Auto, frena il mercato a novembre mentre si riapre la partita dei bonus

Dic 4th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Imprese e Mercati


Torna a frenare il mercato auto italiano nel mese di novembre, con un calo delle immatricolazioni pari all’8,34% e minori volumi – da inizio anno – pari quasi al 30% del mercato delle auto nuove.

Il dato arriva proprio nel giorno in cui sembra riaprirsi in Parlamento la partita dei bonus per l’acquisto di auto nuove, chiesti a gran voce dal mondo produttivo e dalla rete dei dealer. Il momento dunque resta molto difficile per il settore, che sembra non riuscire a mantenere i livelli di mercato senza sostegni alla domanda.

Dall’inchiesta congiunturale mensile condotta dal Centro StudiPromotor a fine novembre emerge che per il 98% dei concessionari l’affluenza negli show room è crollata a livelli molto bassi e che per il 92% degli intervistati c’è stato un crollo nell’acquisizione di ordini,mentre l’indicatore di fiducia degli operatori dell’auto è precipitato ad un livello registrato soltanto nelle fasi più acute delle grandi crisi del 1993 e del 2008.

Tra le case produttrici però emerge il risultato di Fiat Chrysler che ha aumentato le vendite nel mese dell’1,4% grazie soprattutto ai risultati del marchio Jeep, con immatricolazioni in crescita di oltre il 18% nel mese. Bene anche le vendite del marchio Renault (+9,5%) mentre in casa Volkswagen tiene i volumi il marchio Skoda (+8,5%) mentre il brand principale della casa tedesca registra un calo di oltre il 15% a differenza di Audi che invece resta sui livelli del 2019. Bene anche Citroen e Dacia. Tra le asiatiche fanno bene Nissan e Suzuki mentre nell’alto di gamma esce del 2,5% Bmw mentre Mercedes frena del 20%.

Related posts:

  1. Il mercato dell’auto riparte in rosso a -14%
  2. Il bonus e il boom di vendite per le biciclette
  3. Fiat ha fatto guerrilla marketing e ha impacchettato le auto straniere dei dipendenti
  4. La “vending machine” per auto di lusso più grande del mondo è a Singapore