La ‘Zanzara’ fa ogni giorno la ‘colonscopia’ al paese

Apr 5th, 2017 | Di Altri | Categoria: Editoriale


in diretta con David Parenzo

di Daniele Rosa

‘Ogni sera, con il clima che si crea nel programma, facciamo una sorta di colonscopia all’Italia’, così David Parenzo, incontrato nei corridoi di Cortina Metraggio, il festival dedicato ai giovani film maker.

Il giornalista a ruota libera sul fenomeno radiofonico de ‘La Zanzara’ che lo vede coprotagonista insieme al conduttore Giuseppe Cruciani .
La trasmissione di Radio 24, nata nel 2006, è cresciuta in ascolti negli anni in maniera esponenziale. Mai una colonna sonora di apertura, ‘tutto il resto è noia’, è stata così veritiera.

Soltanto nel 2016 ‘La Zanzara’ ha ottenuto livelli di ascolto doppi della media della radio nonostante le campagne dissacranti antivegane , anti animalisti, i saggi sui diversi tipi di verginità e l’elogio della pipi.

ODIO E AMORE PER LA ZANZARA

Il programma ha sempre scatenato sentimenti contraddittori, dall’odio all’amore, dimostrando capacità di coinvolgimento e un’abilità unica nel rendere protagonista qualsiasi tipo di radioascoltatore ‘chiamante’, in un inesauribile vortice di sorprese.

Quale il segreto del successo del vostro ‘regno dello stupire’?

‘Sono molti, a mio parere gli aspetti vincenti. Innanzitutto la maestria di Cruciani nell’essere un istrione radiofonico, con occhi e orecchie per le notizie più calde.

NELLA ZANZARA UNO SPACCATO DELLA SOCIETA’

Secondo la chimica che si crea dai nostri modi estremi di portare ‘tutti sulla barca’.
Terzo nel piccolo/grande miracolo di riuscire a coinvolgere un grande pezzo eterogeneo della società , dai radical chic, ai bacchettoni, ai camionisti, al mondo omosessuale, insomma la nostra società a 360 gradi’.

Da sempre l’Italia si è appassionata per le coppie, da Coppi a Bartali, da Peppone a don Camillo e voi, tu e Cruciani, siete un po’ il diavolo e l’acqua santa, forse anche questo è un aspetto vincente?

CRUCIANI RAPPRESENTA LO STOMACO DEL PAESE

‘Certo, Giuseppe rappresenta lo stomaco del paese, una certa irrazionalità animale, mentre io mi identifico con la testa, la parte razionale.
Poi, sorprendentemente, io che sono europeista, aperto all’immigrazione, comprensivo nei confronti dei Rom , rappresento il vero politicamente non corretto, mentre il politicamente corretto è invece Giuseppe che sposa,su questi temi, i sentimenti contrari, ora maggioritari.

NELLA ZANZARA IL PAESE A TINTE FORTI

In ogni caso entrambi diamo voce agli istinti del paese a tinte forti.
Il nostro è un happening continuo dove c’è sempre l’effetto sorpresa’.

Effetto sorpresa che hai visto in qualcuno dei tuoi riferimenti del passato?

‘Sicuramente in Angelo Guglielmi, che considero uno dei miei maestri. Era riuscito a fare di Rai 3 una rete di avanguardia capace di non essere asservita al PCI di allora ma incredibilmente abile nel creare stupore’.

Altre realtà radiofoniche vi hanno chiesto di muovervi da Radio 24?

SOLE 24 ORE, UNA PIATTAFORMA AUTOREVOLE

‘Diverse volte ci è stato chiesto. Ritengo però che la piattaforma del Gruppo Sole 24 Ore, a mio parere, numero uno in termini di autorevolezza e redatto da colleghi di valore, dia un importante valore aggiunto alle nostre quotidiane ‘bischerate’.

Ed infine come è nata la tua amicizia/collaborazione con Cruciani?

‘Per caso. Cruciani riprendeva, in modo comico, parti di audio del mio programma Iceberg in Telelombardia . Successivamente, quando ero a La 7 ci siamo incontrati a Roma con Luca Telese, e abbiamo iniziato la nostra collaborazione, la nostra bella avventura, l’amicizia è venuta dopo’.

Via www.affaritaliani.it

Related posts:

  1. 8 cose che i grandi pensatori fanno ogni giorno
  2. Fai il Pieno con Radio Globo: Ogni Giorno Regaliamo €500 in Carburante e il Venerdì €1.000!
  3. EDICOLA ITALIANA diventa App: ogni giorno oltre 70 giornali e riviste sfogliabili su smartphone e Tablet
  4. PittaRosso racconta la vita di ogni giorno… passo dopo passo!