Easy peasy lemon squeezy: i modi di dire inglesi che non potra fare a meno di usare

Quante volte ti è capitato di sentire nelle tue serie tv preferite delle frasi che non hai capito?


Se il tuo sogno è camminare per le strade di New York, sedere da
Starbucks a lavorare, innamorarti a Central Park davanti alla statua di
Alice o ricevere un anello di fidanzamento sull’Empire State Building…
devi per forza sapere questi modi di dire!

Easy peasy lemon squeezy / it’s like a piece of cake:
questi due modi di dire significano la stessa cosa, solo che il primo è
utilizzato in ambito scolare dai bambini mentre il secondo è usato
dagli adulti.


Il modo di dire che da il titolo a questo articolo significa
letteralmente “facile come spremere un limone”; il secondo invece si
traduce “è come una fetta di torta”. Nella nostra lingua vengono
sostituiti con il detto “facile come bere un bicchiere d’acqua”.


Chop chop: questo è molto utilizzato nelle serie
tv. Letteralmente significa “taglia taglia”. In linguaggio tecnico
indica il metodo in cui gli chef tagliano le verdure (quindi
“sminuzzare”) ma le persone se lo dicono per dire di sbrigarsi, quindi
la giusta traduzione è “veloce, veloce”.

Cosa useremmo noi italiani, invece? Sicuramente “vada, vada. Non cincischi”. Two peas in a pod: letteralmente significa “due

piselli in un baccello”. La traduzione letterale potrebbe farti pensare
al nostro modo di dire “due cuori e una capanna” ma attenzione.

Viene usato quando due amici sono inseparabili. In italiano una

traduzione più corretta sarebbe “amici per la pelle” oppure “sei la
sorella/fratello che non ho mai avuto”.


In italiano si utilizza anche come sinonimo di two peas in a podsei il ragù sui miei maccheroni” anche se nel nostro caso a volte assume una sfumatura più romantica.

Get a room: letteralmente significa “prendetevi una
stanza” e lo si utilizza quando due persone si baciano e abbracciano in
pubblico troppo frequentemente. Di solito get a room sono gli amici che lo dicono ai due innamorati quando sono stufi di vederli amoreggiare.

Noi italiani, siccome siamo molto più fini, diremmo “ma andate in zona industriale”.

Who makes you queen/king of the world:
letteralmente significa “chi ti ha incoronato regina/re del mondo”. Si
usa quando qualcuno prende troppe decisioni senza consultare gli altri
del gruppo oppure quando una persona impone all’altra degli obblighi o
le vieta di fare qualcosa.


Per esempio in una puntata di Friends, Rachel impedisce a sua
sorella Jill di uscire con Ross perché è gelosa. Jill allora le dice Who makes you queen of the world?, cioè “chi ti ha dato il permesso di decidere per gli altri?”.

Cosa diremmo in italiano? Probabilmente “ma chi sei, chi ti conosce, ma cosa vuoi dalla mia vita”.


Spill the beans: letteralmente significa “fai
cadere i fagioli”. Non fatevi ingannare però, non ha lo stesso
significato di “borbotta come una pentola di fagioli”. Spill the beans
si utilizza quando si vuole convincere una persona a dire la verità,
quindi noi italiani useremmo il modo di dire “sputa il rospo”.

Payrents: questo termine nasce tra l’unione di pay ( =”pagare”), parents ( = “genitori”) e rent
(= “affitto”). È un termine scherzoso (anche se un po’ accusatorio) che
si utilizza quando i genitori pagano tutto ai propri figli e li
mantengono.

Noi italiani non facciamo allusioni così sottili, andiamo dritti
al punto e diciamo “e questa bella macchina l’hai presa con i soldi del
papi?”.


I’m caked up: letteralmente significa “ho una
torta in faccia” ma la traduzione corretta sarebbe “mi sono fatta
bella”. Infatti si usa quando ci si trucca, veste e ci si sente bene.

Al contrario di quanto si potrebbe pensare, è utilizzato in maniera positiva.


Co-dating: questo termine significa
letteralmente “frequentare una persona contemporaneamente a qualcuno”.
La traduzione letterale è fuorviante, infatti non indica l’essere
amanti.

A quanti è successo di avere un coinquilino o una coinquilina che
ad un certo punto si fidanza e porta sempre a casa il suo nuovo amore?

Questi nuovi interessi amorosi si instaurano in casa tua,
mangiano il tuo cibo, non contribuiscono alle bollette… Insomma stanno
sempre tra i piedi e ti sembra quasi che anche tu ti sia fidanzata/o
solo che a te toccano tutte le parti peggiori. Ecco in questo caso ti
sembrare di “frequentare lo stesso ragazzo della tua coinquilina”.

Non mi vengono in mente modi di dire specifici italiani, ma

riguardo agli ospiti che stanno sempre in casa nostra noi diremmo
“l’ospite è come il pesce: dopo tre giorni puzza”.

it’s raining cats and dogs: letteralmente significa
“stanno piovendo gatti e cani”. Un modo di dire che si utilizza quando
piove davvero tantissimo, ed è l’equivalente italiano di “sta venendo
giù il diluvio universale”.

Takes two to tango: la traduzione letterale è “il tango si balla in due” ma significa “le cose si fanno in due”.


Uno dei suoi utilizzi è quando una persona accusa l’altra di
essere la colpevole di qualcosa (per esempio un tradimento) e l’accusato
risponde “cocco, le cose si fanno in due. Non è solo colpa mia”.

Among the blind the one eyed man is king: si

traduce con “tra i ciechi, l’uomo con un solo occhio è il re”. Si
utilizza quando per esempio una persona diventa il capo o il presidente
di un’organizzazione (sale al vertice) solamente perché era il migliore
tra i peggiori. Ha quindi una sfumatura negativa.

Cheerleader effect: questo terminesignifica “effetto cheerleader” ed è stato reso popolare dalle serie tv“How i met your mother” ( in italiano “E alla fine arriva mamma”).

Barney Stinson, uno dei protagonisti, spiega ai suoi amici cos’è
l’effetto cheerleader.

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it