Emojipedia, il mondo delle faccine che ci aiutano ad esprimerci meglio

C’è un sito che raccoglie e cataloga tutte le emoji ed è continuamente aggiornato.

Si chiama Emojipedia e il suo fondatore, Jeremy Burge, nel 2014 ha avuto l’idea di celebrare il 17 luglio la Giornata Mondiale delle Emoji.

E’ una forma di comunicazione che dal decollo dei social approfondisce il dialogo con reazioni. Le ‘faccine’ sono una sintesi di tutti i nostri stati d’animo: allegria, amore, tristezza, noia, felicità ecc.

In questi giorni ha incluso i design animati di emoji 3D Fluent trovati all’interno di Microsoft Teams, alcuni molto divertenti sottolineano pregi e difetti del lavoro da casa.

Prepariamoci all’arrivo di una marea di nuove emoji: riceveremo tante faccine che si stanno sciogliendo , per il caldo di quest’estate o quando si mostra un segno di imbarazzo.

Il cappello blu è l’emblema della bugia: se qualcuno reagisce a un messaggio con questa espressione, probabilmente significa che non ci crede. Gli occhi nascondono un significato nascosto dietro un messaggio, mentre il pianto intenso , che a prima vista può sembrare negativo, può essere usato per esprimere reazioni positive in caso di gioia.

E poi ancora la faccina implorante , quando si vuole manifestare il sentirsi toccati da un gesto o da un messaggio affettuoso, reagendo come segno di ringraziamento.

Ed è proprio questo il vero senso delle emoji: aiutarci a comunicare e ad esprimerci, superando le barriere linguistiche. Farne a meno in un messaggio Whatsapp o in un post su Instagram e Facebook è diventato ormai molto difficile, tant’è che negli anni vengono continuamente aggiornate e reinventate – anche il Mulino Bianco di recente ha trasformato in emoji il Pancake , mentre Deliveroo ha ideato a Torino l’Emoji Ice-Cream, dedicato alle emoticon più apprezzate e digitate a tema gelato da raffigurare sulle cialde in paterner con la gelateria cittadina Baires 1997 – di pari passo con i cambiamenti, i temi e gli interessi più attuali della società.

Secondo un’analisi condotta da Meta, sui profili Instagram e Facebook in Italia e nel mondo, le emoji più amate sono quelle relative agli sport e al cibo.
Tra le emoji sportive più utilizzate dagli italiani ci sono, in ordine, il pallone da calcio , da basket , da pallavolo , la persona che solleva pesi e la persona che nuota . Nel mondo, invece, guidano il calcio , il cricket , il rugby e il baseball , sport molto più praticati in America.

Le emoji su cibi e bevande sono tra le preferite degli italiani, in particolare quelle legate ai festeggiamenti: la torta di compleanno , i calici alzati e la bottiglia di spumante sono le più utilizzate.

Confrontando i diversi Paesi, emergono curiosità interessanti che hanno a che fare con le diverse tradizioni culinarie. Il limone , ad esempio, rientra nella top 10 delle emoji più utilizzate solo nel Medio Oriente. L’avocado e la bevanda esotica , invece, sono tra le più usare nei paesi sudafricani.

Molto apprezzate sono anche le nuove Emoji Version 14.0 rilasciate lo scorso anno: le mani a forma di cuore , la faccina che trattiene le lacrime, la faccina con gli occhi che sbirciano, la faccina con la mano sulla bocca e la faccina che si scioglie sono le emoji più utilizzate dagli italiani nei loro contenuti social.

Inoltre, Meta ha recentemente annunciato l’ampliamento delle reazioni su Whatsapp. Da adesso si potranno utilizzare tutte le emoji per reagire a un messaggio, non solo le sei disponibili ora (), rendendo le conversazioni molto più divertenti ed espressive.

#worldemojiday

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it