Dimmi cosa mangi e ti dirò quanto inquini, i dati sulle emissioni che non ti aspetti

Il 16 ottobre si celebra la Giornata mondiale dell’alimentazione, che quest’anno si focalizza sul non lasciare nessuno indietro e sul miglioramento di nutrizione, ambiente e vita. Ma alimentazione significa anche “impatto ambientale” e, spesso (sempre) non abbiamo nemmeno idea di quanto siamo in grado di inquinare attraverso la scelta del cibo che mangiamo

Ogni anno vengono sprecate 1,3 tonnellate di cibo, che oltre a non finire sulla tavola dei meno abbienti producono inquinamento e seri problemi di smaltimento. Una tale quantità di alimenti basterebbe per sfamare tutti, eppure rimane ancora il vero nodo irrisolto. E non solo: nel circolo vizioso dello spreco, rientra anche l’organizzazione della produzione e gli stili alimentari, la maggior parte dei quali rimangono estremamente inquinanti.

Come il 16 ottobre di ogni anno, anche per il 2022 si celebra la Giornata mondiale dell’alimentazione, che richiama a una solidarietà globale per contrastare la fame con lo slogan “non lasciare nessuno indietro”.

Di fronte a un’incombente crisi alimentare globale – dice il direttore generale della Fao, Qu Dongyu – dobbiamo sfruttare il potere della solidarietà e dell’azione collettiva per costruire un mondo sostenibile in cui tutti abbiano accesso regolare a cibo abbastanza nutriente.

Gli sforzi da fare riguardano davvero tutti e se c’è qualcosa che concorre ad aggravare la fame nel mondo, al netto di pandemia, aumento dei prezzi e spreco di cibo, quelli sono i cambiamenti climatici.

Ma come fermare questa ruota che continua a girare? Partendo da un presupposto: convincerci che cibo, energia e acqua sono tra loro interconnessi in quello che le Nazioni Unite chiamano il “nesso” dello sviluppo sostenibile. Man mano che la popolazione mondiale si è espansa e si è arricchita, la domanda per tutti e tre ha visto un rapido aumento. Ma, la produzione alimentare richiede acqua ed energia, la produzione di energia tradizionale richiede risorse idriche, l’agricoltura fornisce una potenziale fonte di energia.

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it