RDS smentisce la radiovisione

Giu 28th, 2017 | Di Altri | Categoria: Radio


Per Maurizio Costanzo, decano dei giornalisti italiani sul piccolo schermo, intervistato dallo scrittore Simone di Biasio nel saggio “Guardare la radio” (Mimesis; 2016), la radiovisione è “una radio che studia la televisione”. Rispondere alla domanda “Che cos’è la radiovisione?” non è più un passaggio obbligato ma una relazione sintetica per quanto siamo abituati a vedere oltre che a sentire. Ora è necessario passare la mano su un’altra questione e chiedersi: Chi è in radiovisione? O meglio: Chi manca in radiovisione?

La storia della radiofonia attuale dice che i network hanno visto aumentare il numero di ascolti grazie alla trasformazione televisiva. Questo dato è conservato nei bar, ristoranti, autogrill e in altri luoghi che sostituiscono le casse con i monitor in diffusione audiovisiva. La radio del duemila e oltre non è più circoscritta all’ascolto ma ha assunto un importante connotato per gli occhi. Insomma, con la radiovisione impariamo a conoscere il volto e le abitudini dei nostri speaker preferiti.

Chi pregustava l’approdo di Rds in Tv dovrà presto tornare alla realtà. Nelle scorse ore sembrava cosa fatta l’ingresso della radiovisione anche per il gruppo radiofonico che si divide tra Roma e Milano. La possibilità sembrava ghiotta e paritaria rispetto ad altri network che si sono già seduti al tavolo della radio ripresa dalle telecamere.

A smentire la notizia ci ha pensato Massimiliano Montefusco, figlio dell’editore Eduardo, e General Manager del gruppo Radio Dimensione Suono, in una nota ripresa in esclusiva dal sito primaonline.it: “Smentisco categoricamente – dice Montefusco – e come già detto in passato, riteniamo non strategico percorrere l’investimento per un canale televisivo”. Niente radiovisione – almeno per adesso – ad accompagnare il percorso di Rds che, comunque, già si è fatta vedere nel piccolo schermo con l’Academy. “La confusione – si legge ancora nella dichiarazione – deve essere stata generata dai lavori per il nuovo building per la produzione dei contenuti multimediali Rds, che sarà inaugurato in autunno a Milano”.

Copertura o smentita definitiva? Lo sapremo presto. L’estate è appena cominciata e le novità sul fronte radiofonico arriveranno presto.

No related posts.