Anche Roma ha avuto la sua invasione virale nel maggio del 2015

Feb 29th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Marketing In Progress


Da un’email di Mr. Invader

“Popolo della Terra, veniamo da un galassia lontana e siamo tra voi in cerca del vostro aiuto. Il nostro popolo è in grave pericolo, la nostra sopravvivenza dipende dal Borax, una risorsa ormai presente solo sul vostro pianeta e vi chiediamo di condividerla con noi.
Nelle ultime settimane, siamo apparsi nella città di Roma e abbiamo avuto modo di conoscere le vostre abitudini e di divertirci insieme a voi. Ora sappiamo cosa offrirvi in cambio del vostro aiuto.
Il 25 maggio 2015 ci presenteremo ufficialmente e potrete giovare dei nostri doni. Vi offriremo una tecnologia per voi ancora ignota e porteremo amore e serenità nelle vostre vite.
Se deciderete di unirvi a noi, capirete che un mondo migliore è possibile.
Non abbiate paura, siamo gli Invaders, veniamo in pace e siamo qui per restare.”

Non una vera invasione virale ma una efficace azione di guerrilla marketing…in progress

Tutto è iniziato il 1 Maggio, durante il concerto organizzato in piazza San Giovanni, con l’arrivo di un’enorme dirigibile dal quale sono scesi enormi palloni verdi e centinaia di Alieni che hanno iniziato a socializzare con il pubblico.

Nei giorni successivi, i piccoli omini verdi sono stati avvistati nei quartieri Pigneto, San Lorenzo e Ostiense, lasciando in giro tracce di una sostanza liquida fluo e strani manifesti di propaganda.

Related posts:

  1. Invasione di mele verdi a San Faustino (BS)
  2. Pubblicità, anche a maggio crollano gli investimenti, -41,1%; nei primi cinque mesi -23,8%. Nielsen: fase peggiore della pubblicità moderna
  3. Pubblicità sulla stampa in forte calo anche a maggio, -11,9%. Dati Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -12,4%, mensili -19,1%
  4. Roma: quando l’uovo (di Colombo) era a Ponte Milvio