Sotto un cielo di stelle la IV edizione di “Masserie sotto le stelle”

Lug 17th, 2014 | Di Altri | Categoria: Location


Un sogno a cielo aperto. Laboratori didattici, degustazioni e tanto divertimento

In migliaia nelle Masserie Didattiche che hanno illuminato la prima notte d’estate. Le Masserie Didattiche disseminate sull’intero territorio regionale hanno mostrato la Puglia rurale in tutto il suo splendore
Anche quest’anno, “Masserie sotto le stelle”, con la riscoperta delle tradizioni e delle memorie della Puglia rurale ha registrato uno straordinario successo di pubblico. L’appuntamento con le Masserie Didattiche di Puglia, giunto alla quarta edizione, organizzato dall’Area Politiche per lo Sviluppo Rurale della Regione Puglia, in collaborazione con l’Area Politiche per la Promozione del Territorio, dei Saperi e dei Talenti ha entusiasmato ed emozionato gli oltre 13.000 ospiti tra turisti e giornalisti nazionali provenienti prevalentemente dal Nord Italia, ed internazionali provenienti da Germania, Francia, Inghilterra, Olanda, Ungheria e Russia. Un’occasione e un’esperienza uniche per rivivere le peculiarità dell’agricoltura pugliese grazie alle magiche atmosfere in cui le antiche strutture di Puglia hanno accolto i visitatori accompagnandoli in un percorso multisensoriale di conoscenza storica e rurale di questa terra.
Spettacoli teatrali, percorsi guidati, musica, canti e danze popolari (pizzica e taranta) hanno fatto da sfondo ad una notte a contatto con la natura. Ad insaporire la prima notte d’estate, le degustazioni di prodotti a “km 0” per educare il palato alla genuinità delle produzioni autoctone, per assaporare, nella semplicità dei piatti tipici locali, tutto il trionfo dei sapori dell’enogastronomia d’eccellenza pugliese.

L’iniziativa “Masserie sotto le stelle” vuol essere un tuffo nella civiltà contadina, un’esperienza che coinvolge tutti e cinque i sensi

Promuovere le attività delle Masserie Didattiche pugliesi equivale a dare maggiore impulso alle potenzialità turistiche locali. “Quando la Regione Puglia pensò alle Masserie Didattiche immaginò un futuro assetto dell’agricoltura capace di spronare il settore ma anche diversificare il reddito e rendere appetibile, dal punto di vista turistico, il grande patrimonio rurale e di autenticità della nostra terra - ha affermato l’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni -. Masserie sotto le stelle racconta di una intuizione diventata successo confortato dai numeri e dal costante trend di presenze turistiche in ascesa che scelgono la Puglia anche per vivere queste esperienze di vacanza a contatto con la natura, ma anche con uno stile di vita e un codice esperienziale ricco di suggestioni. Masserie sotto le stelle è tutto questo: condensato in una sola notte in cui la Puglia ha saputo raccontarsi, a turisti italiani e stranieri, fiera del suo passato, orgogliosa delle sue produzioni di eccellenza a Marchio di Qualità, impegnata nel suo presente e produttiva, capace e innovativa nella sua proiezione futura. In una notte - conclude - magica, suggestiva, ma anche dalla grande forza culturale ed economico-produttiva”.

Nella notte del solstizio d’estate si sono aperti i portoni delle antiche dimore rurali di Puglia per scoprire l’arte della tradizione pugliese attraverso laboratori didattici dedicati alla trasformazione e produzione di formaggi, marmellate, sott’oli. Dal Gargano al Salento le Masserie Didattiche di Puglia si sono vissute a 360° tra passeggiate a cavallo o in mountain bike nell’Alta Murgia per riscoprire paesaggi e sapori autentici con i ritmi slow della bici.

Dalla terra di Bari all’Alta Murgia per “Masserie sotto le stelle”

A Rutigliano, poco distante dal centro urbano, completamente immersa nella campagna e circondata dalle tipiche coltivazioni della zona quali vigneti, uliveti e ciliegeti, sorge la Masseria Lama San Giorgio. L’edificio risalente al 1.700, confina con l’Area Protetta “Parco della Lama San Giorgio”, dove è possibile fare escursioni per ammirare la tipica flora mediterranea e dove è facile incontrare piccoli animali selvaggi. La cucina dell’agriturismo, legata alla tradizione gastronomica pugliese offre anche la possibilità di piatti e prodotti per soggetti affetti da celiachia, è infatti certificato dall’Associazione Italiana Celiachia. Le visite alla lama, i laboratori di trasformazione della farina in pane e pasta, del latte in formaggio, della frutta in confettura, i laboratori di cucina, l’osservazione dei cicli di produzione dell’oliva e dell’uva da tavola e la possibilità di visite al museo archeologico ed ai “laboratori figuli” di Rutigliano, rappresentano le molteplici possibilità didattiche e formative che la masseria offre. Le stanze confortevoli e riservate. Quiete e tranquillità sin dal primo momento, assicurano un soggiorno perfetto sotto ogni aspetto. www.lamasangiorgio.it

Tenuta Pinto - country house, masseria resort, azienda agricola

Come un’antica casa di campagna, immersa in un paesaggio rurale rigoglioso con una splendida vista sul blu del mare, Tenuta Pinto è pietra che respira storia, è bianco che trasmette passione, è natura che avvolge, è pace che conquista. La tenuta risale al 1729, apparteneva alla nobile famiglia molese degli Alberotanza, che nella stagione estiva visto che le dame non potevano andare a mare, si rinfrescavano in campagna. La tenuta è situata nel poggio delle antiche ville, e fa parte dell’ecomuseo, uno dei primi nel Sud Italia. La chiesetta risale al 1925 e veniva usata dai proprietari per i sacramenti famigliari e per la cerimonia settimanale. Tenuta Pinto è radici che affondano nell’esperienza ed è passione trasmessa di generazione in generazione. I rami e le foglie di questo virgulto sono l’innovazione, la creatività, la gioventù che trasudano voglia di fare dal seno di un’azienda a conduzione familiare. Un’emozione che si declina in mille splendide forme, perché Tenuta Pinto possiede tante anime: quella di resort, quella di country house, di agriturismo e di azienda agricola. Di grande fascino e suggestione, è una piacevole fusione di eleganza, tranquillità, sorpresa, ed è anche la cornice ideale per ricevimenti di nozze, banchetti, cene romantiche e gustose all’ombra dei profumati alberi di arance. A bordo della piscina si possono festeggiare le proprie ricorrenze, al suo interno ci si può abbandonare al riposo, godendo del piacere rinfrescante e rigenerante dell’acqua. Il giallo del sole caldo e il blu dell’acqua cristallina ben si sposano tra loro, soprattutto in Puglia. Confortevoli e spaziose arredate con stile e gusto le camere della Tenuta Pinto sono intonate ad una vacanza all’insegna del relax e del comfort. www.tenutapinto.it

La bella Masseria di Conversano protagonista di Masserie sotto le stelle 2014

La manifestazione ha visto la partecipazione della splendida realtà di Masseria dei Monelli. Siamo in campagna vicino al paesino di Conversano. Ristrutturata nel 1990 dallo stato di rudere abbandonato, è oggi accudita con cura. E’ circondata da coltivazioni biologiche di ciliegi, mandorli, olivi, alberi da frutta e una grande quercia. Esternamente, il B&B Masseria dei Monelli, ha una grande aia, dove si puliva il grano, il pozzo per la raccolta dell’acqua piovana, un pergolato col glicine, arbusti autoctoni mediterranei, piante officinali, poiché la proprietaria si occupa di botanica e erboristeria. L’antico fabbricato in pietra dispone di ampi e suggestivi spazi che testimoniano i caratteri della ruralità pugliese: il cortile interno in pietra dove si aprono l’ex stalla e l’antico granaio, ora a disposizione per le attività. È masseria didattica, infatti è sede dell’Associazione Culturale Masseria dei Monelli e della Cooperativa Sociale “In Puglia?”. Qui bambini e ragazzi vi giungono con le scuole per imparare divertendosi nei laboratori legati alle nostre radici, al pane, al formaggio alle erbe spontanee, al gioco. www.masseriadeimonelli.it

Archeologia - Altamura - Masseria Losurdo

Posta in prossimità di un tratto dell’Appia Antica, la Masseria Losurdo è una tipica masseria fortificata “a corte” risalente al 1700. Situato sulla strada provinciale per Laterza, l’agriturismo Losurdo è un’azienda a conduzione familiare, agricola zootecnica biologica, alleva ovini, animali di bassa corte e pony. Il posto giusto dove assaporare prodotti genuini e godere delle bellezze del territorio. La famiglia custodisce anche un museo apogeo della civiltà contadina pugliese e tiene laboratori archeologici. Nelle immediate vicinanze dell’azienda è possibile visitare la Cripta di Jesce (XIV secolo) e le Grotte di Pisciullo con i suoi insediamenti preistorici. www.agriturismomasserialosurdo.com

Lenticchia di Altamura e produzione di miele e pappa reale

A poche centinaia di metri dal Parco dell’Alta Murgia, troviamo una tipica struttura dell’Alta Murgia, la Masseria didattica Redenta, allocata in felice posizione su di un poggio, da cui si ammirano i campanili della Cattedrale Federiciana di Altamura ed i monti della Lucania. E’ un’azienda agricola polifunzionale, esclusivamente a conduzione familiare, di proprietà della famiglia Stasolla dai primi anni del ‘900. Le sue attività spaziano dall’allevamento delle api e produzione di miele e pappa reale, alla coltivazione di lenticchia varietà gigante. E’ dotata di un orto botanico delle erbe aromatiche e di un boschetto, luogo di relax e di piacevoli pic-nic con prodotti tipici e genuini. www.masseriaredenta.it

“Rural Night”, sabato tutti a Masseria Chinunno

Immersa nell’incantevole scenario proprio dell’Alta Murgia barese, tra le sinuose colline che caratterizzano il paesaggio, circondata da immense distese di verde accarezzate dal vento e baciate da caldi e dorati raggi di sole, sorge “ Masseria Chinunno”. Prestigiosa azienda zootecnica e agrituristica, offre ai suoi ospiti la possibilità di trascorrere piacevoli giornate, fatte di natura, relax e genuinità. Specializzata nell’ambito del turismo didattico e scolastico, l’azienda organizza visite guidate di rilevante interesse storico-culturale e piacevoli corsi di cucina; si propone pertanto, come luogo ideale per apprendere la suggestiva realtà propria di una masseria. www.masseriachinunno.it

Tra campi seminati e pascoli sterminati, masserie, casali, casedde, pagliari e trulli sorgono ancora oggi numerosi, quali luoghi del vivere rurale.

Nel cuore del caratteristico altopiano barese, a ridosso del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, a pochi chilometri dai più importanti siti storici, archeologici e naturalistici, l’Azienda Agricola-Masseria Didattica Amicizia, di 100 ettari, è un’antica masseria di collina a conduzione familiare di proprietà della famiglia Caponio. “Certificata biologica”, nasce principalmente ad indirizzo zootecnico, con l’allevamento di mucche, pecore e maiali. Oggi, una dinamica realtà ricettiva, mette a disposizione la sua grande esperienza e la lunga tradizione di chi vuol condividere la grande passione per la natura, la genuinità e il territorio. Nel 2004 l’azienda diventa “Masseria Didattica” ospitando nella propria struttura gruppi di scolaresche di vario livello per divulgare le realtà agricole/alimentari dimenticate. Nel 2008 “L’Amicizia” viene riconosciuta dalla Regione Puglia al 1° posto nell’Albo delle Masserie Didattiche. www.amicizia.it

L’azienda agricola della famiglia Dellorusso ha ospitato la tappa bitontina della rassegna regionale

Laboratori, degustazioni, visite guidate che hanno permesso a tante famiglie di conoscere meglio una realtà spesso misconosciuta. A Mariotto, nella Murgia barese si trova la Masseria Didattica Donna Francesca, un’azienda agricola a conduzione familiare, tramandata da tre generazioni, cultori della coltivazione del mandorlo, ulivo, ciliegio e altri alberi da frutta, attiva in tutta la filiera agricola, dalla coltivazione alla trasformazione dei suoi prodotti, garantendone l’autenticità e la genuinità. www.feudodeiverita.it

L’Agriturismo Pilapalucci vi accoglie nella sua masseria nel comune di Bari, a poca distanza da Altamura sulla statale che collega le città di Bari e Matera

A Torrito, nel barese si erge la Masseria Didattica Storica Pilapalucci. L’antica corte dei cavalli, il mastio, la torre per i piccioni viaggiatori, gli alti muri di pietra fanno di questa masseria un esempio incantevole di architettura “a pignon”, immersa in boschi di querce, mandorli ed ulivi. Muretti a secco, trulli, terrazzamenti e tratturelli rendono il paesaggio un libro aperto della natura e della storia, in cui l’attività umana ha interagito nel modo migliore con una natura aspra ma affascinante. La dimora è appartenuta alla Famiglia D’Urso dalla fine del XVI secolo. L’attuale proprietaria, l’Avv. Emilia D’Urso, coordinatrice del Presidio di Slow Food “Mandorla di Toritto”, è impegnata nella rivalutazione delle eccezionali cultivar autoctone di mandorle “Filippo Cea” ed “Antonio Devito”. Le camere, che godono dell’affaccio su un terrazzo con vista panoramica sul Parco Nazionale dell’Alta Murgia, sono arredate con la raffinatezza propria di casa di campagna dell’aristocrazia locale. I mobili, in gran parte originali dell’antica dimora, ricreano un’atmosfera d’altri tempi ma con comfort e servizi dei nostri giorni. Il breakfast stupirà per le leccornie di alta qualità, tra cui l’eccezionale latte di mandorle. www.pilapalucci.it

Mariella Belloni

Related posts:

  1. Sipario Musicale e FAI: una vacanza romana a cinque stelle