2021, le 8 tendenze della comunicazione visiva

Feb 3rd, 2021 | Di Redazione | Categoria: Breaking News, Comunicazione, Marketing


Nell’epoca del “dominio trasversale della cultura Instagram” le immagini giocano mai come prima un ruolo chiave nella comunicazione di marca. In questo, come in tutti gli altri campi, ci sono tendenze che periodicamente si affermano, spesso in linea con le esigenze espressive e il sentiment legato all’attualità.

Dopo un anno del tutto anomalo come il 2020, quali saranno quindi i must della comunicazione visiva per il 2021? Prova a rispondere con alcuni trend la piattaforma Depositphotos, che per individuarli ha collaborato con agenzie creative di rilievo a livello internazionale ed esperti del comparto. Vediamone a seguire una nostra personale selezione e sintesi interpretativa, ricordando che non si tratta solo di trend da pensare applicati ad immagini statiche, ma che coinvolgono anche il mondo della grafica animata, dei video e così via.

1) Simboli di ottimismo
Colori vivaci, font tondeggianti e dall’aspetto amichevole, ma anche concetti come lo slow living, che mostrino i possibili insegnamenti e risvolti positivi della pandemia. La parola chiave, insomma, sarà trasmettere un’estetica della positività e della gioia.
2) Benessere quotidiano
Colori calmanti e composizioni di elementi equilibrate, situazioni di cura quotidiana del sé in linea con un nuovo focus su salute e benessere fisico, soprattutto in versione domestica. Il tutto, naturalmente, senza dimenticare il realismo rispetto al contesto attuale, con relative regole e restrizioni.
3) Conforto naturale
Elementi organici e provenienti dal mondo naturale, motivi di base, botanici e sfumature di base consentono di evocare e “respirare un’aria migliore” attraverso le immagini. Parliamo di elementi che possono essere centrali o aggiunti a corredo per creare diverse atmosfere e scenari.
4) Empatia virtuale
Per gli strumenti della realtà virtuale e immersiva è tempo di mettersi a servizio di una diversa autenticità ed empatia, oltre il mero esercizio di stile. Questo significa anche creare spazi interattivi che mettano l’utente al centro, cercando di restituire per quanto possibile una dimensione multisensoriale.
5) Inquadrature cinematografiche
Spazio intorno al soggetto principale, studio dei dettagli e dell’illuminazione, composizioni ispirate a film e programmi tv, il tutto con una post-produzione minima. Gli artisti delle immagini traggono spunto dal cinema cercando nuova linfa creativa.
6) Video mordi e fuggi
Il must è una narrazione che coinvolga in pochi secondi, complici i nuovi format video stile TikTok, nonché app e strumenti di editing e produzione che riducono i tempi tra girato e condivisione. Il tutto per rispondere a una comunicazione in real-time e giovane.
7) Sincronizzazione audiovisiva
Vi abbiamo già raccontato, a partire dal caso di Barilla, di come i brand stiano trovando una nuova creatività su Spotify. Si tratta, più in generale, di un nuovo sodalizio con il mondo musicale che passerà sempre di più attraverso la sincronizzazione più raffinata con la parte video.
8) Ludificazione grafica
Integrare elementi di gioco su tutte le piattaforme, come sfide tematiche, soggetti animati, badge dei risultati e classifiche stilizzate, è la nuova normalità del coinvolgimento. Il tutto in risposta ad utenti sempre più online e sempre più fisicamente distanziati.
via www.mark-up.it

Related posts:

  1. Come stanno cambiando il marketing e la comunicazione nello sport: le 10 nuove tendenze
  2. I 10 trend della comunicazione da tenere d’occhio nel 2021
  3. La comunicazione politica, i destinatari della comunicazione - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  4. Psyco 1960 - Hitchcock genio della comunicazione