Ambient marketing per il crollo record della natalità

Feb 20th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Unusual Communication


La natalità in Italia è in forte crisi. Numeri alla mano, viene da piangere. Le ricerche ci dicono che il desiderio di avere dei figli e costituire una famiglia rimane molto popolare tra i giovani, ma due ragazzi su tre considerano diventare genitori troppo difficile a causa dell’instabilità lavorativa e della difficoltà di ottenere mutui per metter su casa e famiglia.

Da cinque anni l’Italia segna un bilancio demografico negativo (nel 2019 -1,9 per 1.000 residenti).

Per molti dei giovani l’aspirazione a diventare padri e madri è destinata a non realizzarsi mai
L’Italia si trova così a vivere in modo particolarmente acuto uno dei paradossi delle società contemporanee che, se non governate, finiscono per negare la stessa facoltà di scelta individuale di cui si riempiono retoricamente la bocca

Infatti, le condizioni nelle quali vivono i nostri giovani — dal punto di vista del lavoro (con salari bassi, precarietà persistente e percorsi di carriera stentati, specie per le donne in età fertile), della casa (con un mercato immobiliare che continua a essere caratterizzato da valori sproporzionati) e dei servizi (con la scarsità e il costo degli asili nido) — sono tali da rendere molto difficile la decisione di formare una famiglia.

Dunque per sensibilizzare le istutuzioni del fatto che in Italia, più che altrove, ci si ostina a non collocare la questione demografica nella giusta cornice, che è quella della sostenibilità integrale, per la quale l’elemento intergenerazionale è essenziale, è stato organizzata una impattante iniziativa di ambient marketing a base di passeggini vuoti

Related posts:

  1. Istat, l’Italia in recessione demografica, per le nascite record negativo
  2. Boom del “fai da te” in casa e crollo delle vendite di piatti pronti take away
  3. Le più belle azioni di Ambient Marketing nel mondo
  4. L’ambient marketing per la partnership tra WWF e Animal Planet