A Saronno, guerrilla marketing per segnalatori acustici sui semafori per non vedenti

Giu 5th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Pubblicità e Marketing Sociale, Unconvetional Marketing


Passeggiando per Saronno è impossibile non vederli: bollini rossi adesivi incollati sui semafori con tre occhi sbarrati ed un codice Qr da scansionare.

Armandosi di telefonino i saronnesi hanno scoperto che si tratta della campagna di Guerrilla Marketing sociale attiva in tutt’Italia. Lo slogan parte con un “Per qualcuno questo semaforo è sempre rosso!” seguita da “Qua manca il segnalatore acustico, come ca**o fanno ciechi e ipovedenti?!”

“E’ volutamente aggressiva – spiegano gli organizzatori – per una campagna di Guerrilla Marketing senza precedenti. In Italia sono 300.000 i ciechi e 1.5 milioni gli ipovedenti. Circolare tranquillamente in città diventa un incubo tutte le volte che bisogna attraversare le strisce pedonali regolate da semaforo senza segnalatore acustico”.

E’ un tema di cui in città non si è mai parlato e non a caso i bollini danno bella mostra su diversi semafori ad esempio al quartiere Prealpi. Un passo avanti sul fronte di una città più a misura di ipovedenti e ciechi si è registrata negli ultimi anni con il posizionamento di una pavimentazione che aiuta gli spostamenti.

E’ la scelta fatta ad esempio per il rifacimento di via Roma in corso da qualche mese e ma anche per alcuni interventi realizzati dalla passata amministrazione.

Related posts:

  1. Carte Noire e il guerrilla marketing
  2. Guerrilla Marketing Esperienziale con pianoforte per Volkswagen
  3. Ghiaccio Wrangler: street e guerrilla marketing con la campagna Wanted
  4. Volkswagen e il guerrilla marketing prima del fischio di inizio di Euro2020