Campagna di social guerrilla del sindacato Ugl contro le morti sul lavoro

Lug 15th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Pubblicità Sociale, Unconvetional Marketing


Il fenomeno degli incidenti mortali nei luoghi di lavoro, le «morti bianche», è una grave piaga italiana

Purtroppo i dati sono in costante aumento, lo dimostrano le ultime rilevazioni dell’Inail. Nei primi cinque mesi del 2020 i decessi sono stati 432, con una crescita di 41 casi rispetto ai 391 registrati nello stesso periodo del 2019 (+10,5%). Anche per questo il sindacato Ugl ha promosso una campagna di sensibilizzazione intitolata «Lavorare per vivere».

L’ha ideata e realizzata l’agenzia di comunicazione «Ital Communications» che con questo progetto ha vinto il Touchpoint Awards/Engagement 2020 per la categoria «Roadshow». L’evento è organizzato da «Oltre La Media Group».

La campagna prevedeva un tour in stile unconventional marketing per l’Italia che ha riscosso molto successo. L’iniziativa, nata nel 2018 e diffusa con crescente interesse anche sui social con l’hashtag #lavorarepervivere, ha coinvolto le città di Roma, Milano, Napoli, Marcinelle (Belgio), e poi Firenze, Palermo, Arezzo, Latina, L’Aquila, Lecce, con l’obiettivo di far capire la necessità di migliorare le condizioni di lavoro, diffondere una maggiore cultura della sicurezza in uffici e cantieri e più formazione per i lavoratori.

Con il tour low cost e sostenibile «Lavorare per vivere» è stato dato spazio alla potenza visiva delle immagini, una sorta di «social guerrilla marketing»,disponendo nelle piazze italiane oltre mille sagome a grandezza naturale, realizzate in cartone riciclato, pari al numero delle vittime sul lavoro.

«Siamo soddisfatti di questo riconoscimento – ha commentato Attilio Lombardi, founder di Ital Communications, presente alla consegna del premio – perché con il progetto “Lavorare per vivere” abbiamo voluto lanciare un messaggio inequivocabile: basta con le stragi nei luoghi di lavoro, occorrono misure efficaci, sicurezza, tutele e una rinnovata formazione professionale». In tal senso «sono stati coinvolti i maggiori media nazionali e i cittadini presenti nelle piazze - ha ricordato Lombardi -.

Abbiamo fatto molto rumore sperando che tutto questo possa servire per migliorare le condizioni di sicurezza dei lavoratori. Il premio ci stimola a proseguire nella ricerca di altri linguaggi comunicativi, dove lo spazio fisico e quello virtuale si integrano e contribuiscono, insieme, a creare una nuova consapevolezza sociale».

Related posts:

  1. Una geniale campagna di Guerrilla Marketing contro la violenza sulle donne
  2. Contro la violenza sulle donne, le più belle campagne social
  3. Social ambient per la giornata mondiale contro l’Aids in Brasile
  4. Mercato del lavoro, a Roma e Milano ripresa più lenta come a Londra, Parigi e Berlino