Ricerca Confida: il distributore automatico ha una funzione di ristoro ma anche di pausa e socialità

Gen 6th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Ricerche e Osservatori


Secondo una ricerca di Con da, associazione italiana delladistribuzione automatica, al Nord si parla più di lavoro e tempolibero, al Sud più di sport e vita privata. Tre italiani su quattro usanole vending machine almeno una volta a settimana

Davanti al distributore automatico al nord si parla più di lavoro(38%) e tempo libero (31%), al sud più di sport (14%), relazioniamorose (12%) e vita privata (6%). Nel Paese europeo con piùvending machine installate – sono oltre 822 mila – ildistributore automatico non ha solo una funzione di ristoroma anche di pausa e di socialità. CONFIDA, l’associazioneitaliana della distribuzione automatica, ha cercato di capire cosafanno gli italiani quando si trovano davanti a un distributore conuna ricerca commissionata a Nextp.

Del campione di 2100 soggetti intervistati, gli ultra 55enni parlano quasi esclusivamente dei loro hobbies e del tempo libero (58%), i più giovani (18-34 anni)prevalentemente di lavoro (28%) e relazioni amorose (13%) mentre quelli che chiacchierano di sport sono soprattutto gli uomini fra 35 e 54 anni (15%).

Senza distinzione di età e aree geogra che, c’è ancheun 11% a cui piace fare gossip sui colleghi.Quasi 3 italiani su quattro (74%) hanno utilizzato nell’ultimo annoalmeno una volta un distributore automatico e tra quelli che non l’hanno usato sono soprattutto gli over 55enni che non hanno avuto l’occasione di usufruirne o preferiscono consumare altrove.

“I distributori automatici– afferma Massimo Trapletti, presidente di Confida – fanno ormai parte della quotidianità degli italiani che ne apprezzano la varietà nella scelta, i prezzi e la qualità. Hanno anche il pregio di essere a portata di mano e veloci nella fruizione e sono spesso luoghi di socializzazione”.

Quasi il 70% del campione utilizza le vending machine almeno una volta a settimana, il 27% anche tutti i giorni e il 30% no 2-3 volte a settimana. Il luogo principale di utilizzo è il posto di lavoro (47% degli intervistati) e 3 apprezzano la varietà nella scelta, i prezzi e la qualità.

Hanno anche il pregio di essere a portata di mano e veloci nella fruizione e sono spesso luoghi di socializzazione”.

Le persone utilizzano i distributori automatici perché sono comodi, veloci e hanno tutto il necessario per fare una pausa veloce. E’ una comodità quando “non riesco a uscire dall’uf cio”(36%) o per fare uno spuntino “quando ho fame e non ho portato nienteda casa” (14%) o semplicemente perché è veloce (14%) o per fareuna pausa caffè (11%).

Quasi 6 persone su 10 del campione sonosoddisfatte dei prodotti offerti (58%): più del70% degliintervistati ritiene che la qualità del caffè ai distributoriautomatici è migliorata negli ultimi tempi. Cresce l’offerta diprodotti biologici, salutari o per intolleranze.

I distributori automatici stanno diventando sempre più tecnologici con schermi touch e APP di pagamento: l’analisi CONFIDA / Nextp mostra che aumentano gli utenti che desiderano pagare con strumenti digitali(APP o carta di credito) anche se il 60% dei residenti al sud preferisce sempre il contante.

E a quanti utilizzano le vending machine non dispiacerebbe avere altri servizi specialmente le ricariche telefoniche (36%) ma anche il pagamento delle bollette ( 24%) piuttosto che i prelievi pos come al bancomat ( 23%)

Related posts:

  1. Ricerca Coop-Nomisma 2021: per gli italiani ripresa lontana, ma sì al vaccino, alla socialità, ai viaggi e allo slow cooking
  2. Mr. Go il primo il distributore automatico della pizza è a Roma
  3. Ricerca di PR Boutiques International: Anche in era digital l’ufficio stampa tradizionale rimane il servizio più richiesto
  4. “Prenditi una pausa dal sole” con un pannello stravagante