Aziende nel Metaverso: 5 approcci per fare marketing

Siamo agli inizi del coinvolgimento dei consumatori nel metaverso, ma stanno già emergendo interessanti lezioni da parte delle aziende che si sono lanciate in questa avventura. 

Innanzitutto, sembra che strategie e metriche proprie del digital marketing non siano applicabili in questo nuovo scenario, in cui l’economia comportamentale ha un ruolo centrale.

C’è ancora molta nebbia attorno al metaverso e alle implicazioni che avrà nel nostro futuro e in quello dei brand, ma proviamo a far luce almeno su 5 elementi, estratti dal report di McKinsey & Company: Marketing in the metaverse: An opportunity for innovation and experimentation.

Da esso emerge come gli elementi critici del marketing nel metaverso somiglino a quelli delle esperienze di brand nel mondo fisico, ma la loro applicazione si sviluppi diversamente in questa nuova sede.

Scopriamo nel dettaglio i cinque elementi più importanti per le aziende, da tenere in considerazione nel metaverso.

dentificare le piattaforme migliori per il brand

Roblox, Fortnite, Decentraland, Minecraft e The Sandbox sono solo alcuni dei nomi che dettano i giochi nel metaverso. Alcune piattaforme di gaming saranno migliori di altre per scopi specifici.

Ad esempio, Gucci ha realizzato diverse brand activation per capire dove e come connettersi con la Gen Z. L’anno scorso, ha attirato 19,9 milioni di visitatori in 2 settimane lanciando una versione “metaverso” del suo Gucci Garden su Roblox.

Si è trattato di uno spazio virtuale interattivo in cui gli avatar dei visitatori assorbivano elementi della mostra (una galleria liberamente ispirata alle campagne pubblicitarie di Gucci) fino a trasformarsi in opere d’arte digitali.

Progettare esperienze attraenti per il pubblico

Nel metaverso, il livello di offerta di esperienze innovative è alto. Prendiamo, ad esempio, lo skatepark interattivo Vans World” su Roblox

Per aumentare la brand awareness e attirare la sua principale fascia demografica, Vans ha reso possibile esplorare virtualmente i siti di skate.

Giocando, i visitatori possono anche guadagnare punti da spendere in sneaker virtuali e articoli di abbigliamento, nonché per costruire skateboard personalizzati in uno skate shop virtuale.

Risultato: 48 milioni di visitatori.

Skatepark interattivo di Vans World su Roblox

Definire gli obiettivi di marketing nel metaverso

Perché si vuol far parte del metaverso? Si vuole aumentare l’awareness in un nuovo pubblico, posizionare il brand o promuoverne la fedeltà? E se l’obiettivo fosse stimolare l’innovazione all’interno del team di marketing?

Per il breve termine, l’obiettivo principale dei brand non dovrebbe essere l’aumento diretto delle vendite, poiché le vendite di prodotti virtuali sono ancora irrisorie rispetto a quelle fisiche.

Sperimentare con modelli per le revenue

Come dicevamo, le vendite dirette potrebbero non essere al centro del metaverso in questo momento, ma ciò non significa che i brand non dovrebbero pianificare di conquistare il potenziale futuro. 

Nike sta testando NFT unici con la sua recente uscita di Nike Cryptokicks. Si tratta di un modello virtuale delle sue sneaker Nike Dunk, progettata dallo studio creativo RTFKT. Nike dichiara che questo sia “solo l’inizio di un futuro al servizio degli atleti in questo spazio”.

Ripensare a come misurare i successi

Le metriche per il metaverso potrebbero non essere quelle adottate nel digital marketing, come utenti unici, conversioni, like e condivisioni, nonché il costo di acquisizione dei clienti. Con il metaverso, i marketer potrebbero dover definire nuove metriche di coinvolgimento che tengano conto di un’altra economia comportamentale (come la “scarsità” di NFT, che dovrebbero essere unici). 

Ad esempio, la piattaforma di delivery Deliveroo ha implementato driver virtuali per effettuare consegne nel gioco Animal Crossing di Nintendo, inclusi codici promozionali da attivare nella vita reale. Nelle prime ore di gioco, ha accumulato 3 milioni di interazioni in-game con i giocatori.

Conclusioni

Sembra chiaro come il metaverso sia un mondo ancora da esplorare, di cui capirne (spesso superarne) i confini e testare come questi possano limitare o agevolare l’esperienza delle persone progettata dai brand.

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it