Architetture dell’illusione. Playground, più di un semplice campo da basket

Apr 16th, 2019 | Di Altri | Categoria: Unusual Communication


Dalla Piazza di Pienza al finto coro della Chiesa di S. Maria presso S. Satiro, passando per il Teatro Olimpico di Vicenza, fino ad arrivare al colonnato del Bernini a Palazzo Spada. Il nostro viaggio attraverso l’affascinante capitolo della prospettiva chiamato anamorfosi, in collaborazione con Volkswagen, fa ora tappa a Torino, con un’opera anamorfica contemporanea.

Qui, tre artisti urbani attivi nella scena dei graffiti fin dal 1996, fondatori dello studio di comunicazione visiva non convenzionale Truly Design, attraverso un gioco di codici geometrici astratti, percezioni e prospettive, hanno realizzato il campo da basket ‘Playground’, un dipinto anamorfico immersivo che cambia a seconda del punto di vista del giocatore, e in cui le parole ‘Growth’ e ‘Rhythm’ si svelano all’interno di un’esplosione di forme e colori.

La scelta del luogo non è stata casuale: la scuola Drovetti, nel quartiere San Paolo di Torino, sembrava destinata a chiudere data la mancanza di iscrizioni. Ora, inaugurato nel 2017, Playground è un hub culturale e un centro civico nato per fronteggiare l’aumento della dispersione scolastica. “Abbiamo insegnato ai ragazzi come approcciarsi a nuove prospettive attraverso la pittura anamorfica. Il risultato è stato sorprendente, frutto dell’immenso entusiasmo messo nella realizzazione dai nostri studenti”, spiegano i tre fondatori del collettivo Truly.

Related posts:

  1. Il pacco per Virgin è atterrato in modo non convenzionale
  2. Kurshuni: Mother of love, la festa della mamma merita un dono semplice ed intimo come le emozioni dell’infanzia
  3. Università della Birra esce dall’aula e scende in campo
  4. Enertronica acquisisce un secondo campo fotovoltaico da 6 MW in Namibia