Smart city d’Italia, Milano in volata con Bologna e Venezia al passo

Ott 27th, 2016 | Di Altri | Categoria: Primo Piano


Milano corre, Bologna tiene il passo, Venezia emerge: lo scenario delle smart city d’Italia, cioè delle città che hanno saputo avviare processi di innovazione per perseguire obiettivi di crescita e miglioramento della qualità di vita dei cittadini e delle imprese, vede il prevalere delle grandi e medie città del Nord, con un Sud che, pure con dinamiche di crescita che ne riducono le distanze, è ancora indietro.

Le smart city sono laboratori di innovazione anche sociale
Ma secondo Forum PA, che anche quest’anno ha realizzato ICity Rate, il rapporto che misura “l’intelligenza” di 106 comuni capoluogo italiani, una città “smart” non è più solo una città avanzata sul fronte della tecnologia digitale: il concetto di città intelligente si è evoluto fino a includerne le caratteristiche di innovazione sociale che la rendono piattaforma in grado di sostenere uno sviluppo di lungo termine. Per esempio, la capacità di attrarre talenti e generare imprese innovative, di attrarre finanziamenti europei per la ricerca e l’innovazione, di agevolare l’uso sociale degli spazi pubblici, di attivare reti e relazioni per la sostenibilità, di accogliere e gestire i flussi migratori, di garantire sicurezza e legalità. E il rapporto ICity Rate riflette questa evoluzione nei 105 indicatori statistici utilizzati per analizzare le città secondo 7 dimensioni: economia, vivibilità, ambiente, capitale umano, mobilità, governance e legalità.

Le 10 città più avanzate
Anche quest’anno Milano si conferma la città più smart d’Italia, con un primato che si esprime soprttutto nelle dimensioni della vivibilità, del capitale umano e dell’economia. La città investe infatti guardando all’economia collaborativa e alla social innovation: per esempio, attraverso la concessione di spazi, il sostegno economico a progetti e imprese, la creazione di reti di innovatori e la definizione di nuove politiche urbane. Bologna maniene il secondo posto grazie soprattutto all’eccellenza nella governance, fatta di partecipazione, open data, nuovi strumenti di programmazione, stabilità economica e capacità gestionale. Terza Venezia, che guadagna due posizioni per effetto dell’ottimo posizionamento nella mobilità e del miglioramento nelle dimensioni del capitale umano, della governance e dell’economia. A brevissima distanza segue Firenze, che eccelle nella dimensione capitale umano ma perde terreno in tema di ambiente e legalità. Al quinto e sesto posto Padova e Torino, seguite dalle 4 città di medie dimensioni – Parma, Trento, Modena e Ravenna – che chiudono la parte alta della classifica.

Le città che alimentano l’innovazione dei territori
Le altre città metropolitane del paese rimangono invece indietro: Roma è ferma in 21° posizione, Genova sale di tre posizioni e arriva al 26° posto, Cagliari è in 54° posizione, Bari alla 65° e Palermo all’86°. Napoli scende all’89° posto, seguita solo da Catania (95°) e Reggio Calabria (104°). Le città metropolitane del nord, dice il report, rafforzano il proprio ruolo guida nello sviluppo del paese, fungendo da hub per il territorio circostante e alimentando la competitività e l’innovazione di intere aree del paese. Quelle da Roma in giù sembrano invece vivere isolate, senza riuscire a innescare meccanismi virtuosi di sviluppo delle aree circostanti.

Il Sud riduce le distanza con punte di eccellenza
In generale però il Sud riduce le distanze con le altre aree del paese a partire da Cagliari, la prima città del meridione che sale di 6 posizioni grazie la miglioramento nelle aree del capitale umano, della governance, delle vivibilità e della legalità. Guadagnano posizioni anche Matera (+12), Pescara (+5), Bari (+4), Lecce (+5), Oristano (+1) e Potenza (+2). Siracusa sale di ben 16 posizioni superando Palermo e Catania ed esprimendo le migliori performance in indicatori quali la riduzione della dispersione idrica, l’equilibrio occupazionale di genere, l’accessibilità degli istituti scolastici e la bassa presenza di giornalisti e amministratori minacciati.

via http://www.eventreport.it

Related posts:

  1. PittaRosso racconta la vita di ogni giorno… passo dopo passo!
  2. Con un city laser show a Milano Samsung presenta il nuovissimo Galaxy S7
  3. Milano è la 28esima città più cara al mondo
  4. Progetto Start City: intervista a Veronica Nicotra