Così la comunicazione aziendale vi farà dire UAU!

Lug 6th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Breaking News, Comunicazione, Marketing


Il marketing e la comunicazione aziendale cambiano rotta e vanno sulla strada…on the road
Da una recente indagine Forrester ( la più accreditata società americana di ricerche e sondaggi) è emerso che il consumatore/acquirente delle grandi città italiane è letteralmente ‘bombardato’ da 3456 messaggi promo-pubblicitari al giorno dai mass media classici: tv – radio- giornali – affissionistica outdoor, senza contare i social media e le fonti internet

Di conseguenza il cervello di ognuno di noi è andato in tilt ed ha fatto crack, diventando completamente refrattario ad ogni genere di richiamo o consiglio per la spesa tradizionale

E’ dunque ovvio che si debbano aprire nuove strade da percorrere per attrarre, creare attenzione e consenso da parte degli interlocutori finali delle aziende del largo consumo B2C e spesso anche B2B

Le vie della comunicazione e del marketing, come quelle del Signore, sono infinite ( creatività docet) e giorno dopo giorno si assiste al proliferare esponenziale di altrettante declinazioni e modelli ( paradigmi) di marketing/comunicazione aziendale che ben si identificano e rappresentano praticamente ogni specificità dello scibile umano ed ogni comparto industriale, commerciale, artigianale, spettacolare, artistico , culturale , sportivo, sociale e politico

Naturale dunque che i continui cambiamenti della società, dei consumatori, dei comportamenti di acquisto e di consumo, degli stili di vita, dei bisogni, desideri, aspettative e conseguentemente dei punti vendita, impongono alle aziende uno shift contestuale e funzionale delle tecniche di comunicazione, di marketing e promozionali in field indoor o outdoor e on the road, oggi giorno sempre più “green” ovvero socio-compatibili ed eco-sostenibili, a rispetto dell’ambiente e degli individui, in primis, dei clienti e dei loro pubblici interni o esterni.

E perciò in questi anni di profonde e sostanziali evoluzioni di queste stesse discipline, non smettono di aprirsi nuovi percorsi. Logico quindi che fra tante e nuove rotte si intraprendano quelle di una comunicazione, un marketing e promozioni diverse, moderne, avanzate e spesso definite non convenzionali.

Le nuove declinazioni della comunicazione e delle promozioni postmoderne oggi sono: event, guerrilla, ambient, street, action, buzz, green, tribal, viral, grass-root, black, stealth e ovviamente UAU
la comunicazione che meraviglia, che attrae e non fa scappare ( con lo zapping) gli interlocutori, la comunicazione che diverte e non annoia, che piace enon dispiace, il marketing che fa spettacolo e stupisce

Il Club del Marketing e della Comunicazione sempre attento ai fenomeni sociali ed ai cambiamenti delle tecniche, tattiche e strategie di marketing e comunicazione aziendali, per primo ha identificato e definito la Uau Communication come la ‘ ultimate’ comunicazione (la piu’ avanzata), progressiva, live, diretta, bidirezionale, attraente, stupefacente, divertente, coinvolgente, interattiva, esperienziale, creativa, virale, immersiva, memorabile, innovativa, alternativa, on the road, cost effective, e soprattutto Green.

Grazie alle tecniche non convenzionali, applica il brand-storming e favorisce l’aumento della brand awareness, della brand reputation e della brand fidelity, completa e costruisce meglio la brand identity, utilizzando efficienti approcci relazionali, tailor-made e glocal che si basano sullo studio “dal basso” della psicologia del target ( partner nella accezione postmoderna), delle leve razionali ed emozionali e dello spazio-ambiente in cui si muove. Tutto ciò possibile e praticabile in modalità “live” !

Una UAU comunicazione “live” dunque, olistica ed inusuale, alternativa e fuori dai canoni, decisamente gradevole ed efficace, altamente notiziabile sui media tradizionali, con un elevato coefficiente di condivisione e diffusione su social media, e che lascia un ricordo indelebile

Ecco esempi folgoranti, stupefacenti, spettacolari e geniali nell’ambiente e nei luoghi più impensabili e fuori dal comune, secondo varie tipologie di Marketing Non Convenzionale:

Ambient Marketing

Bagvertising

Beamvertising

Benchvertising:

Bodyvertising

Bus-vertising

Unconventional Bus Stop

Not Traditional Billboard

Unconventional Billboard

Crazyvertising

Crosswalk-vertising

Elevatorvertising

Escalator-vertising

Flashmob

Guerrilla Marketing

Packaging Guerrilla

Pop Up Shop

Pop Up Store

Taxivertising

Tramvertising

Truckvertising

A buon intenditor poche parole…tante azioni

Danilo Arlenghi
Presidente ClubMC
Editore Marketing Journal
Titolare Party Round Green

Related posts:

  1. Brand Reputation: come si forma? - Comunicazione aziendale in pillole a cura di Giorgio Vizioli-
  2. Il Nuovo Mondo della Comunicazione Aziendale
  3. Sanremo 2021 e la comunicazione aziendale: un cambio di paradigma?
  4. La psicologia dei consumi ed il neuromarketing orientano la comunicazione aziendale