Da Ferrari a Rolls Royce, boom auto di lusso post pandemia

Ago 12th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Luxury


I profitti delle case automobilistiche di lusso stanno raggiungendo ora livelli mai visti prima, poiché le prenotazioni di Lamborghini, Ferrari e Rolls-Royce ‘post pandemia’ sono esplose con la domanda dei ricchi del mondo.

Proprio come in tutto il mondo, i più ricchi hanno tagliato i consumi durante il 2020, con cali a “doppia cifra” delle vendite per i produttori delle auto più ambite, afferma Felipe Munoz della società di ricerche di mercato Jato Dynamics.

Ma “i clienti di queste auto non sono stati esposti come gli altri” alle ricadute finanziarie della crisi, aggiunge. Per i ricchi, “la maggior parte del problema era che non potevano uscire di casa”, dice Munoz. “Hanno semplicemente rimandato i loro acquisti.”

Il rimbalzo per le auto esclusive era già in corso nell’ultimo trimestre del 2020 quando hanno nuovamente cominciato ad usare le loro carte di credito platino, ammortizzando il colpo della pandemia rispetto ai produttori del mercato di massa.

Le vendite annuali dello scorso anno della Lamborghini di proprietà della Volkswagen hanno superato il record del 2019 a 7.430 veicoli, guidati dal potente SUV Urus del produttore italiano con un fatturato di circa 200.000 euro ($ 220.000 negli Stati Uniti).

Le fabbriche chiuse hanno significato che le vendite alla Ferrari sono crollate del 10% lo scorso anno, a 9.119. Ma i dirigenti del cavallino nero affermano che ora c’è un “libro degli ordini a livelli record”, alimentato dalla SF90 Stradale da 450.000 euro - la prima ibrida plug-in della casa automobilistica italiana - così come la due posti senza parabrezza Monza, sembra da 1,7 milioni di euro.

La Ferrari spera di superare le 10.000 unità il prossimo anno, quando diventerà l’ultimo produttore di lusso a offrire un SUV con il “Purosangue”.

È ora di godersi la vita’

“Il mercato del lusso ha ancora regole e clienti molto specifici”, afferma Guillaume Crunelle, analista del settore automobilistico di Deloitte. “Il comportamento è molto più legato alle situazioni personali, a come si sta sviluppando la loro ricchezza, piuttosto che alle tendenze del mercato”. Dopo un anno con meno consumi, “ci sono un bel po’ di soldi da spendere”, ha detto ad AFP l’amministratore delegato di Rolls-Royce Torsten Muller-Otvos.

Tuttavia, il capo della filiale BMW vede anche gli effetti della pandemia nei modelli di acquisto delle persone. “Molti dei nostri clienti hanno affermato che il Covid ha insegnato loro che la vita può finire facilmente domani e ora è il momento di godersi la vita”.

Lo storico marchio britannico ha lanciato un modello ispirato allo yacht, il “Boat Tail”, di cui ha finora costruito solo tre unità - e non rivelerà il prezzo. Muller-Otvos afferma che la nuova vettura è “molto più raffinata” della sua ultima versione personalizzata, la Sweptail, che è costata circa 13 milioni di dollari.

Related posts:

  1. Il lusso in piena ripresa, boom in Asia e Usa
  2. I 10 errori strategici che i manager dovrebbero evitare nel post-pandemia
  3. Evoluzione dei consumi vino & spirits post-pandemia
  4. Svolta green degli italiani in pandemia. Boom dei consumi domestici di alimenti bio