Con la pandemia aumenta il consumo domestico di prodotti ittici

Apr 3rd, 2021 | Di Redazione | Categoria: Consumi e Consumatori


Con la pandemia circa la metà dei consumatori ha aumentato il consumo domestico di prodotti ittici che ora occupano la terza posizione nella classifica degli alimenti in crescita dopo pasta e verdure.

Il trend emerge con “Acquacoltura e Covid-19: quali impatti sui consumi?” , ricerca condotta dalla società Crea Marketing Consulting per conto dell’Associazione Piscicoltori Italiani.

Lo studio sarà al centro della preview digitale di AquaFarm (mostra-convegno internazionale dedicata ad acquacoltura e industria della pesca sostenibile) il 25 marzo.

Dall’indagine emerge che le chiusure dovute all’emergenza hanno provocato, presso certe categorie di italiani, variazioni nelle modalità di preparazione del pesce a casa, in particolare l’analisi nota un aumento nella complessità e raffinatezza delle ricette in una quota di “gourmet” del 10%.

Viene segnalato inoltre che la preferenza di prodotto italiano è arrivata all’82%, perché percepito come di maggior qualità, più sostenibile, più sicuro, controllato e più fresco sulla base di una serie di parametri a pari merito.

E’ rilevata una crescita del canale delle consegne a domicilio e del gradimento dei prodotti d’allevamento. Si registra un incremento dell’attenzione alla provenienza del prodotto e una richiesta di maggiore immediatezza nell’informazione.

Con la ricerca si sottolinea che il settore HoReCa è stato, ed è, il settore con il maggiore impatto, non solo per la chiusura totale degli operatori in certi periodi, ma anche per il cambio nell’atteggiamento dei consumatori: il 48% dei quali ha ridotto significativamente se non del tutto la frequentazione dei ristoranti.

Related posts:

  1. Psicologia del senza. Nuovi modelli di consumo, nuovi consumatori e prodotti “senza”
  2. La pandemia e il mercato della birra: spinge il consumo casalingo, +16%, ma impatta negativamente sul trend in ascesa delle birre artigianali che dimezzano le vendite
  3. Rapporto Censis 2020: giù i consumi ed aumenta il divario sociale
  4. Generazione Z e FOOD: i comportamenti di consumo