Digital Advertising: punti chiave e tendenze 2021

Mar 10th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Breaking News, Comunicazione, Marketing


Nel corso degli ultimi anni le strutture economiche, commerciali e sociali si sono avvicinate sempre di più, progressivamente, al mondo digitale. Il 2020, con l’esplosione del concetto di stay-at-home economy e delle sue implicazioni, ha velocizzato questo processo, facendo della digitalizzazione lo strumento più efficiente e più apprezzato da fornitori e consumatori, per superare le difficoltà e l’instabilità causate dalla pandemia da COVID-19.

Oggi il digital advertising è uno dei mezzi più efficienti per raggiungere il pubblico, sempre meno attivo, fisicamente, sul territorio e sempre più vitale nei luoghi digitali, come i social media, le piattaforme online e i siti eCommerce.

Oggi puoi elaborare prodotti commerciali e promozionali, pubblicità a pagamento estremamente sofisticata direttamente all’interno della tua azienda e puoi condividerli su innumerevoli piattaforme online e in diversi formati: dal testo, alle immagini, ai video,
al live streaming.

Le possibilità che si sono aperte agli occhi dei marketer e degli utenti del web di tutto il mondo durante il 2020 si sono rivelate numerosissime e potentissime, e hanno permesso alle aziende, piccole e grandi, di elaborare nuove strategie di marketing nonostante la confusione
del periodo.

Secondo Statista, il più importante portale dati per le aziende di tutto il mondo, la spesa dedicata al digital advertising raggiungerà i 398.762 milioni di dollari americani nel 2021.

Solo il volume di spesa per il search engine advertising (SEA), ovvero la pubblicità legata ai motori di ricerca raggiungerà un valore pari a 71,641 milioni di dollari americani.

I grandi cambiamenti avvenuti nel 2020 non hanno fatto altro che accelerare i processi di digitalizzazione già in atto e le modifiche che ne sono conseguite non sono temporanee, ma sono qui per restare.

Quest’anno le proiezioni di settore vedono il consumo di internet in ascesa al 52% e un incremento negli spettatori di prodotti televisivi del 27%.

Perdono efficacia le pubblicità tradizionali: al 6%, al 7% e 3% quelle cartacee, rispettivamente gli annunci sui giornali e sulle riviste, e gli annunci radio toccano il 5%.

Le pubblicità al cinema crollano all’1%.

È quindi chiaro che sono i canali digitali, in tutte le loro forme, quelli su cui vale la pena investire nel 2021, ed è su questi che sarà necessario sperimentare nuovi formati digitali capaci di ottimizzare la comunicazione e i contatti tra azienda e clienti.

In questo articolo ci occuperemo di cosa sta accadendo nel mondo del digital advertising, e di come sfruttare le novità per affermare il nostro brand sul mercato.

Digital advertising: a che punto siamo?

Cosa sta accadendo al mondo del digital advertising?

L’evoluzione che interessa tutto il mondo del web e ne ridisegna confini e possibilità non risparmia il mondo dell’advertising digitale.

Nel 2020 questo settore ha subito colpi importanti sotto forma di tentativi di blocco della raccolta di dati come gli ad blocker (o inibitori di annunci), la ITP di Apple (intelligent tracking prevention, o prevenzione intelligente del monitoraggio dei dati) o il proposito di Google di eliminare gradualmente tutti i cookies di terze parti entro il 2023.

Certo, queste azioni non sono nate dal nulla.

Il 90% dei consumatori infatti trova gli annunci online intrusivi e il 73% è infastidito dai messaggi pubblicitari sempre troppo ripetitivi. Il 42% trova inoltre le pubblicità proposte irrilevanti evidenziando degli errori ancora importanti nella targettizzazione. (Harris Poll e DoubleVerify)

Questi dati non significano che non ci sia futuro per il digital advertising: anzi.

Il 2021 è il momento per rivedere la tua strategia pubblicitaria, con uno sguardo attento al cliente finale, per la pianificazione della tua comunicazione digitale.

Ma quali sono nello specifico le strategie per mettere a punto un piano di advertising digitale
nel 2021?

Vediamo quali sono le maggiori tendenze di quest’anno, i trend su cui dovrai concentrare i tuoi sforzi per progettare una strategia di digital advertising efficiente e competitiva.

Advertising personalizzato

La personalizzazione delle campagne di advertising non dovrebbe suonarti come
un concetto nuovo.

La segmentazione del tuo pubblico target e la produzione di contenuti pubblicitari su misura per le preferenze e i bisogni di ogni porzione dei tuoi clienti è un’attività che dovrebbe già da tempo costituire una parte importante del lavoro e degli sforzi del tuo team di marketing.

Nel 2021, a seguito dell’enorme incremento nell’utilizzo delle soluzioni e delle piattaforme web disponibili da parte di sempre più utenti, la capacità delle aziende di personalizzare adeguatamente la propria offerta di comunicazione e advertising è sempre più importante.

Accenture ha condotto un’analisi di mercato che mostra come il 66% degli utenti acquisti molto più facilmente presso brand che propongono contenuti, prodotti e servizi personalizzati, a partire dalla comunicazione.

Questa preferenza è confermata da studi settoriali, nei quali i messaggi personalizzati e su misura conducono ad un ROI (return on investement, o ritorno sugli investimenti) del 122% superiore, a fronte di un 58% sul totale dei profitti totalizzato dai messaggi azienda-cliente soltanto targetizzati. (Designmodo)

Il pubblico trova sgraditi e ignora i prodotti pubblicitari troppo generici, lontani dai propri gusti e dalle proprie necessità, e trova invece attraenti e coinvolgenti i messaggi personalizzati, che tengano conto delle caratteristiche proprie di ogni singolo utente.

La personalizzazione dei tuoi messaggi pubblicitari è fondamentale, dal momento che, secondo gli esperti del settore, nel 2021 sarà molto più complesso fare brand building, generare fiducia nel brand e acquisire nuovi clienti fidelizzati.

Secondo Unny Radhakrishnan, CEO di Digitas India, le motivazioni dietro questa realtà
sono diverse:

I fattori che influenzano le scelte dei consumatori diventano via via sempre più
complessi e specifici
I canali digitali che permettono di proporre pubblicità e annunci sono sempre di più
Gli influencer contribuiscono a pilotare l’opinione del pubblico generale con il loro pensiero (autonomo, se non guidato dalle aziende come parte del proprio piano
di digital advertising)

La produzione di annunci iper-personalizzati quindi è la tua unica arma per catturare l’attenzione del tuo pubblico di riferimento e per garantire al tuo brand l’esposizione
che desideri.

Una comunicazione mirata e piacevole per i tuoi clienti, storici e nuovi è inoltre il primo passo per offrire al tuo pubblico una customer experience positiva con il tuo brand.

Per raggiungere questo obiettivo costruisci un sistema di raccolta, conservazione e gestione dei dati dei tuoi clienti, implementando piattaforme specifiche per canalizzare e sfruttare al meglio tutte le informazioni che puoi raccogliere sui tuoi contatti.

Secondo Harshil Karia, founder of Schbang, agenzia di soluzioni per il marketing, i dati sui tuoi utenti non dovranno solo essere raccolti e gestiti adeguatamente per un utilizzo produttivo in campo pubblicitario, ma dovranno anche essere centralizzati, così da essere più facilmente accessibili e di più immediato consumo da parte del tuo team.

Queste operazioni ti permetteranno di utilizzare i dati a tua disposizione come veri e propri strumenti per la produzione di prodotti di digital advertising efficaci e graditi al tuo pubblico
di riferimento.
Nel processo di raccolta e utilizzo dei dati ricorda di fare sempre attenzione alla privacy.

Come abbiamo visto, aziende e brand di altissimo livello stanno costruendo dighe e mettendo in atto limitazioni che accontentano il pubblico, ma che impediscono ai marketer e agli stessi clienti di fornire e ricevere, rispettivamente, informazioni pubblicitarie effettivamente rilevanti.

Per questo motivo accertati sempre che le tue comunicazioni siano sempre conformi
alle normative per la privacy:

- La General Data Protection Regulation (GDPR), vigente in Europa
- La California’s Consumer Privacy Act (CCPA), relativa invece agli Stati Uniti d’America

Se saprai combinare l’analisi e l’utilizzo dei dati con l’attenzione alle normative sulla privacy potrai produrre campagne pubblicitarie utili e rilevanti per i tuoi clienti e riuscirai a raggiungerli nei loro canali preferiti. Un modo per guadagnare la loro attenzione e la loro fiducia.

Annunci display

La tecnologia del momento è liquid skin, banner attraenti che includano anche brevi video.

Utilizza prodotti pubblicitari innovativi e di alta qualità per incrementare il CTR (click through rate) del 15% stando alle analisi condotte da Bannerflow.

Gli annunci display sono una strategia ormai affermata, ancora utile nel 2021 poiché permette agli specialisti del marketing di fare remarketing, ovvero di utilizzare le informazioni e i dati ricavati dalle analisi sul proprio pubblico per creare prodotti pubblicitari targetizzati, creati su misura sulla base dei siti web visitati dagli utenti.

DCO: Dynamic creative optimization

La DCO, in italiano l’ottimizzazione delle creatività dinamiche, è un mezzo potentissimo nel campo del digital advertising, perché è in grado di migliorare notevolmente la performance
delle tue pubblicità display.

Questo strumento sfrutta il machine learning, o apprendimento automatico, per fare in modo che gli annunci mostrati nelle diverse pagine web cambino a seconda delle preferenze, della cronologia di navigazione, e delle intenzioni dell’utente.

La DCO sfrutta tutti i dati degli utenti che è possibile reperire: dati demografici, comportamentali, geospaziali e tutte le informazioni personali presenti nelle tue piattaforme di gestione, come le CDP (customer data platform) o DMP (data management platform).

Dati e creatività si fondono per creare messaggi e prodotti grafici su misura per ogni singolo utente, in grado di catturare e trattenere l’attenzione del cliente e di invogliarlo a proseguire sulle tue piattaforme cliccando sul banner.

Grazie alla DCO potrai proporre annunci iper-personalizzati, sempre rilevanti per il tuo target, evitando così di annoiare, stancare, e perdere la fiducia del tuo pubblico.

Con il posizionamento di contenuti pubblicitari generici che variano solo a seconda del visitatore di ogni pagina web il rischio di non sfruttare al meglio questo contatto con l’utente è alto.

Utilizza la DCO per incrementare il tuo ROI (return on investment o ritorno sugli investimenti) attraverso un controllo puntuale e in tempo reale della distribuzione dei tuoi annunci.

Con il monitoraggio è possibile rispondere sempre in maniera rilevante alla domanda
del tuo pubblico target.

Il mondo intorno a noi cambia continuamente, e ne abbiamo avuto la prova schiacciante nel 2020, quando improvvisamente la situazione sociale, economica e commerciale si è ribaltata con lo scoppio della pandemia da COVID-19.

Gestisci questo clima di incertezza sfruttando il potere della creatività: il cuore pulsante
del digital advertising 2021.
Una strategia pubblicitaria davvero vincente oggi non è solo accattivante e ben fatta, ma al passo coi tempi, in linea con lo spirito della società e soprattutto in grado di comprendere e toccare la sensibilità del pubblico, in costante trasformazione.

La chiave è l’utilizzo di un approccio creativo, gestito attraverso software e tecnologie all’avanguardia e appoggiato da una rigorosa analisi dei dati.

Permetterà alle tue campagne pubblicitarie e ad ogni singolo annuncio di risuonare con le emozioni, le sensazioni, i desideri e i bisogni degli utenti e garantirà alla tua azienda la realizzazione di risultati tangibili.

Video advertising

Come anticipato, il video è un altra grande tendenza del 2021.

Anche questo strumento è presente sul mercato ed utilizzato nel mondo del digital advertising da diversi anni, ma oggi l’utilizzo sempre più pervasivo del web associato al continuo aggiornamento tecnologico e alle innovazioni che ne derivano ne stanno determinando un’ascesa vertiginosa.

In un sondaggio Vimeo vediamo come l’80% degli utenti preferisce consumare un contenuto video piuttosto che un contenuto scritto e i numeri sono in continua e netta crescita.

Il 68% dei consumatori intervistati durante ricerche di mercato ha dichiarato di preferire brevi video ad annunci di altro tipo, per reperire informazioni su prodotti o servizi
di loro interesse.

Nel 2021 il video è di più di un semplice contenuto visivo, multimediale e attraente.

Dimentica i video troppo lunghi: il pubblico cerca contenuti chiari e concisi, diretti, interessanti, utili e di facile e veloce fruizione.

Produrre contenuti video con queste caratteristiche permetterà ai tuoi messaggi:

- Di non perdersi nell’enorme volume di informazioni, video e pubblicità disponibili
sul web
- Di essere scelti e seguiti nella loro interezza dal tuo pubblico target

Creando una campagna di advertising digitale che includa contenuti video potrai coinvolgere il tuo pubblico a livello più personale. Infatti:

Il video può veicolare un messaggio in maniera molto immediata
La presenza di comunicazione visiva, scritta e audio rende il video efficace per qualsiasi utente che vi viene a contatto
Puoi condividere il tuo prodotto video in diversi modi, registrato o live stream, e puoi scegliere a seconda del pubblico che vuoi raggiungere

Per sfruttare il potere dei video e della risposta emotiva che sono in grado di generare, utilizza i nuovi strumenti messi a punto dalle piattaforme social, come per esempio le storie, i reel, e la possibilità di condividere video in live streaming.

Storie e reel

Storie e reel sono contenuti effimeri che si avvalgono del senso di urgenza dato dalla brevità comunicativa propria di questi formati.

Questa loro caratteristica fondamentale li rende particolarmente potenti nel campo dell’advertising, poiché spingono l’utente che li visualizza ad un’azione immediata e risolutiva, come per esempio completare un acquisto, sulla relativa piattaforma di eCommerce o addirittura direttamente in-app, tramite gli strumenti di social commerce.

Sfrutta questi strumenti su Facebook, Instagram, WhatsApp, Snapchat, LinkedIn, Youtube.

Dato l’interesse di pubblico e brand per questi strumenti infatti, tutte le piattaforme social stanno ormai provvedendo a fornire valide opzioni di condivisione di contenuti effimeri.
Live streaming

Il live streaming è un’altra opzione vincente per il 2021.

Girare e mandare in onda video in diretta è un ottimo modo di creare un evento intorno ad un’operazione pubblicitaria, come il lancio di nuovi prodotti o servizi o per annunciare novità relative alla tua azienda.

Un appuntamento simile sarà per il tuo pubblico un buon sostituto degli eventi dal vivo che ci sembrano ormai così lontani, e saprà rendere le tue comunicazioni promozionali e pubblicitarie esclusive e importanti.

Digital advertising per mobile

Senza dubbio è una delle tendenze più importanti per il 2021: la produzione di campagne di digital advertising ottimizzate per la visualizzazione da mobile. Partire dai dispositivi mobili è fondamentale per progettare campagne pubblicitarie in grado di raggiungere tutto il tuo pubblico target.

Gli utenti passano sempre più tempo connessi ai loro smartphone e sui loro tablet e
le aziende lo sanno.
Non rimanere indietro e crea anche tu campagne ottimizzate per essere visualizzate e utilizzate in tutte le loro parti, dai link alle call to action, in ottica mobile first.

Uno dei modi per rendere le tue pubblicità digitali perfette per smartphone e tablet è progettarle sotto forma di storie, delle quali abbiamo parlato nel paragrafo relativo al video advertising.

Utilizza i 15 secondi della durata di una storia per lanciare un hasthag, una sfida, un sondaggio, per creare una vera e propria esperienza coinvolgente, divertente e memorabile
per i tuoi clienti.

Puoi rendere le tue storie ancora più riconoscibili creando un filtro speciale che permetta agli utenti di connettere immediatamente il contenuto pubblicitario al tuo brand.

Ricorda che i filtri possono essere utilizzati da qualsiasi utente una volta creati.

Cosa significa per te?

Una grande quantità di UGC (user generated content, o contenuto creato dagli utenti) e tanta pubblicità gratuita per il tuo brand.
In-game advertising

Per il 2021 c’è un altro trend che va per la maggiore per il digital advertising da mobile: stiamo parlando di in-game advertising.

La creazione di pubblicità progettate per essere diffuse nei videogame per mobile è un’operazione che sta dando ottimi risultati, e uno strumento che sembra portare a profitti sempre maggiori.

La collaborazione tra aziende di gaming e brand permette ai primi di mantenere i videogiochi completamente gratuiti, e ai secondi di ottenere uno spazio pubblicitario con un’ottima visibilità.

Lo saprai per esperienza: dover guardare una pubblicità di 10, 20 o 30 secondi durante un videogioco può essere fastidioso, ma si può portare un po’ di pazienza, pur di andare avanti nel proprio gioco preferito.
Advertising via messaggio privato

Un trend nuovo e in veloce ascesa: l’advertising via messaggio privato, possibile su qualsiasi social media.

Nel 2021 ci aspettiamo di vedere sempre più annunci sulle applicazioni di messaggistica istantanea, dal momento che l’affluenza e il volume di utenti su queste piattaforme
è quanto mai elevata.

Facebook da solo vede ogni giorno l’invio di oltre 100 miliardi di messaggi privati.

Pubblicità programmatica

Forse la tendenza che cambierà l’intero panorama del digital advertising è la pubblicità programmatica basata sull’intelligenza artificiale (AI, artificial intelligence).

La pubblicità programmatica è utile nei processi di automazione per l’acquisto di annunci e nella segmentazione sempre più specifica del pubblico target delle singole aziende.

Questo strumento ti permetterà inoltre di gestire meglio la moltitudine dei canali tramite cui è possibile raggiungere gli utenti target, che vanno aumentando sempre di più.

L’utilizzo dell’intelligenza artificiale per la gestione delle piattaforme programmatiche infatti ti aiuterà a utilizzare segnali targetizzati e a lavorare su singoli prodotti pubblicitari o campagne di advertising presenti su qualsiasi canale distributivo da te utilizzato.

Non solo.

La AI è uno strumento preziosissimo anche per elaborare strategie di targeting contestuale.

Fare targeting contestuale ti permetterà di posizionare annunci a display sulla base del contenuto reale delle singole pagine web visitate da ogni utente, e non sulla base dei siti web
in se stessi.

Questo modo di fare retargeting è ottimale, poiché analizza gli intenti del tuo pubblico, e ti permette di indirizzare con più precisione i banner appropriati per i gusti, gli interessi e le necessità di ogni segmento del tuo target.
Piattaforme digitali omnicanale

Nell’ambito della pubblicità programmatica un altro strumento fondamentale per il 2021 sono le CMP, creative management platform, o piattaforme di gestione creativa.

Queste piattaforme sono software in formato cloud che permettono ai team di specialisti marketing di creare e distribuire prodotti di advertising digitale e di misurarne la performance tramite l’analisi di metriche e KPI (key performance indicator o indicatori chiave
della performance) specifici.
Le CMP sono strumenti di digital advertising completi e assolutamente necessari, in grado di rendere le operazioni del tuo team più chiare, immediate e flessibili, e di incrementare la produttività e l’efficienza della tua forza lavoro.

Grazie alla caratteristica fondamentale di omnicanalità di questi software inoltre, utilizzando una CMP potrai essere sicuro di creare e diffondere prodotti pubblicitari sempre coerenti su tutti i canali e le piattaforme commerciali che la tua azienda utilizza.
Pubblicità programmatica per la televisione

Non solo Netflix e Amazon Prime, ma anche Apple TV, Disney+, Sky.

La TV è ormai campo di battaglia per le diverse aziende che vogliono guadagnarsi il primo posto tra le piattaforme di streaming preferite dagli utenti.

La possibilità di guardare serie TV, film e produzioni originali in streaming direttamente dal salotto di casa propria e on-demand è un enorme cambiamento nelle abitudini e
nei costumi del pubblico.

Un cambiamento acuito in grande misura dalle restrizioni su scala globale portate
dalla pandemia da COVID-19 nel 2020.

Il nuovo modo di fruire dei prodotti televisivi da parte degli utenti può essere una miniera d’oro per i marketer e per le strategie di digital advertising del 2021.

Ricerche di mercato dimostrano infatti che la pubblicità programmatica per la TV rappresenterà approssimativamente un terzo dei profitti provenienti dalla pubblicità televisiva ovunque nel mondo, entro la fine dell’anno. (PwC)

Sfrutta questo trend per raggiungere un pubblico nuovo, ampio ed eterogeneo, attraverso il più potente canale pubblicitario mai esistito, la TV, che torna nel 2021 prepotentemente alla ribalta.
Ricerca e comandi vocali

Relativi alla pubblicità programmatica sono anche i settori della ricerca vocale e dei comandi vocali per scopi commerciali, sempre più utilizzati in ambito professionale, oltre che privato, e l’introduzione della rete 5G, che modificherà radicalmente i tempi di gestione e consultazione sul web.

La velocità e la precisione con cui gli assistenti vocali come per esempio Alexa, Siri o Google Assistant sapranno mettere in contatto clienti e aziende migliorerà la comunicazione e il coinvolgimento tra le parti, unendo la condivisione dei messaggi promozionali e la risposta del pubblico in un processo più agile e fluido.

Scegli il tuo team

L’85% dei marketer di tutto il mondo sceglie ormai di sviluppare le proprie strategie di digital advertising, dal progetto, ai contenuti, alla distribuzione, completamente in-house, ovvero senza affidarsi ad agenzie esterne, ma elaborando l’intero processo sfruttando la forza lavoro
interna all’azienda. (Bannerflow)

Grazie alla migliore comprensione dell’azienda, della sua filosofia e degli obiettivi che vuole raggiungere da parte di ogni membro del team, la scelta di affidare i lavori di advertising digitale ai soli dipendenti interni sembra portare numerosi benefici:

Incremento del ROI
Diminuzione delle spese
Più creatività
Maggiori agilità e flessibilità operative
Maggiore fluidità delle operazioni
Incremento dei livelli di produttività

Investi quindi nella selezione di un team che faccia davvero al caso tuo e scegli tutti i professionisti più adatti a raggiungere i traguardi della tua azienda.

paid marketing

Torna all’indice
Misurare l’efficacia del tuo programma di digital advertising: lift e tasso di conversione

Per misurare l’efficacia e l’efficienza del tuo piano di advertising digitale la prima cosa da fare è imparare ad analizzare i dati in maniera corretta.

Quante volte un agente ha provato a vendere alla tua azienda spazi pubblicitari sostenendo di vendere soluzioni con alti tassi di conversione (conversion rate)?

Dicendo questo, i rappresentanti sostengono che una pubblicità distribuita secondo le modalità indicate sia in grado di modificare i comportamenti del pubblico che verrà a contatto con quegli annunci, spingendoli ad effettuare acquisti.

In realtà il tasso di conversione di cui si sta parlando in questo caso non è altro che il lift
degli annunci in questione.

Una reale modifica comportamentale si avrà infatti solo nel caso in cui il tuo pubblico target sia completamente digiuno rispetto al prodotto o al servizio con la cui pubblicità vengono a contatto, fino al momento in cui vi entrano in contatto.

Solo in questo contesto si potrà parlare di una vera e propria conversione, dal click alla vendita, che porterà ad un incremento del ROI.

Quando si parla, invece, di lift?

Il lift è un parametro misurabile attraverso un test, utile per misurare l’impatto delle tue campagne pubblicitarie su metriche quali brand awareness e consideration (considerazione).

Per condurre il test si creano due gruppi: uno di controllo e uno esposto all’annuncio
che stiamo analizzando.

I risultati relativi ai parametri indicati e alle vendite totalizzate dimostrerà se la pubblicità proposta ha davvero inciso nel numero di acquisti online e offline, nell’incremento del ROi e dei profitti, e se ha effettivamente permesso una modifica nel comportamento del pubblico target.
Utilizzare sia il lift che il tasso di conversione come parametri per determinare l’efficacia di una campagna di digital advertising ti permetterà di investire il tuo budget in maniera accorta e precisa, senza disperdere risorse preziose.

Un esempio?

Già negli scorsi anni Procter & Gamble e Unilever hanno ridotto sensibilmente la loro spesa in fatto di digital advertising.

Nel 2017 P&G ha diminuito le spese del 6%, nel 2018 Unilever ha risparmiato il 30%
del proprio budget pubblicitario.

Invece di focalizzare l’analisi della performance delle loro pubblicità calcolando click e visualizzazioni, indicatori di frequenza, i colossi si sono impegnati nell’analisi
della copertura o reach.

Questo “semplice” cambiamento nella loro tattica ha portato alla luce un malfunzionamento del loro advertising digitale, ovvero troppe volte lo stesso utente veniva a contatto con la stessa pubblicità, rendendola così irrilevante e in definitiva inutile.

Com’è andato questo esperimento?

P&G ha visto aumentare i livelli di vendite organiche del 7,5%, Unilever ha avuto
un incremento del 3,8%.

Le aziende hanno aumentato il volume del loro pubblico target, incrementando notevolmente il numero di nuovi clienti, fino ad allora estranei (o quasi) all’offerta dei due brand.

Analizza il lift delle tue attività di digital advertising per produrre campagne pubblicitarie sempre più sofisticate, basate sui dati reali degli utenti compresi nel tuo pubblico target e raggiungine quanti più possibile, senza aumentare la tua spesa dedicata.

Proponi annunci su misura, targetizzando il tuo pubblico attraverso la creazione di smart audience, ovvero segmenti specifici e dettagliati, che ti permetteranno di sottoporre con sicurezza agli utenti interessati la giusta pubblicità, nei tempi e attraverso i canali
corretti per loro.

Potrai così vedere i risultati dei tuoi sforzi più in fretta: il tuo portafoglio clienti aumenterà e il tuo ROI subirà un incremento importante e veloce.

Una guida a 360° per il tuo digital advertising

Come destreggiarsi in un panorama tanto complesso, pieno di novità e in continua evoluzione come quello del digital advertising?

Come sapere sempre cosa sta accadendo nel mondo della pubblicità digitale e come sfruttare tutti i trend del momento e i nuovi strumenti per far crescere la tua azienda?

Esiste un partner sempre a tua disposizione: Adv Media Lab.

Con oltre 14 anni di esperienza sul mercato nel campo delle soluzioni di strategie di marketing e advertising digitale, Adv Media Lab è il tuo supporto nella pianificazione del progetto di digital advertising più adatto alla tua azienda.

Affidati al nostro team di specialisti, oltre 40 esperti che ti aiuteranno in tutti gli ambiti del digital advertising: dalla progettazione alla diffusione dei tuoi prodotti pubblicitari, fino all’analisi dei dati ricavati e all’utilizzo degli stessi per aggiornare e migliorare la tua strategia in ogni momento, in tempo reale.

I nostri content creator ti aiuteranno a sviluppare e ottimizzare i tuoi materiali pubblicitari per tutte le piattaforme e tutti i formati necessari a raggiungere il tuo pubblico target.

Non solo.

Se hai bisogno di implementare nuovi software, o di avventurarti su nuove piattaforme online, Adv Media Lab provvederà a formare e/o ad aggiornare la tua forza lavoro perché sia in grado di utilizzare al meglio tutti gli strumenti necessari a portare avanti una strategia
di advertising impeccabile.

Le aziende che ci hanno già scelto hanno raggiunto grandi traguardi in soli 12 mesi:

Redesign e incremento del tasso di conversione
Accessi al sito web +290%
Pagine visualizzate +330%
Durata sessione media +135%
Lead generati +270%
Roi al primo anno 12x
+50% incremento del traffico organico
+32% di delta incremento fatturato tracciato
+5 nuove persone in area marketing e commerciale completamente forma

New call-to-action

In conclusione

La metamorfosi subita dal mondo digitale nel 2020 continua ad evolversi nel 2021, e anche il digital advertising deve adeguarsi ai cambiamenti in atto.

Non più solo social media e siti web, ma anche in-game advertising, annunci per gli acquisti in-app sulle vetrine Instagram e Facebook, sulle piattaforme di eCommerce, pubblicità programmatica su ogni schermo: dal computer al tablet, agli smartphone, alla TV.

L’iper-personalizzazione sarà uno strumento fondamentale per accompagnare i tuoi clienti in ogni passaggio del customer journey, nel pre e nel post vendita.

L’attenzione al cliente si rivelerà lo strumento più potente per dimostrare il valore, la qualità e l’affidabilità del tuo brand al tuo pubblico.

Anche i veterani dell’approccio digitale dovranno interfacciarsi con le sfide dovute alla velocizzazione dei processi del web nel 2021.

Per quest’anno preparati a lavorare sul contatto con il tuo pubblico, anche nell’organizzazione della tua strategia di advertising digitale, nel pre e nel post vendita.

Progetta messaggi, pubblicità e annunci perché vengano distribuiti nelle modalità e nei tempi preferiti dai tuoi utenti target e sfrutta tutti i canali web a tua disposizione per diffondere
i tuoi prodotti promozionali.

Raggiungi tutto il pubblico che desideri, cattura la sua attenzione e trasforma le tue campagne pubblicitarie in clienti, vendite e ROI in continua ascesa. Guadagnati un posto d’eccellenza sul mercato, surclassando la concorrenza.

Vuoi progettare una strategia di digital advertising efficace per la tua azienda ma non sai da dove iniziare? Contattaci e richiedi una consulenza.

Annunci display

La tecnologia del momento è liquid skin, banner attraenti che includano anche brevi video.

Utilizza prodotti pubblicitari innovativi e di alta qualità per incrementare il CTR (click through rate) del 15% stando alle analisi condotte da Bannerflow.

Gli annunci display sono una strategia ormai affermata, ancora utile nel 2021 poiché permette agli specialisti del marketing di fare remarketing, ovvero di utilizzare le informazioni e i dati ricavati dalle analisi sul proprio pubblico per creare prodotti pubblicitari targetizzati, creati su misura sulla base dei siti web visitati dagli utenti.

(Vuoi approfondire l’argomento? Ti consigliamo di leggere anche “Paid advertising 2021″)
DCO: Dynamic creative optimization

La DCO, in italiano l’ottimizzazione delle creatività dinamiche, è un mezzo potentissimo nel campo del digital advertising, perché è in grado di migliorare notevolmente la performance
delle tue pubblicità display.

Questo strumento sfrutta il machine learning, o apprendimento automatico, per fare in modo che gli annunci mostrati nelle diverse pagine web cambino a seconda delle preferenze, della cronologia di navigazione, e delle intenzioni dell’utente.

La DCO sfrutta tutti i dati degli utenti che è possibile reperire: dati demografici, comportamentali, geospaziali e tutte le informazioni personali presenti nelle tue piattaforme di gestione, come le CDP (customer data platform) o DMP (data management platform).

Dati e creatività si fondono per creare messaggi e prodotti grafici su misura per ogni singolo utente, in grado di catturare e trattenere l’attenzione del cliente e di invogliarlo a proseguire sulle tue piattaforme cliccando sul banner.

Grazie alla DCO potrai proporre annunci iper-personalizzati, sempre rilevanti per il tuo target, evitando così di annoiare, stancare, e perdere la fiducia del tuo pubblico.

Con il posizionamento di contenuti pubblicitari generici che variano solo a seconda del visitatore di ogni pagina web il rischio di non sfruttare al meglio questo contatto con l’utente è alto.

Utilizza la DCO per incrementare il tuo ROI (return on investment o ritorno sugli investimenti) attraverso un controllo puntuale e in tempo reale della distribuzione dei tuoi annunci.

Con il monitoraggio è possibile rispondere sempre in maniera rilevante alla domanda
del tuo pubblico target.

Il mondo intorno a noi cambia continuamente, e ne abbiamo avuto la prova schiacciante nel 2020, quando improvvisamente la situazione sociale, economica e commerciale si è ribaltata con lo scoppio della pandemia da COVID-19.

Gestisci questo clima di incertezza sfruttando il potere della creatività: il cuore pulsante
del digital advertising 2021.
Una strategia pubblicitaria davvero vincente oggi non è solo accattivante e ben fatta, ma al passo coi tempi, in linea con lo spirito della società e soprattutto in grado di comprendere e toccare la sensibilità del pubblico, in costante trasformazione.

La chiave è l’utilizzo di un approccio creativo, gestito attraverso software e tecnologie all’avanguardia e appoggiato da una rigorosa analisi dei dati.

Permetterà alle tue campagne pubblicitarie e ad ogni singolo annuncio di risuonare con le emozioni, le sensazioni, i desideri e i bisogni degli utenti e garantirà alla tua azienda la realizzazione di risultati tangibili.

Video advertising

Come anticipato, il video è un altra grande tendenza del 2021.

Anche questo strumento è presente sul mercato ed utilizzato nel mondo del digital advertising da diversi anni, ma oggi l’utilizzo sempre più pervasivo del web associato al continuo aggiornamento tecnologico e alle innovazioni che ne derivano ne stanno determinando un’ascesa vertiginosa.

In un sondaggio Vimeo vediamo come l’80% degli utenti preferisce consumare un contenuto video piuttosto che un contenuto scritto e i numeri sono in continua e netta crescita.

Il 68% dei consumatori intervistati durante ricerche di mercato ha dichiarato di preferire brevi video ad annunci di altro tipo, per reperire informazioni su prodotti o servizi
di loro interesse.

Nel 2021 il video è di più di un semplice contenuto visivo, multimediale e attraente.

Dimentica i video troppo lunghi: il pubblico cerca contenuti chiari e concisi, diretti, interessanti, utili e di facile e veloce fruizione.

Produrre contenuti video con queste caratteristiche permetterà ai tuoi messaggi:

Di non perdersi nell’enorme volume di informazioni, video e pubblicità disponibili
sul web
Di essere scelti e seguiti nella loro interezza dal tuo pubblico target

Creando una campagna di advertising digitale che includa contenuti video potrai coinvolgere il tuo pubblico a livello più personale. Infatti:

Il video può veicolare un messaggio in maniera molto immediata
La presenza di comunicazione visiva, scritta e audio rende il video efficace per qualsiasi utente che vi viene a contatto
Puoi condividere il tuo prodotto video in diversi modi, registrato o live stream, e puoi scegliere a seconda del pubblico che vuoi raggiungere

Per sfruttare il potere dei video e della risposta emotiva che sono in grado di generare, utilizza i nuovi strumenti messi a punto dalle piattaforme social, come per esempio le storie, i reel, e la possibilità di condividere video in live streaming.
Storie e reel

Storie e reel sono contenuti effimeri che si avvalgono del senso di urgenza dato dalla brevità comunicativa propria di questi formati.

Questa loro caratteristica fondamentale li rende particolarmente potenti nel campo dell’advertising, poiché spingono l’utente che li visualizza ad un’azione immediata e risolutiva, come per esempio completare un acquisto, sulla relativa piattaforma di eCommerce o addirittura direttamente in-app, tramite gli strumenti di social commerce.

Sfrutta questi strumenti su Facebook, Instagram, WhatsApp, Snapchat, LinkedIn, Youtube.

Dato l’interesse di pubblico e brand per questi strumenti infatti, tutte le piattaforme social stanno ormai provvedendo a fornire valide opzioni di condivisione di contenuti effimeri.
Live streaming

Il live streaming è un’altra opzione vincente per il 2021.

Girare e mandare in onda video in diretta è un ottimo modo di creare un evento intorno ad un’operazione pubblicitaria, come il lancio di nuovi prodotti o servizi o per annunciare novità relative alla tua azienda.

Un appuntamento simile sarà per il tuo pubblico un buon sostituto degli eventi dal vivo che ci sembrano ormai così lontani, e saprà rendere le tue comunicazioni promozionali e pubblicitarie esclusive e importanti.

Digital advertising per mobile

Senza dubbio è una delle tendenze più importanti per il 2021: la produzione di campagne di digital advertising ottimizzate per la visualizzazione da mobile. Partire dai dispositivi mobili è fondamentale per progettare campagne pubblicitarie in grado di raggiungere tutto il tuo pubblico target.

Gli utenti passano sempre più tempo connessi ai loro smartphone e sui loro tablet e
le aziende lo sanno.
Non rimanere indietro e crea anche tu campagne ottimizzate per essere visualizzate e utilizzate in tutte le loro parti, dai link alle call to action, in ottica mobile first.

Uno dei modi per rendere le tue pubblicità digitali perfette per smartphone e tablet è progettarle sotto forma di storie, delle quali abbiamo parlato nel paragrafo relativo al video advertising.

Utilizza i 15 secondi della durata di una storia per lanciare un hasthag, una sfida, un sondaggio, per creare una vera e propria esperienza coinvolgente, divertente e memorabile
per i tuoi clienti.

Puoi rendere le tue storie ancora più riconoscibili creando un filtro speciale che permetta agli utenti di connettere immediatamente il contenuto pubblicitario al tuo brand.

Ricorda che i filtri possono essere utilizzati da qualsiasi utente una volta creati.

Cosa significa per te?

Una grande quantità di UGC (user generated content, o contenuto creato dagli utenti) e tanta pubblicità gratuita per il tuo brand.
In-game advertising

Per il 2021 c’è un altro trend che va per la maggiore per il digital advertising da mobile: stiamo parlando di in-game advertising.

La creazione di pubblicità progettate per essere diffuse nei videogame per mobile è un’operazione che sta dando ottimi risultati, e uno strumento che sembra portare a profitti sempre maggiori.

La collaborazione tra aziende di gaming e brand permette ai primi di mantenere i videogiochi completamente gratuiti, e ai secondi di ottenere uno spazio pubblicitario con un’ottima visibilità.

Lo saprai per esperienza: dover guardare una pubblicità di 10, 20 o 30 secondi durante un videogioco può essere fastidioso, ma si può portare un po’ di pazienza, pur di andare avanti nel proprio gioco preferito.
Advertising via messaggio privato

Un trend nuovo e in veloce ascesa: l’advertising via messaggio privato, possibile su qualsiasi social media.

Nel 2021 ci aspettiamo di vedere sempre più annunci sulle applicazioni di messaggistica istantanea, dal momento che l’affluenza e il volume di utenti su queste piattaforme
è quanto mai elevata.

Facebook da solo vede ogni giorno l’invio di oltre 100 miliardi di messaggi privati.

Pubblicità programmatica

Forse la tendenza che cambierà l’intero panorama del digital advertising è la pubblicità programmatica basata sull’intelligenza artificiale (AI, artificial intelligence).

La pubblicità programmatica è utile nei processi di automazione per l’acquisto di annunci e nella segmentazione sempre più specifica del pubblico target delle singole aziende.

Questo strumento ti permetterà inoltre di gestire meglio la moltitudine dei canali tramite cui è possibile raggiungere gli utenti target, che vanno aumentando sempre di più.

L’utilizzo dell’intelligenza artificiale per la gestione delle piattaforme programmatiche infatti ti aiuterà a utilizzare segnali targetizzati e a lavorare su singoli prodotti pubblicitari o campagne di advertising presenti su qualsiasi canale distributivo da te utilizzato.

Non solo.

La AI è uno strumento preziosissimo anche per elaborare strategie di targeting contestuale.

Fare targeting contestuale ti permetterà di posizionare annunci a display sulla base del contenuto reale delle singole pagine web visitate da ogni utente, e non sulla base dei siti web
in se stessi.

Questo modo di fare retargeting è ottimale, poiché analizza gli intenti del tuo pubblico, e ti permette di indirizzare con più precisione i banner appropriati per i gusti, gli interessi e le necessità di ogni segmento del tuo target.
Piattaforme digitali omnicanale

Nell’ambito della pubblicità programmatica un altro strumento fondamentale per il 2021 sono le CMP, creative management platform, o piattaforme di gestione creativa.

Queste piattaforme sono software in formato cloud che permettono ai team di specialisti marketing di creare e distribuire prodotti di advertising digitale e di misurarne la performance tramite l’analisi di metriche e KPI (key performance indicator o indicatori chiave
della performance) specifici.
Le CMP sono strumenti di digital advertising completi e assolutamente necessari, in grado di rendere le operazioni del tuo team più chiare, immediate e flessibili, e di incrementare la produttività e l’efficienza della tua forza lavoro.

Grazie alla caratteristica fondamentale di omnicanalità di questi software inoltre, utilizzando una CMP potrai essere sicuro di creare e diffondere prodotti pubblicitari sempre coerenti su tutti i canali e le piattaforme commerciali che la tua azienda utilizza.
Pubblicità programmatica per la televisione

Non solo Netflix e Amazon Prime, ma anche Apple TV, Disney+, Sky.

La TV è ormai campo di battaglia per le diverse aziende che vogliono guadagnarsi il primo posto tra le piattaforme di streaming preferite dagli utenti.

La possibilità di guardare serie TV, film e produzioni originali in streaming direttamente dal salotto di casa propria e on-demand è un enorme cambiamento nelle abitudini e
nei costumi del pubblico.

Un cambiamento acuito in grande misura dalle restrizioni su scala globale portate
dalla pandemia da COVID-19 nel 2020.

Il nuovo modo di fruire dei prodotti televisivi da parte degli utenti può essere una miniera d’oro per i marketer e per le strategie di digital advertising del 2021.

Ricerche di mercato dimostrano infatti che la pubblicità programmatica per la TV rappresenterà approssimativamente un terzo dei profitti provenienti dalla pubblicità televisiva ovunque nel mondo, entro la fine dell’anno. (PwC)

Sfrutta questo trend per raggiungere un pubblico nuovo, ampio ed eterogeneo, attraverso il più potente canale pubblicitario mai esistito, la TV, che torna nel 2021 prepotentemente alla ribalta.
Ricerca e comandi vocali

Relativi alla pubblicità programmatica sono anche i settori della ricerca vocale e dei comandi vocali per scopi commerciali, sempre più utilizzati in ambito professionale, oltre che privato, e l’introduzione della rete 5G, che modificherà radicalmente i tempi di gestione e consultazione sul web.

La velocità e la precisione con cui gli assistenti vocali come per esempio Alexa, Siri o Google Assistant sapranno mettere in contatto clienti e aziende migliorerà la comunicazione e il coinvolgimento tra le parti, unendo la condivisione dei messaggi promozionali e la risposta del pubblico in un processo più agile e fluido.

Related posts:

  1. Direct Response Advertising, parola chiave nel Digital Marketing
  2. Digital Advertising, fondamentale in una strategia di marketing
  3. Digital Advertising: gli effetti pandemici e i trend per il 2021
  4. Digital marketing, otto tendenze del 2021