WE LOVE MADE IN ITALY. La settimana della moda è tutta da gustare

Feb 14th, 2014 | Di Altri | Categoria: Eventi


In seguito al successo riscontrato al suo lancio come formula pilota nel settembre 2013, durante la settimana di Milano Moda Donna, l’evento Good Food in Good Fashion ritorna per una nuova edizione a febbraio 2014, dal 19 al 24 del mese, sempre per la Milano Fashion Week. In nove dei più prestigiosi hotel lusso di Milano, sarà possibile gustare i nuovi “fashion appetizers” di Good Food in Good Fashion, ideati con maestria dagli Executive Chef di casa.

Di seguito in nomi delle 8 le location di lusso dove tutti i giorni, alle ore 19 si svolgerà l’evento,: Armani Hotel Milano, Hotel Boscolo Milano, Bulgari Hotel Milano, Hotel Château Monfort, Four Seasons Hotel Milano, Hotel Magna Pars Suites Milano, Hotel Principe di Savoia, The Westin Palace Milan.

Good Food in Good Fashion è un progetto promosso dall’Associazione Maestro Martino, rappresentata dallo Chef Carlo Cracco e istituita per promuovere il territorio lombardo e le sue eccellenze, attraverso la Cucina d’Autore. L’Associazione, col patrocinio della società Expo 2015 e di Regione Lombardia, ha dato vita a questo progetto coniugando abilmente tre universi paralleli che sono il Food, il Fashion e l’Imprenditoria Agricola Lombarda, in uno straordinario mix di opportunità. L’evento è solo una delle iniziative del format Milano Gourmet Experience, attraverso il quale l’Associazione Maestro Martino intende promuovere e qualificare l’offerta enogastronomica territoriale, elevandola a eccellenza culturale del nostro Paese. Nel palinsesto sono previsti altri eventi che si realizzeranno in occasione della Design Week e le altre Fashion Week milanesi, seguendo un programma che continua fino a Expo 2015. Nella città sarà presentato un percorso con una trama narrativa che permetterà al cittadino e al visitatore internazionale di comprendere la complessità e il valore del concetto di Made in Lombardia, fatto di creatività, intraprendenza, stile, innovazione. Una costante successione di appuntamenti ad elevato contenuto esperienziale.
“La Lombardia è la prima regione agricola e agroalimentare d’Italia e fra le prime tre in Europa per quantità e qualità delle produzioni. Il fatturato dell’agroalimentare lombardo ha superato i 12,2 miliardi di euro, con un export che sfiora i 5 miliardi.” afferma Gianni Fava, Assessore all’Agricoltura Regione Lombardia. “Storia, tradizione e tecnologia costituiscono le basi per i 29 prodotti certificati, di cui 17 Dop e 12 Igp, la cui qualità è riconosciuta in Italia e a livello internazionale, oltre a 5 Docg, 22 Doc e 15 Igt nel settore del vino. Milano non è soltanto Design e Fashion, ma anche la capitale dell’Agricoltura e del Food che esporta nel mondo il Made in Italy. Un patrimonio che proietta nel mondo l’immagine vincente di un Italian Style che parte dalla terra e – grazie alla grande Cucina d’Autore - arriva al palato. Il ruolo delle istituzioni, a partire dalla Regione, sarà quello di promuovere le grandi risorse di Milano Food, Fashion & Design, attraverso il Manifesto lombardo contro la contraffazione”
La nuova edizione 2014 si propone in una nuova veste “Fashion” grazie al contributo del fotografo di moda Giovanni Gastel che ha voluto concedere all’iniziativa l’utilizzo di una sua immagine: una silhouette di donna con fusilli “untitled” - “Ho sempre cercato di raccontare il mondo attraverso immagini simboliche. Non posso che essere felice di vedere una mia fotografia assurgere il ruolo di immagine simbolo per un evento di una delle eccellenze del nostro Paese: la cucina.” , ha affermato il fotografo.

Partner del progetto è la prestigiosa Casa Vinicola Ca’ del Bosco, a rappresentare le eccellenze del territorio lombardo. L’aperitivo “Milano Gourmet Experience” consiste infatti nell’abbinamento di un flûte di Satèn 2009 Vintage Collection Ca’del Bosco con gli appetizers d’autore dei Grandi Chef di casa. Il tutto sarà proposto al pubblico al prezzo di € 20,00.

“Iniziative come Good Food in Good Fashion rappresentano il palcoscenico ideale per raccontare al mondo il tema di Expo Milano 2015, ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’ - spiega Giuseppe Sala, Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 -. Cibo e moda sono infatti elementi di qualità grazie ai quali il Made in Italy è apprezzato all’estero. Un connubio, quello tra Food e Fashion, che verrà esaltato durante l’Esposizione Universale che si terrà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre 2015. L’eccellenza italiana in cucina e in agricoltura trova nelle serate in cui Milano si fa Capitale della moda un banco di prova importante per sperimentare e dare forma alle opportunità di crescita offerte da Expo 2015. Le degustazioni che i migliori chef prepareranno negli hotel che hanno aderito al progetto non saranno solo speciali creazioni culinarie. Sposando i principi di sostenibilità e di condivisione dell’Esposizione Universale di Milano, saranno strumento per valorizzare la cultura del territorio e la tradizione gastronomica del nostro Paese”.

Gli scopi di questa singolare operazione sono diversi e ambiziosi: il primo è quello di promuovere, attraverso la Cucina d’Autore, le eccellenze agroalimentari lombarde; creare nuove sinergie tra agricoltura e aziende dell’ospitalità in una logica di “filiera corta” in modo da accorciare le distanze e creare valore. L’intento inoltre è quello di posizionare l’offerta degli hotel di lusso milanesi come luoghi di ritrovo e di relazione, aperti non solo a chi è in visita a Milano, ma anche ai cittadini.

Moda, cucina e prodotti agroalimentari di qualità diventano le chiavi di un percorso alla riscoperta dell’identità culturale e alimentare lombarda e del Made in Italy, rivisto in un’ottica creativa per uno stile “couture”, che accende ed esalta il piacere della vita e del gusto, ma sa anche valorizzare e vedere sotto una veste nuova, quello che Milano sa dare ed è in grado di essere.

“Promuovere la cultura del territorio, del gusto e della sostenibilità attraverso la creazione di una rete di operatori eccellenti del Made in Italy è il modo migliore per cogliere tutte le opportunità che un grande evento come Expo offre e per il quale l’intera filiera dell’ospitalità del territorio è già al lavoro – afferma Carlo Cracco, presidente dell’associazione Maestro Martino promotrice del progetto – credo che Good Food in Good Fashion rappresenti un ottimo esempio di come sia utile e strategico fare sistema tra operatori eccellenti. L’impegno, inoltre, degli hotel a 5 stelle ad utilizzare prodotti agroalimentari del territorio per la preparazione degli appetizers in chiave Expo rappresenta un passo concreto per aiutare l’agricoltura di qualità lombarda”.

Il progetto è patrocinato dalla società Expo 2015, Regione Lombardia, Provincia di Milano, Federazione Moda Italia. Partner del progetto per i prodotti agroalimentari è Coldiretti che promuove lo sviluppo dell’imprenditoria femminile agricola e fa parte dell’associazione agricola più importante d’Italia.

Il partner tecnologico del progetto è Microsoft che metterà a disposizione degli ospiti, durante la degustazione in sala tablet Surface con cui sarà possibile navigare in Internet e scoprire il territorio lombardo e le sue ricchezze, supportati dalle Hostess Good Food in Good Fashion.

I media partner: Grazia, Rai Expo tv, Urban, Fashion Illustrated, Zero, In Town magazine e CB Expo. In aggiunta parteciperanno allo sviluppo mediatico dell’evento importanti blogger del settore food e fashion in collaborazione con Freedot, l’agenzia di comunicazione che ha ideato e prodotto l’evento.

Related posts:

  1. Twitter sfila alla #MFW. In prima fila per la settimana della moda
  2. Pitti Uomo 2016, fino al 17 giugno la settimana della moda a Firenze
  3. BARILLA e LIVING BRANDS portano ancora in tutta Italia il piacere, il benessere e la creatività della pasta.
  4. La moda italiana vince in Cina