La ripresa si legge attraverso pile e rifiuti elettronici

Mar 21st, 2016 | Di Altri | Categoria: Primo Piano


Forse, a ben vedere, la ripresina dell’economia italiana andrebbe letta più nel diario quotidiano dei cittadini e delle imprese che non nei numeri forniti dal governo.

E’ il caso dello smaltimento delle pile esauste e dei rifiuti elettronici.

Nel bilancio di Erp Italia – la filiale italiana del consorzio europeo European Recycling Platform –, principale smaltitore nazionale di spazzatura elettronica, si legge che nel 2015 sono state raccolte e avviate ai relativi trattamenti 26.759 tonnellate di Raee (Rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche o, più semplicemente, rifiuti elettronici), il 7 per cento in più rispetto al 2014. E già questo indica che nel Paese c’è stato un aumento della domanda di elettrodomestici e di elettronica di consumo.

Analizzando i dati di settore, si nota che il raggruppamento R2, che comprende lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, forni a microonde, è cresciuto del 19 per cento. Per il raggruppamento R4, in cui rientrano i rifiuti di stampanti, personal computer, piccoli elettrodomestici, giocattoli elettrici ed elettronici ed elettronica di consumo in genere, l’incremento annuo è stato addirittura del 27 per cento.

Positivi anche i dati relativi alla raccolta delle batterie portatili esauste di provenienza domestica (Rpa, rifiuti da pile e accumulatori): Erp Italia ne ha avviato al trattamento finale 1.308 tonnellate, l’11 per cento in più rispetto al 2014.

Non meno significativi, però, sono i dati sul fronte della spazzatura elettronica delle imprese italiane: i Raee professionali sono passati da 608,7 a 846,9 tonnellate, pari a un +28 per cento di incremento annuo.
via http://www.repubblica.it/

Related posts:

  1. L’accesso all’Home Banking avverrà attraverso i social
  2. Più del 34% degli italiani legge regolarmente i quotidiani. 2,1 milioni i lettori delle versioni digitali
  3. Mercato dell’auto in ripresa
  4. Cresce la “carne bianca” spinta dall’attenzione alla salute