Fare un Ratner, il peggior discorso di sempre?

Feb 20th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Comunicazione, Marketing


Quali sono state le peggiori decisioni o dichiarazioni di sempre nel mondo del marketing, quelle che hanno causato talmente tanti danni da portare l’azienda al fallimento?

Fare una classifica vera e propria è impossibile, ma ancora oggi, in Inghilterra e nel mondo del business è abbastanza comune sentire l’espressione “fare un Ratner”.

Un modo di dire del settore per indicare chi commette una gigantesca e costosissima gaffe.
L’origine di questa espressione ha risvolti tanto comici quanto drammatici.

Negli anni ’80 la Ratners Group era la più importante azienda di diamanti del Regno Unito e continuava a prosperare grazie ai prezzi bassissimi dei suoi prodotti.

Nel 1991, però, durante un’infelice discorso, l’allora presidente della Società Gerald Ratner incautamente fece questa dichiarazione:
- La gente mi domanda “Come puoi venderlo a un prezzo così basso?” e io rispondo: “perché è una schifezza totale”.
(ndr versione originale “because it’s total crap”)

Nel video, ancora visibile su YouTube, si sente distintamente il gelo calare nella sala a quella battuta.

La notizia ebbe un’eco spaventosa e nonostante Ratner si sia affrettato a dichiarare di aver “scherzato”, le conseguenze furono devastanti.

Provarono di tutto, assunsero un nuovo presidente, licenziarono Ratner, cambiarono denominazione in Signet Group, ma fu inutile.

Nel giro di pochi mesi il titolo in Borsa perse oltre 500 milioni di sterline e si arrivò alla chiusura di 330 negozi in tutta l’Inghilterra.

Gerald Ratner ancora oggi è soprannominato “Mr Crapner”, nel 2005 il suo discorso è stato inserito nel libro “History’s Worst Decisions” assieme alla decisione di Nerone di bruciare Roma.

Nei corsi di Business, viene portato ad esempio come monito ai futuri Manager a misurare con grande attenzione le dichiarazioni e a valutare come potrebbero influire sull’Azienda.

Tutto ciò è valido a maggior ragione nel Mondo globalizzato, connesso e social di oggi, nel quale le notizie viaggiano alla velocità di un click e impiegano pochi istanti a fare il giro della rete.

Fortunato Monti
Web & Social Marketer & Content Creator
fortunato.monti@gmail.com

Related posts:

  1. Come fare le scarpe al proprio fratello
  2. Come creare uno dei 100 annnci più influenti di sempre ?
  3. Il potere delle immagini: nelle vendite online non è solo la logistica a fare la differenza
  4. 5 competenze per fare Digital PR