10 motivi per investire nella pubblicità sugli eSport nel 2020

Feb 29th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Comunicazione, Primo Piano


Investire nella pubblicità negli eSport nel 2020 è una pratica che sta aumentando anche tra i brand che hanno poco a che fare con il settore. Di solito, gli investitori negli sponsor erano sostanzialmente società legate al mondo dei giochi.

Tuttavia, la grande opportunità degli eSports di raggiungere un pubblico giovane ha fatto salire sempre più brand a bordo. Ed è che l’eSport consente di raggiungere il pubblico tra 15 e 35 anni. Un pubblico che di solito è più inaccessibile a causa delle sue caratteristiche generazionali: la generazione z e i millennial.

Sono due generazioni che, sebbene si muovano con totale facilità nell’ambiente digitale, sono molto reattive alla pubblicità. Inoltre, hanno sostituito la televisione tradizionale a favore dei contenuti digitali su richiesta. Passano anche più tempo a guardare trasmissioni nel settore dei giochi rispetto agli sport tradizionali.

Il mercato degli eSports: un settore inarrestabile

Nel corso del 2019 il settore dei videogiochi ha subito una rivoluzione con l’ascesa degli eSports, che ha raggiunto quasi lo stesso seguito internazionale degli sport tradizionali.

I dati supportano il mercato. È un settore che nell’ultimo anno ha generato ricavi per 1100 milioni di dollari. Ciò rappresenta il 26,7% in più rispetto all’anno precedente. E ha raggiunto 453,8 milioni di telespettatori in tutto il mondo. Quindi è evidente la grande spinta che ha in termini pubblicitari.

La sua forte tendenza al rialzo spiega la crescente attrazione dei brand di investire nella pubblicità negli eSport nel 2020.
La professionalizzazione del settore degli eSport

L’enorme investimento pubblicitario ricevuto dal settore dello sport elettronico è evidente. Ciò rende necessario un profilo sempre più professionalizzato. Esperti di marketing che comprendono a fondo il pubblico, i segmenti di mercato e il settore per realizzare campagne adattate e ottenere un buon ritorno sugli investimenti.

I brand evidenziano il potenziale degli eSport. Tuttavia, sono anche consapevoli delle sfide che devono affrontare.

Tanto che anche centri come IAB iniziano a introdurre nella loro offerta di formazione competenze professionali nel marketing per gli eSport. È un tentativo di professionalizzare un settore che sta crescendo sempre di più e richiede lavoratori più qualificati.

10 motivi per investire nella pubblicità sugli eSport nel 2020

Dato questo scenario, puoi intuire l’enorme impatto e il gran numero di opportunità coinvolte nell’investimento in pubblicità negli eSport nel 2020.

1.- Un settore in forte crescita

L’investimento nella pubblicità negli eSport nel 2020 è una tendenza. È un mercato che cresce di giorno in giorno e in cui è previsto un forte investimento economico. Sebbene i brand debbano essere cauti, poiché la penetrazione in questo settore è un progetto a lungo termine.

È un settore emergente e l’ingresso in esso deve essere graduale. Soprattutto per quei brand il cui tipo di attività non è direttamente correlato agli eSport. È necessario trovare contenuti adatti al pubblico, creativi e adatti all’ambiente.

Come risultato di questa crescita, i club sportivi cercano anche di ampliare la loro portata sulla base degli investimenti nella pubblicità negli eSport nel 2020. Il calcio è uno sport pienamente sfruttato e c’è poco spazio per l’azione. Tuttavia, ha trovato negli eSports un nuovo oratore per pubblicità e sponsorizzazioni.

2.- C’è ancora molto da sfruttare in questa nicchia

Nonostante l’enorme crescita che il settore ha subito e le opportunità commerciali e pubblicitarie che offre, la verità è che nemmeno la metà delle opportunità che possono offrire ai brand non è stata ancora sfruttata.

Una delle maggiori attrazioni del settore è l’innovazione tecnologica e digitale. In effetti, si stima che il 31% dei ricavi provenga dalle vendite digitali. Gli eSport rappresentano una nuova barriera corallina per i brand nel settore tecnologico.

3.- Raggiungi un pubblico inaccessibile attraverso altri canali

Si è parlato molto del fatto che il futuro dei brand sono le generazioni più giovani, come la z. Ed è che una delle sfide per molte aziende è quella di raggiungere questo pubblico che, nonostante sia formato da nativi digitali, è tra i più elusivi rispetto alla pubblicità.

Gli eSpot hanno un obiettivo molto specifico e complicato da raggiungere attraverso altri canali e metodi. Normalmente, sono giovani molto scettici di fronte alla pubblicità diretta e il loro ambiente naturale è il mondo online.

4.- Gli eSport generano un enorme impegno

Negli sport elettronici, deve essere chiaro che il pubblico è davvero appassionato. Gli sport sono trasversali perché sono digitali, ma anche fisici. Inoltre, non si tratta solo di competitività, ma anche di intrattenimento e apprendimento.

I fan sono l’aspetto centrale degli eSports, sono i protagonisti. Pertanto, vi è una maggiore interazione tra giocatori, squadre e pubblico. È qualcosa che non accade nello sport tradizionale. Ed è proprio una caratteristica che consente di sviluppare nuovi modi di connettersi con i consumatori.

Inoltre, il fattore di intrattenimento gioca un ruolo importante. Consente agli utenti di raggiungere un momento in cui sono ricettivi, mentre si divertono.
5.- Contenuti segmentati e personalizzati per il pubblico

Un altro motivo per cui è una buona opzione investire in pubblicità negli eSport nel 2020 è che ti consente di spostare i messaggi in un modo più personalizzato.

È un ambiente in cui i brand possono totalmente separarsi dalla pubblicità tradizionale. Sebbene i campionati si svolgano di persona, è indiscutibile che la maggior parte dell’azione si svolge online.

Ciò offre la possibilità di estrarre dati dal pubblico, segmentandolo e disegnando strategie molto più mirate per raggiungere gli utenti con contenuti pertinenti e di grande valore.

6.- È un settore di portata internazionale

Tornei e campionati di sport sono ormai una realtà in tutto il mondo. Raccolgono un’enorme partecipazione, non solo da parte delle squadre o dei concorrenti partecipanti. Il pubblico è anche composto da seguaci ferventi che possono partecipare e far parte del concorso.

Uno dei più grandi tornei di eSport al mondo è l’annuale campionato DOTA 2. E offre un buon campione del capitale che è in grado di spostare questo settore, dati i premi economici che superano già i 30 milioni di dollari.

Allo stesso modo, le riunioni di eSports fanno costantemente notizia online. In parte a causa dell’aumento degli investimenti pubblicitari, che è testimone di questa nuova realtà: i videogiochi non sono più un semplice hobby per passare il tempo.
7.- Ha le sue stelle e influencer del settore

Anche gli esport, come lo sport tradizionale, godono delle proprie stelle. I giocatori e i presentatori possono avere un grande seguito di fan. Pertanto, l’influencer marketing è una delle strategie chiave degli eSport.

Inoltre, grazie all’impegno che generano nei social network, sono in grado di aumentare la portata di tutti i contenuti. Non dimenticare che il pubblico degli eSports è molto partecipativo.

Grazie a queste personalità influenti, investire nel mondo della pubblicità negli eSport nel 2020 può aumentare significativamente le entrate per il tuo brand.

8.- La pubblicità negli eSport non è percepita come invadente

Un’altra chiave per investire nella pubblicità negli eSport nel 2020 è il modo in cui il pubblico riceve pubblicità. In questo senso, l’esperienza pubblicitaria è positiva. Secondo uno studio di Hub Entertainment Research, i giocatori spesso godono di contenuti sponsorizzati collegati ai giochi.

Il pubblico degli eSport non considera fastidiosi o invadenti gli annunci ricevuti. Non sentono il rifiuto per la pubblicità. Al contrario, ritengono che sia molto ben integrato e che faccia parte del divertimento.

9.- La pubblicità si adatta ai canali del tuo pubblico

Sicuramente, il fatto che gli utenti non percepiscano la pubblicità negativamente è strettamente correlato al contenuto adattato al canale e al contesto in cui si trovano.

Invece di creare annunci tradizionali e inserirli in spazi specifici, i brand intelligenti creano esperienze pubblicitarie creative e sorprendenti. Si tratta di offrire loro qualcosa di gradito, creato appositamente per quel canale.

È uno dei modi più efficaci per connettersi con il pubblico. E come il CEO di Netflix, Reed Hastings ha detto molto bene: “La mia concorrenza futura non sarà la televisione, ma Fornite e ciò che si collega ad esso in modo positivo“.

10.- Opportunità per la sponsorizzazione

Le sponsorizzazioni sono la principale fonte di reddito per gli eSport. Grandi brand come Mercedes-Benz, Coca Cola o Red Bull hanno visto l’opportunità di questo mercato e hanno iniziato a firmare contratti succulenti per essere presenti in tutti gli eventi.

Le sponsorizzazioni degli esport possono essere varie. Ciò che i brand cercano è una maggiore esposizione, un aumento della diffusione del loro contenuto o delle vendite dei loro prodotti.

Anche i modi in cui questa sponsorizzazione è rappresentata sono vari. Possono essere elementi pubblicitari come cartelloni pubblicitari in occasione di eventi o sulle magliette di giocatori.

Hai bisogno di aiuto per muovere i primi passi per investire in pubblicità negli eSport nel 2020? In Antevenio Shakers scommettiamo su esperienze uniche. Vuoi raggiungere il pubblico giovane degli eSports? Ti aiutiamo a definire, gestire e arricchire le tue strategie di marketing negli eSport.

Related posts:

  1. Crisi? Tre motivi per investire in pubblicità (efficace)
  2. Quantcast: come gestire la frequenza nella pubblicità online
  3. A Milano Motivi invita a guardare col cuore con Look with the Heart
  4. La Pubblicità del Futuro secondo Giuseppe Mayer