Al convivio (ristorante, eventi, etcc) ora il condimento è l’intrattenimento. Parola di Party Round Green

Ago 28th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Agenzie, Comunicazione, Editoriale, Trend


Buon cibo? Sano, bello, natuale, bio. Certo ma anche spettacolo, musica, cinema, perfino teatro. Perché ora quando mangiamo insieme agli altri al buffet, cocktail rinforzato,brunch, light lunch, cena seduta, special party, vogliamo di più sia per un rinfresco o ricevimento o matrimonio ad un evento, sia al ristorante.

Cambiano stili di vita e abitudini, orari e luoghi di lavoro e anche priorità. Così tendono a cambiare anche i motivi per cui si sceglie un ristorante o un catering.

Tra le giovani generazioni il ruolo dell’experience è senz’altro importante. Potere condividere sui social la propria visita resterà ancora per un certo tempo un fattore cruciale: il primo addirittura per i Millennials mentre i Gen Z guardano l’online piuttosto per cercare recensioni positive. Ce lo dicono i numeri: secondo Global WebIndex il 15% degli instagrammer posta foto di cibo.

Un elemento che sembra avere un peso sempre crescente però – e lo si è visto anche da alcuni debutti degli ultimissimi mesi – è l’intrattenimento. Avere l’opportunità di vivere la serata oltre ma insieme al pasto potrebbe rivelarsi una delle chiavi del successo per i tempi futuri.

Tanto più in una situazione in cui si prevede già che si uscirà di meno, complice la crisi economica che colpirà molte fasce di popolazione. I Millennials ad esempio sono più propensi del 20% rispetto alla media (10%) ad affermare che l’intrattenimento è importante nella scelta di un ristorante o di un catering per cenare.

Quest’estate si sono quindi visti picnic – grande tendenza del post-Covid – in campagna sotto una quercia o in un prato di montagna con la musica di un dj set a fare da corredo. Suz Mountfort, cofondatrice di Gingerline, società londinese che mixa da dieci anni cibo ed experience, spiega così il successo del concept: “Siamo così presi dal trambusto della nostra vita lavorativa, che stiamo tutti cercando un modo per sfuggire al banale e sperimentare quel senso di libertà proprio dei bambini.

È quel desiderio di avventura, rischio, spontaneità che sta guidando la domanda di esperienze coinvolgenti; che si tratti di cinema, sala da pranzo o teatro”. Così il cibo diventa un viaggio, l’occasione di un racconto. Gingerline sta superando le limitazioni del lockdown con il progetto The Picnic Hunters Club: box gourmet da consumare nel verde, in famiglia o tra amici, con una caccia al tesoro completa di enigmi e rompicapi da risolvere e premi extra da guadagnare.

Teatro e mostre possono davvero trasformare location tutto sommato utilitarie come i ristoranti – se consideriamo utilitario questo sfamarsi anche con alimenti studiati ed impiantati come opere d’arte – in luoghi a tutto tondo dove vivere un’esperienza immersiva e unica. È stata l’idea anche alla base di Tournée da Bar, concept italiano che porta uno Shakespeare rivisitato al ristorante o al bar.

Ha invece scommesso sul cinema Marennà, il ristorante di Feudi di San Gregorio che quest’estate negli ampi spazi esterni ha portato il cineforum con varie proposte food, dal pop corn e vino, all’aperitivo gourmet al ristorante, alla bollicine con scelta di formaggi locali.

L’innovativo e trend setter #biocatering e #greenbanqueting Party Round Green che abbraccia il futuro rispettando il passato, oltre ad utilizzare unicamente prodotti biologici, fresch e di stagione, oltre a proporre gli stessi ( notoriamente più costosi per ovvie ragioni) al prezzo di quelli tradizinali, oltre ad offrire altri 7 servizi utili e funzionali agli eventi con il suo Multiservice Green, a tutela dell’ambiente e della salute e del benessere degli individui, propone il cibo spettacolarizzato ad ogni portata con l’utilizzo di artisti, intrattenitori o performers e suggerisce come novità assoluta la rappresentazione di un piatto di Uau Food rigorosamente dal vivo in tempo reale.

Inoltre offre food experience animation con degustazioni animate mono alimento o mono colore da far vivere come ricordo indelebile ad ogni invitato e particolamente gradite dalle aziende sono le diverse iniziative di team building legate al mondo del Food&Beverage

Cooking Class per essere ‘cuoco per un giorno’ ed ancora incontri con grandi chef stellati o lezioni tenute da nutrizionisti qualificati nonchè classroom di Food Art e Fun Food

Per non dimenticare iil singolare ed emozionante laboratorio di “cucina con i fiori” e quello di “addobbi ed allestimentu florali”

Ma i veri fiori all’occhiello restano sempre:

1) Le esibizioni live di frutta e verdura intagliata con vero maestro di fruit e veggie carving

2) Le sculture di ghiaccio realizzate in loco

3) Free Style di Barman acrobatici con Bar Station ad hoc

Per info e contatti Party Round Green:

DaniloArlenghi +39 393 9402049
daniloarlenghi@partyround.it
www.partyround.it

Related posts:

  1. Party Round Green ha ideato UAU FOOD: cibo per comunicare! Ad effetto meraviglia durante gli eventi
  2. Uau Food ideato da Party Round Green per stupire e coinvolgere in modo non convenzionale durante gli eventi
  3. Ed è subito evento! Party Round Green, il primo multiservice “green” per eventi in Italia
  4. Party Round Green, per i tuoi eventi, ti dà di più a meno !