Le tendenze del retail per il 2016

Mar 8th, 2016 | Di Altri | Categoria: Primo Piano


Demandware ha analizzato i dati globali degli oltre 400 milioni di clienti che transitano sui 1300 siti di eCommerce che si servono della sua piattaforma cloud, compreso il valore lordo delle merci, i giorni di picco per gli acquisti, il tasso di sconto e la quota di mercato da dispositivi mobili nei settori moda, lusso, abbigliamento, bellezza e salute. I numeri sottolineano l’incessante ascesa degli smartphone: due terzi della crescita degli ordini avviene tramite mobile.

Nel 2015 lo smartphone è diventato lo strumento preferito dagli utenti che acquistano online e in termini numerici ha superato anche il tablet: da gennaio 2015 a dicembre 2015 la quota degli ordini da smartphone ha registrato una crescita pari al 41%, passando dal 17% al 24%.

Di seguito i 3 trend che muoveranno il settore nel 2016:
Nel 2016 il termine omni-canalità diventerà quasi obsoleto e fuori moda. Il numero di acquirenti che comprano prodotti da più canali su più dispositivi supererà quello di chi acquista su un unico canale. L’omni-canalità sarà sostituita da un termine più adatto: commercio unificato.
Grazie soprattutto all’integrazione tra eCommerce e social media, in Nord America la generazione Z, i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 17 anni, rappresenterà la quota più importante dell’eCommerce. La semplicità dei sistemi di pagamento come il Touch ID, il lettore di impronte digitali presente sui dispositivi mobili, consentirà agli adolescenti l’accesso al conto dei genitori, eliminando la necessità di avere una propria carta di credito fisica.
Il 2016 sarà l’anno in cui la maggior parte dei retailer si sposterà da decisioni basate sulle intuizioni a quelle fondate su analisi dei dati, un trend che porterà a una forte carenza di talenti di “data expert”, già di per sé scarsi.

Il 2016 sarà anche l’anno del ritorno del Push Marketing. I rivenditori cercheranno di rimuovere possibili elementi di attrito nel processo di acquisto e abilitare i clienti all’acquisto non solo nel negozio fisico e online, ma anche nel momento stesso dell’interazione.

Related posts:

  1. Le tendenze digitali che influenzeranno l’innovazione di servizi e prodotti nel 2015
  2. Retail: è il momento di innovare
  3. + 74.8%: cresce in Italia l’utilizzo da smartphone di siti e app del retail rispetto allo scorso anno
  4. Smartphone sempre di più ma fatturato piatto