Cos’è Bulletin, la nuova piattaforma per newsletter di Facebook

Lug 8th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Social Media


Bulletin, la tanto attesa piattaforma per newsletter di Facebook, è ora attiva. Il Ceo Mark Zuckerberg lo ha annunciato ieri nel corso di una Live audio room di Facebook, un’altra nuova funzione che dovrebbe fare concorrenza a Clubhouse. Bulletin non si appoggia al social network ma ha un proprio sito dedicato. Questo per consentire ai creatori “di far crescere il proprio pubblico in modi che non dipendono esclusivamente dalla piattaforma Facebook”, si legge su Bulletin.

Per iscriversi a una newsletter non c’è nemmeno bisogno di avere un account Facebook. Bulletin si basa però sull’infrastruttura del social, e usa Facebook Pay per permettere agli utenti di acquistare abbonamenti premium che permettono di partecipare anche a gruppi per soli abbonati e stanze e audio dal vivo. Non tutti i contenuti sono a pagamento e, oltre alle newsletter ci saranno anche dai podcast.

La lista iniziale di autori su Bulletin include scrittori come Malcom Gladwell, Mitch Albom, Erin Andrews e Tan France. Il programma beta è focalizzato sugli Stati Uniti, con solo due scrittori internazionali al momento, a cui la piattaforma ha affermato di volere aggiungerne degli altri. Oltre agli scrittori a firmare le newsletter saranno anche accademici, esperti di settore e personaggi pubblici. Ci sono anche dei creatori indipendenti, soprattutto giornalisti, non vincolati a pubblicare con un unico editore.

Facebook sta pagando i suoi autori in anticipo per i loro contributi e, finora, non tratterrà alcuna percentuale dai loro guadagni. Inoltre, se gli scrittori scelgono di abbandonare la piattaforma, avranno la possibilità di portare con sé i loro elenchi di abbonati. Bulletin ha riferito che per il momento non accetterà nuovi autori.

Resta da capire in che modo verrà gestita la moderazione dei contenuti e se Facebook si allineerà a un approccio di massima libertà nei confronti dei suoi autori come nel caso Substack, che permette a chiunque di lanciare una sua newsletter. Una scelta che probabilmente attirerebbe a Facebook non poche critiche. Intanto anche Twitter sta preparando il lancio delle proprie newsletter, tramite Revue, una piattaforma da poco acquistata.

Related posts:

  1. La newsletter: uno strumento efficace ma anche impegnativo - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  2. Facebook e Instagram a pagamento per colpa di Apple: uno scenario impensabile
  3. Twitch: un’altra piattaforma da tenere d’occhio nel 2021
  4. Social Commerce: Facebook annuncia Shops su WhatsApp e altre novità