Cantieri e proverbiali anziani: spunta il cartello degli “umarel”

Apr 27th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Unusual Communication


A metà tra guerrilla marketing e instant marketing, all’improvviso, all’ingresso di un cantiere di Comunanza si è manifestato il genio.

Giocando sulla proverbiale passione degli over 70 per i ‘lavori in corso’ e in generale sulla curiosità della gente davanti ai nuovi cantieri (soprattutto quando riguardano luoghi molto frequentati) il Consorzio Edilgroup, che sta operando al condominio La Rotonda, ha appeso alla recinzione un vistoso cartello che, invece di recare i dati del progetto, con una comunicazione insolita, propone a caratteri cubitali l’interrogativo-dilemma tipico di chi scruta con occhi di falco i movimenti di betoniere e operai: “Che ce farrà?”.

La domanda, corredata dalle immagini di due anziani che (di spalle) guardano i lavori rispettando la sacra posa ‘mani dietro la schiena’, in sostanza è uno specchio che riflette il pensiero del 90% delle persone che si trovano a passare di lì.

La trovata, semplice quanto geniale, è della serigrafica Falco, con l’ingegner Filippo Massimi e la Edilgroup che hanno subito approvato con entusiasmo: “Lo spunto mi è stato dato da un cartellone simile visto a Bologna tempo fa – spiega Mirko Petracci della Falco – Io l’ho adattata al nostro dialetto e alla situazione che stiamo vivendo. Penso infatti che abbiamo tutti bisogno della speranza che arriva dai cantieri del post sisma e anche – conclude con un sorriso – di un po’ di leggerezza”.

Related posts:

  1. “Tanto di cappellino”: il guerrilla marketing “benefico” a Milano di Innocent a favore degli anziani
  2. Castiglioncello (LI), “Divieto di ciabattare” il cartello è un fake ma molti ci cascano