessato a fruire nuovo contenuto e al 63% intenzionato a condividerlo con gli altri.

Related posts:

  1. Il 47° Key Award all’Università IULM di Milano ha premiato l’advertising e il branded content & entertainment in tv e radio
  2. Le 7 regole del content marketing per il 2016
  3. Fashion industry: quando è il negozio fisico a far volare l’online
  4. Nasce il “content retail”